Connect with us
Lazio-Bologna 1-0, le pagelle: con la rete di Felipe Anderson passano i biancocelesti

Coppa Italia

Lazio-Bologna 1-0, le pagelle: con la rete di Felipe Anderson passano i biancocelesti

Pubblicato

:

Zaccagni

All’Olimpico di Roma la Lazio passa l’ottavo di finale di Coppa Italia con una vittoria di misura sul Bologna con la rete di Felipe Anderson nel primo tempo. Nella seconda frazione di gioco la squadra di casa mantiene la gestione del risultato andando vicina al raddoppio. Il Bologna di Thiago Motta è apparso in confusione e mai realmente pericoloso per i biancocelesti ( zero tiri nello specchio ). Ad affrontare la Lazio sarà la vincente dell’ultimo ottavo fra la Juventus ed il Monza.

LE PAGELLE DELLA LAZIO

Maximiano 6: Nessun pericolo dalle sue parti. Attento nelle uscite alte sui calci d’angolo.

Lazzari 6: Con il solito sprint si rende pericolo sulla fascia destra. Lucido in costruzione, non si lascia sorprendere dalle iniziative di Orsolini. ( dal 67′ Marusic 6: deve solo gestire il possesso palla ed attendere l’offensiva avversaria. Sempre pronto).

Patric 6,5: Non sbaglia nulla anche nelle migliori ripartenze rossoblù. Si rende propositivo anche in fase di ripartenza. Sicurezza per Sarri nel turnover.

Romagnoli 6: Attento e preciso nelle scelte difensive, riesce sempre ad uscire in fase d’impostazione. ( dal 67′ Casale: 6 ).

Hysaj 6: Da apprezzare la sua intraprendenza in fase offensiva, come il suo compagno di reparto sulle fasce laterali non subisce gli attacchi avversari.

Milinkovic-Savic 6: Il sergente sembra soffrire questa fase della stagione a livello fisico, ma è sempre importante la sua eleganza e precisione nell’impostazione del gioco della Lazio. Pericoloso anche in area di testa dove va vicino al gol. ( dall’ 80′ Vecino: sv)

Cataldi 6: Davanti alla difesa fa schermo per la difesa e smista attentamente i palloni. Di vitale importanza la sua presenza per l’inizio azione dei biancocelesti. ( dal 91′ Marcos Antonio sv ).

Luis Alberto 5,5: Sarebbe da apprezzare la sua tecnica e precisione dei passaggi, ma appare nervoso in molte occasioni. Non sfrutta alcune possibili palle gol. Deve ritrovarsi.

Pedro 6,5: Ruba palla approfittando dell’ingenuità di Sosa e si mostra sempre attivo per legare attacco e centrocampo. In questo stato di forma sarà importantissimo nelle prossime partite con Immobile out. ( dall’ 80′ Romero sv ).

Felipe Anderson 6,5 : Si fa trovare pronto sull’assist di Pedro. Non ha una vera e propria posizione ma è sempre pronto in mezzo all’area o in contropiede.

Zaccagni 6,5: Su quella fascia sinistra, come in questa stagione ha più volte dimostrato, manda in difficoltà la difesa avversaria, servendo anche palloni pericoli per i compagni in area di rigore. Migliore in campo.

All. Sarri 6,5: non ha molte scelte, per cui schiera la formazione titolare. La squadra conserva il vantaggio con il solito palleggio e con il pressing che non lascia molte idee al Bologna.

LE PAGELLE DEL BOLOGNA

Skorupski 6,5: Non può nulla sul gol dell’1-0, salva il risultato in parecchie occasioni mostrandosi prezioso sugli errori difensivi dei compagni.

Cambiaso 5,5: Soffre il duello con Zaccagni e tante volte sbaglia la chiusura in anticipo. In fase offensiva non riesce mai ad incidere. Ben lontano dalle qualità mostrate l’anno scorso al Genoa.

Soumaoro 6: Chiude abbastanza bene e non rischia molto in manovra. Sul gol subito nel primo tempo non ha colpe sull’errore del compagno di reparto. ( dal 46′ Lucumí : n ).

Sosa 5: Ad inizio partita si contraddistingue per i passaggi verticali che taglia il centrocampo e la prima linea avversaria. Ma sbaglia tutto sul’1-0 della Lazio rischiando troppo. Da lì in poi sempre poco lucido nelle scelte difensive, troppi errori a livello tecnico e di concentrazione

Lykogiannis 5,5: Mai importante nell’attacco di casa, molto confuso in fase di disimpegno dove preferisce spazzare il pallone piuttosto che giocare palla a terra.

Schouten 6: Preciso in fase d’impostazione, si limita a far girare il pallone davanti alla difesa. Non spicca quindi in maniera negativa ma neanche in positivo. ( dal 46′ Medel sv: sfortunato, trova un problema muscolare in un contrasto con Zaccagni . Dal 67′ Pyyhtiä 5,5: il giovane finlandese della Primavera appare in confusione su molte uscite. ) .

Dominguez 6: Unico centrocampista dei suoi che prova ad inserirsi in fase d’attacco. Sempre molto energetico in entrambe le fasi, forse anche troppo nei confronti del direttore di gara che più volte lo invita alla calma.

Moro 5,5: Il centrocampista croato non trova tanta precisione nei passaggi e subisce in fase difensiva la qualità del centrocampo avversario.

Aebischer 5,5: Non riesce a trovare la sua posizione in campo e non riesce ad essere determinante nella trequarti avversaria. ( dal 64′ Soriano 5,5: entra in campo ma non si riesce a notare la sua presenza. Non entra nel vivo della partita ).

Barrow 6: Prova a rendersi pericoloso, nel primo tempo è l’unico propositivo tra gli attaccanti. Nel secondo tempo viene spostato sulla destra ma non trova grandi occasioni per colpire.

Orsolini 5,5: Impreciso in molti tocchi. Sempre con troppa fretta. La posizione in campo largo a sinistra non esalta le sue caratteristiche. Sbaglia anche qualche occasione dove poteva sicuramente fare di più. ( dal 64′ Zirkzee 6: si nota da subito che il ragazzo ha qualità e caratteristiche differenti dagli altri. Prova a fare da punto di riferimento per i suoi ).

All. Thiago Motta 5,5: le seconde scelte non si fanno trovare all’altezza per sorprendere un’attenta Lazio all’Olimpico. Nessun tiro in porta significa non aver letto la partita con le sostituzioni e le energie disponibili. Bisognerà ritrovare subito il ritmo anche in campionato.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Coppa Italia

Dove vedere Fiorentina-Torino di Coppa Italia in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Fiorentina-Torino di Coppa Italia

DOVE VEDERE FIORENTINA-TORINO DI COPPA ITALIA IN TV E STREAMING – In settimana andranno in scena i quarti di finali di Coppa Italia. Mercoledì 1 febbraio ci sarà la sfida tra Fiorentina e Torino, alle ore 18.00, allo Stadio Artemio Franchi. 

La Fiorentina arriva alla sfida in un periodo di forma non eccellente. Nell’ultima partita di campionato, i ragazzi di Vincenzo Italiano hanno pareggiato 1-1 contro la Lazio. Allo Stadio Olimpico la viola ha recuperato lo svantaggio iniziale di Casale, con un eurogol di Nicolas Gonzalez. La prestazione della Fiorentina è stata positiva, tanto che negli istanti finale è andata ad un passo dalla rete della vittoria con Milenkovic, che sugli sviluppi di un corner ha preso la traversa. Per quanto riguarda la Coppa Italia, la Fiorentina ha superato il turno precedente battendo di misura la Sampdoria, in virtù di una rete di Barak. 

Il Torino di Juric sta disputando un campionato egregio. Nell’ultimo turno di Serie A ha pareggiato in rimonta contro l’Empoli, in seguito ad un match esaltante. Dopo il doppio vantaggio dei toscani firmato Luperto e Marin, i granata hanno recuperato nei minuti finali con Ricci e Sanabria. La qualificazione ai quarti di Coppa Italia è arrivata in seguito ad un avvincente vittoria contro il Milan a San Siro, con la rete di Adopo su assist di Bayeye ai tempi supplementari.

La vincente della sfida giocherà contro la vincente di Roma-Cremonese in semifinale.

DOVE VEDERE FIORENTINA-TORINO DI COPPA ITALIA IN TV E STREAMING

La Coppa Italia è un’esclusiva Mediaset. Fiorentina-Torino sarà trasmessa in diretta tv ed in chiaro su Italia 1. Si potrà assistere al match anche in streaming, su Mediaset Infinity. 

Continua a leggere

Coppa Italia

Pronostico Inter-Atalanta, statistiche e consigli per la partita

Pubblicato

:

Dove vedere Milan-Inter

PRONOSTICO INTER-ATALANTA – Martedì 31 gennaio andrà in scena la prima partita di quarti di finale di Coppa Italia, Inter-Atalanta, che permetterà alle due compagini di prendere fiato dalle fatiche di campionato.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

L‘Inter arriverà al match delle 21:00 forte della vittoria in trasferta contro la Cremonese per 2-1. Dimenticato subito il passo falso contro l’Empoli, i nerazzurri si affacciano alla Coppa Italia dopo la vittoria contro il Parma dello scorso gennaio, terminata anch’essa sul punteggio di 2-1. L’Atalanta arriva da una serie consecutiva di 5 risultati utili, avendo iniziato il 2023 con una marcia più che giusta. Dopo il 3-3 contro la Juventus, nell’ultimo impegno di campionato l’Atalanta si è imposta sul campo del Bologna per 2-1. In Coppa Italia, invece, i nerazzurri hanno spazzato via lo Spezia per 5-2 in casa, ottenendo il passaggio ai quarti della competizione.

I PRECEDENTI TRA INTER E ATALANTA

Inter e Atalanta si affrontano per la decima volta in Coppa Italia: gli ultimi quattro match sono stati vinti dalla squadra milanese. Negli ultimi venti scontri, l‘Inter ha vinto otto volte mentre l’Atalanta quattro. I nerazzurri contano cinque vittorie casalinghe, contro le due in trasferta degli uomini di Gasperini. La via del pareggio si è verificata nel 43% degli incontri.

PRONOSTICO INTER-ATALANTA

Bet365 quota l’Inter a 1.83, il pareggio a 3.50 mentre l’Atalanta a 4.33. Quota molto interessante l’Under 2.5 quotato a 2.20 offerto dal sito della Lottomatica. Efbet mette a 2.25 il gol di entrambe le squadre, 1.57 che potrebbe non accadere. Il consiglio che ci sentiamo di dare per questo match è di giocare sull’1X accompagnato da GOL o in alternativa, da un UNDER 2.5 in una partita che potrebbe rivelarsi molto tirata.

Continua a leggere

Coppa Italia

Pagellone girone d’andata – Cremonese 4.5: la buona volontà non basta senza vittorie

Pubblicato

:

Cremonese

Non riesco a comprendere se sia più spaventoso l’ultimo posto in ottica salvezza, il -9 dal diciassettesimo posto o lo “zero” sotto la tabella delle vittorie in tutto il girone d’andata. Lo scorso anno il Cagliari, ultima in classifica alla diciannovesima giornata, e poi retrocessa, aveva due punti in più e, nonostante ciò, non ce l’ha fatta.
La cosa, però, che più spiace della Cremonese, è che le buone intenzioni ce le sta mettendo tutte: ha chiuso ogni match contro le grandi del nostro calcio a testa altissima, perdendo 3-2 contro la Fiorentina, 1-0 contro la Roma (dominando e prendendo due legni), 3-1 contro l’Inter e 0-1 contro la Juventus (Milik al 91′), uscendo nettamente sconfitta solo contro Lazio e Napoli.
Ciò che più pesa, però, sono le altre sconfitte: i KO contro compagini come Sampdoria, Empoli, Verona e Monza, rivali dirette per la salvezza, rendono il pareggio con il Milan quasi inutile ai fini della classifica. Onore per aver eliminato il Napoli in Coppa Italia in una sfida di quelli che mai ci si sarebbe aspettato, ma che poco c’entra con la valutazione del girone d’andata.
I tanti acquisti estivi, da Dessers ad Afena-Gyan, passando per Lochoshvili, Tsadjout, Vasquez, Quagliata, Aiwu, Pickel e chi più ne ha più ne metta, senza alcun dubbio hanno pagato, ma sembrano ancora non essere abbastanza. Prima dell’ultimo atto è arrivato l’esonero, triste ma corretto, per Alvini, sostituito da Ballardini, uno che sa come “nuotare” in zona retrocessione.
La salvezza, oggi, sembra un affare una “Mission Impossible e sono pronto a scommettere che questa Cremonese da “ci vado sempre vicino” non ce la farà; tuttavia, mancano ancora cinquantasette punti. E allora ben vengano sorprese e in bocca al lupo.

 

Continua a leggere

Coppa Italia

Juventus, Landucci: “Peccato per il gol preso, ma siamo contenti”

Pubblicato

:

Al termine del match vinto per 2-1 dalla Juventus contro il Monza in Coppa Italia, il vice di Max Allegri, Marco Landucci, è intervenuto ai microfoni di Mediaset: “Era una partita importante, avevamo in campo tanti giovani che hanno fatto bene. Siamo contenti, perché per la Juve la Coppa Italia è un obiettivo. Peccato per il gol preso, ma siamo contenti per il passaggio del turno”.

Landucci ha parlato anche di Allegri: “Non l’ho sentito, ma quando si vince siamo tutti soddisfatti”.

Infine, il vice tecnico bianconero ha parlato dei suoi giocatori: Chiesa è entrato il momento giusto e ha deciso la partita. Di Maria è stato qualche giorno fermo. Potevano darci molto in fase offensiva e così è stato. Fagioli e Miretti hanno già fatto diverse partite, mentre Iling ha fatto diversi spezzoni. Sono stati determinanti quando mancavano i giocatori più esperti. Hanno dato freschezza, corsa e qualità tecnica: sono prontissimi”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969