Dove trovarci
Lazio-Marsiglia

Calcio Internazionale

Lazio-Marsiglia, le pagelle dei biancocelesti formato europeo

Lazio-Marsiglia, le pagelle dei biancocelesti formato europeo

Lazio-Marsiglia finisce con il risultato di 0-0. Pareggio che non fa felici le due squadre, che ottengono “solamente” un punto. Di seguito le pagelle dei calciatori biancocelesti.

LAZIO-MARSIGLIA, LE PAGELLE BIANCOCELESTI

STRAKOSHA 6.5 : Non viene chiamato troppo in causa, ma nelle rare volte in cui dev’esserci, lui risponde presente. Il portiere albanese rimane sempre molto attento a ciò che succede. Il modo in cui risponde al tiro di Ünder lo sta a testimoniare.

LAZZARI 6 : Molte occasioni della Lazio arrivano da suoi cross, che, sfortunatamente, non non vengono mai sfruttati dagli attaccanti. L’efficacia, mostrata in zona offensiva, la riserva anche in fase di marcatura. Buona gara.

LUIZ FELIPE 6 : Molto bravo in fase difensiva, sempre attento. Partita di grande sacrificio per il difensore brasiliano, che raramente sbaglia una marcatura in questo match.

ACERBI 5.5 : Gara non eccellente da parte dell’ex Sassuolo, si rivela meno attento di Luiz Felipe in fase di marcatura.

MARUŠIĆ 5+ : Può fare di più. Se da una parte Lazzari ha creato tante occasioni, dall’altra abbiamo visto un Marušić che raramente salta l’uomo e raramente crea la superiorità numerica in fase offensiva. Le capacità le ha e lo abbiamo visto nel girone di ritorno dello scorso campionato.

MILINKOVIĆ-SAVIĆ 6+ : Non male. Match ordinato e di grande sacrificio, il vero marchio di fabbrica di tutte le partite disputate dal centrocampista serbo. Il 21 biancoceleste si distingue con alcuni lanci lunghi, provati per favorire la velocità di Lazzari, e alcuni strappi, che sono piaciuti a mister Sarri.

CATALDI 6.5 : Quel lancio lungo a favorire Immobile è la ciliegina sulla torta di una gara in cui non ha fatto rimpiangere per nulla Lucas Leiva.

BAŠIĆ 6- : Buon primo tempo, poi si spegne. In fase offensiva, a parte il cross al 20’ del primo tempo non si vede molto e in fase difensiva non è stato lampante.

F.ANDERSON 6- : Solamente un’occasione, ma, per il resto non è il Felipe Anderson che siamo abituati a vedere. Si nota poco in fase offensiva e non salta così facilmente l’uomo, come solitamente riesce a fare lui. Forse il doppio impegno ogni settimana causa qualche affaticamento…

IMMOBILE 6.5 : Ci prova. Nel secondo tempo lotta su ogni pallone. É vero, sbaglia un gol clamoroso davanti al portiere, ma, in generale, lá davanti è l’unico che prova a segnare e a creare superiorità numerica.

ZACCAGNI 5 : Ha solamente la scusante di essersi appena ripreso da un infortunio di un mese. Non si vede molto in fase offensiva e quando vuole saltare l’uomo non ci riesce. Non riesce a creare superiorità numerica, cosa che riusciva a fare molto bene nell’Hellas Verona alla corte di Ivan Jurić. C’è da migliorare, ma c’è tempo.

PEDRO 6 (56’) : Nel secondo tempo Sarri si gioca la sua carta per “spaccare” la partita; ma il tentativo è invano. Buon match, l’ex Barcellona ci prova, ma la linea difensiva marsigliese lo blocca sempre.

AKPA AKPRO 6 (57’) : Match di sacrificio, lotta su molti palloni a centrocampo. É sempre un ottimo rincalzo nel secondo tempo. Fa ciò che deve fare, ottiene meritatamente la sufficienza.

LUIS ALBERTO 6- (57’) : Ormai si sa, da lui ci si aspetta che “spacchi” la partita. Ma ciò non succede. Non riesce ad eseguire quei lanci lunghi, autentico marchio di fabbrica quando alla Lazio c’era Simone Inzaghi. Il centrocampo a 3 forse lo condiziona un po’, ma sicuramente lo spagnolo avrà tempo di ritrovare il proprio bagaglio di repertorio.

L.LEIVA 6 (77’) : Gioca 15 minuti, e fa quello che gli permette di trovare la sufficienza. Da quando è in Italia, l’ex Liverpool ha sempre giocato in questo modo, e come lo fa lui, lo fanno veramente in pochi. Buono spezzone di partita da parte del mediano biancoceleste.

RAUL MORO 6+ (77’) : Non male lo spagnolo. Spesso salta l’uomo e crea superiorità numerica nello spezzone in cui è entrato in campo. Il voto, però, poteva essere più alto se non avesse fallito una clamorosa occasione da goal.

SARRI 6 : Non commette errori. Prova dare la scossa alla propria fase offensiva con gli ingressi di Moro e Pedro, però non ci riesce. Partita comunque gestita bene dall’ex tecnico del Napoli.

Immagine in evidenza presa da Piqsels con diritti Google Creative Commons

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale