Connect with us

Flash News

Lazio, due potenziali promesse portoghesi per finanziare la certezza Petagna

Pubblicato

:

 

Il calcio, si sa, è un universo vivace, frettoloso e pragmatico. Non aspetta nessuno, è crudele e dà raramente più di un’occasione per fare breccia nel cuore degli osservatori, degli allenatori o dei tifosi. Probabilmente la mancanza di pazienza è l’errore più grande perché è molto semplice che una scelta frettolosa si tramuti in un rimpianto. In questo senso è quello che la Lazio spera che non accada con la decisione di cedere Bruno Jordao e Pedro Neto. E’ infatti recente la trattativa tra la società biancoceleste e il Benfica per la cessione dei due gioiellini portoghesi, arrivati due estati fa dal Braga. Due stagioni in maglia laziale, tante promesse e poche occasioni per realizzarle: questa potrebbe essere la frase perfetta per riassumere l’esperienza romana dei due lusitani. Arrivati entrambi nel 2017 per 13 milioni complessivi, il centrocampista classe 98′ Bruno Jordao ha raggiunto solo 3 presenze in prima squadra mentre l’ala Pedro Neto ha registrato 5 presenze tra campionato e Coppa Italia. Un magro bottino per due giocatori arrivati con il favore di ottime recensioni ma che hanno avuto poche occasioni per dimostrarle. Le potenzialità dei due, rimaste alte, sono valse la chiamata del Benfica che ora, per 25 milioni di euro complessivi, è ad un passo da aggiudicarseli.

ALL IN BIANCOCELESTE SU PETAGNA

 

Il probabile bottino in arrivo sarà subito reinvestito. Questo è quanto trapelato dalla dirigenza biancoceleste che sembra desiderosa di rinforzare la squadra. Rinforzi che arriveranno sopratutto in attacco, reparto che l’anno scorso ha deluso le attese e che vedrà, in estate, alcune partenze. Appurata e probabile quella di Caicedo, come riferito dalla nostra redazione alcuni giorni fa, ad affiancare Immobile in attacco potrebbe essere Andrea Petagna. L’attaccante triestino, reduce da un’ottima stagione con la Spal, è di proprietà dell’Atalanta ma verrà riscattato dai ferraresi per 15 milioni. La base d’asta quindi per il giocatore sarà sicuramente superiore a quella cifra; componente che, tuttavia, non spaventa la Lazio intenzionata a proporre 20 milioni per il centravanti ex Milan. Per due potenziali promesse partenti, potrebbe arrivare una probabile certezza del futuro. La Lazio, pragmatica e concreta, ha deciso ed è pronta a stupire.

[Foto copertina: profilo Instagram del giocatore]

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Sassuolo, Traorè: “Recupero procede bene, ci toglieremo soddisfazioni”

Pubblicato

:

Traore

Dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi in questo inizio di stagione, Hamed Junior Traorè è pronto a tornare al 100% alla ripresa del campionato. Il classe 2000 è stato intervistato da Sky Sport, prima della partenza del Sassuolo per il ritiro di Marbella. “Quasi tutti gli allenatori che ho avuto mi hanno sempre detto che posso giocare un po’ ovunque, ringrazio Dionisi perché mi ha fatto giocare esterno alto e aveva ragione…”. Poi sul recupero dall’infortunio ha proseguito: “Finalmente sto bene, ho recuperato bene, mi sto allenando al 100% e sto cercando di ritrovare la condizione. Ora ci alleneremo e le scelte le farà il mister, ma ci toglieremo soddisfazioni perché abbiamo tanti giocatori forti. Il gol? E’ bello segnare ma conta la squadra. La Nazionale? Ci penso, ma so che passa tutto dal Sassuolo. Facendo bene qua, mi potrà richiamare anche la Nazionale”.

Continua a leggere

Flash News

Neville ancora contro Ronaldo: “Quello che sta facendo è fuori luogo”

Pubblicato

:

Cristiano Ronaldo

Dopo la panchina in PortogalloSvizzera, Cristiano Ronaldo è stato preso nuovamente di mira da tutta la stampa mondiale. Non poteva ovviamente mancare anche la stoccata di Gary Neville, ex giocatore del Manchester United e spesso in disaccordo con le scelte prese dal portoghese. Nel nuovo ruolo di opinionista, Neville ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di ITV, senza peli sulla lingua: “Quando è stato Ten Hag a metterlo in panchina si diceva che il tecnico dello United volesse sminuire l’autorità di Ronaldo. Oggi però lo fa anche Fernando Santos con il quale ha avuto un rapporto incredibile per otto anni. Cristiano ha bisogno di sentirsi dire la verità, ha bisogno di sentirsi dire che quello che sta facendo nella fase finale della sua carriera è fuori luogo. Non mi stupirei se entrasse e segnasse il gol della vittoria, ma il suo ritmo in campo, il suo costante cattivo umore sono cose che devono finire. Non gli si addicono per niente. Siamo sicuri che a sbagliare fosse l’allenatore della Juventus prima? E poi quello dello United? E ora anche quello del Portogallo? La sua eredità è già scritta, sarà per sempre uno dei migliori di tutti i tempi”.

Continua a leggere

Calciomercato

Juventus, per Fresneda serve l’addio di McKennie: il Dortmund osserva

Pubblicato

:

La Juventus, nonostante il terremoto societario e le questioni extra campo ancora da risolvere, pensa già al mercato di gennaio. Secondo Tuttosport infatti, i bianconeri sembrerebbero molto interessati a Ivan Fresneda, esterno di proprietà del Real Valladolid. Il 18enne ha una clausola rescissoria fissata a 30 milioni di euro, ma la Juventus vorrebbe fare un tentativo già nella sessione invernale mettendo sul piatto circa 15 milioni più una clausola sull’eventuale rivendita. Prima però servirebbe un colpo in uscita, che potrebbe essere quello di McKennie: col rientro ormai imminente di Paul Pogba, lo statunitense troverà sempre meno spazio nello scacchiere di Massimiliano Allegri. Il numero 14 bianconero sembrerebbe piacere e non poco al Borussia Dortmund, che osserverà interessato e potrebbe tentare l’affondo a gennaio.

Continua a leggere

Flash News

Caos Juventus, si pensa al clamoroso ritorno di Marotta

Pubblicato

:

Marotta

La Juventus sta vivendo un periodo complicato. La Vecchia Signora si appresta a rifondare la propria dirigenza, dopo le dimissioni in blocco del proprio Cda. L’addio dell’ormai ex presidente Andrea Agnelli apre le porte per il futuro e pone fine ad un’era durata più di un decennio, ma come si dice, il passato ritorna sempre.

Il presidente designato Gianluca Ferrero e il direttore generale Maurizio Scanavino saranno i protagonisti della seconda metà di stagione, in un regno di breve periodo in cui la società si prenderà del tempo per avviare cambiamenti propedeutici per il futuro. Con Massimiliano Allegri, il cui contratto scadrà nel 2025, potrebbe arrivare una figura determinante e riconosciuta nell’ambiente bianconero.

Come riporta il quotidiano La Repubblica, Beppe Marotta può approdare in terra piemontese dando inizio ad una nuova era nel segno del passato. Il dirigente attualmente all’Inter non sarebbe ancora stato contattato ed il contratto con la società nerazzurra terminerà tra 3 anni. Una chiamata da parte del suo ex club però, potrebbe tentarlo particolarmente.

Prima del passaggio all’Inter, Marotta fu protagonista assoluto della rinascita del club bianconero. Dopo aver toccato il fondo con la Serie B, la società della famiglia Agnelli si affidò alla sua egregia professionalità. Il ds originario di Varese fece faville non solo dal punto di vista sportivo ma anche economico: sotto la sua attenta gestione, i bilanci a strisce bianconere erano chiusi in positivo.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969