Connect with us
Le punte infiammano il mercato: tutti i 9 più richiesti

Flash News

Le punte infiammano il mercato: tutti i 9 più richiesti

Pubblicato

:

Un giro incredibile di attaccanti sta infiammando le ultime ore di mercato. Sulla bocca di tutti l’affare Higuain-Chelsea, con Piatek verso Milano, ma il ritorno dell’argentino da Mister Sarri non è l’unico argomento caldo da discutere. Che parta dunque il valzer delle punte.

LA QUESTIONE MILAN

Che Gonzalo Higuain non sarà più il numero 9 della squadra rossonera sembra ormai scontato. A confermarlo nella serata di ieri anche Gianluca Di Marzio a Sky Sport.

”Accordo vicino, c’è un’ intesa di massima tra Chelsea e Juventus: prestito di 6 mesi con obbligo di un ulteriore prestito di un altro anno a determinate condizioni”.

Con El Pipita via da Milano, Leonardo cerca un’altra punta ed il nome pare essere quello di Krzysztof Piatek: il Milan è disposto ad offrire poco meno di 40 milioni con qualche bonus, ma il recente rilancio del West Ham (40 milioni, cifra richiesta da Preziosi) preoccupa. Il presidente del Genoa ha però promesso il polacco a Leo e domani si potrebbe chiudere.

In alternativa il Milan guarda proprio in casa Chelsea, con i londinesi che tengono in ghiacchio Michy Batshuayi, già d’accordo per trasferirsi al Monaco.

 

                 MOVIMENTI ESTERI

Conseguenza dell’ormai più che probabile arrivo di Higuain a Londra, ad essere sacrificato potrebbe essere Alvaro Morata, ormai chiaramente sul mercato. Per lui s’è fatta forte la pressione dell’Atletico Madrid, club in cui lo spagnolo è calcisticamente cresciuto, prima del trasferimento al Real.

Alvaro pare apprezzare la destinazione ed è dunque più vicino il suo approdo in Spagna, ormai sfumate invece tutte le piste italiane.

Rimanendo in iInghilterra, c’è l’ex Inter Marko Arnautovic al centro del mercato di Premier League (diverse offerte per lui, tra cui l’ultima da parte del Tottenham), con gli Hammers si trovano costretti a cercare sul mercato delle punte. Oltre alle offerte per Piatek, il Ds Husillos pare essere sulle tracce del attaccante della Roma Edin Dzeko, con i giallorossi non vorrebbero però far partire il bosniaco.

DAI GRANDI AI PICCOLI “NO”

Lo Shanghai SIPG è alla ricerca di una nome importante per l’attacco e il primo nome sulla lista è quello del croato Mario Mandzukic. Il giocatore ha però gentilmente declinato l’offerta, conscio di poter fare molto bene di ritorno dall’infortunio alla Juve. Il club cinese è ora sulle tracce del già citato Dzeko e di Diego Costa.

Per quanto riguarda il mercato delle “piccole”, il Frosinone, dopo un pessimo girone d’andata,  è alla ricerca di una nuova punta da affiancare al rifinitore Camillo Ciano, che non sta però dando garanzie come gli altri compagni di reparto. I nomi più cercati, quello di Paloschi e quello di Thereau, sembrano però essere sfumati in partenza. Per Tuttosport non ci sono le condizioni per una cambio di rotta nelle due trattative, il che significa che i ciociari dovranno cercarsi un’altra punta.

 

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Gilardino: “Abbiamo fatto una buona gara, Retegui bomber vero”

Pubblicato

:

Gilardino

Le parole di Alberto Gilardino dopo Genoa-Udinese, terminata 2-0. Grande soddisfazione per il tecnico rossoblu, che a DAZN esprime tutta la sua soddisfazione per la gara di oggi, lodando Retegui e, in generale, tutto il gruppo genoano.

PRESTAZIONE – “Sono felice per la prestazione, l’atteggiamento della squadra e sapevamo che non era una partita così semplice perché l’Udinese è una squadra strutturata. Abbiamo avuto la pazienza, la calma di riuscire a creare i presupposti per fargli male. Nella prima parte sembrava che stavamo addormentando la sfida ma stavamo scardinando la loro difesa, abbiamo preso parecchi calci d’angolo e poi l’abbiamo sbloccata. Abbiamo fatto una buona gara, abbiamo anche avuto il coraggio di andare a fare il secondo e per poco non facevamo anche il terzo“.

RETEGUI – “Se in queste condizioni fisiche e mentali è un giocatore forte, ha un margine di miglioramento importante. Vive da vero bomber l’area di rigore, ha margini di miglioramento nella manovra, nel primo passaggio ma dentro l’area di rigore sente la porta e deve solo continuare a lavorare ed avere fame di migliorarsi. Da qui alla fine deve essere un crescendo per lui“.

SODDISFAZIONI – “Sicuramente essere riusciti a creare questo legame forte con la nostre gente, merito dei ragazzi in campo. Credo di inculcare una mentalità alla squadra e la volontà di migliorarsi di ogni singolo giocatore. Li tengo tutti sul pezzo e tutti concentrati, ci penso giorno e notte perché ho giocatori importanti che spesso devo lasciare fuori e questo a volte non è semplice perché sono legato a loro non solo tecnicamente ma anche umanamente. Però lo devo fare per il bene della squadra, mi devo prendere queste responsabilità“.

SALVEZZA – “Ho detto ieri che ci servono 42 punti, dobbiamo fare uno step superiore e dobbiamo pensare a lavorare perché adesso arrivano partite come Inter, Monza e Juventus. Festeggiamo dopo questa vittoria, gli lascio qualche giorno libero però dobbiamo tenere sempre la mentalità alta e la voglia di superare ogni tipo di situazione con la perseveranza“.

Continua a leggere

Flash News

Balzaretti non ci sta: “Il gol di Lucca è un contrasto, così non si può giocare”

Pubblicato

:

Federico Balzaretti, Udinese - Serie A

In serata l’Udinese non è riuscita strappare punti al Ferraris contro il Genoa, che si è imposto 2-0. Dopo la gara il direttore sportivo dei bianconeri Federico Balzaretti è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare il match, ma anche l’episodio della rete annullata a Lucca.

LE PAROLE DI BALZARETTI

SUL GOL ANNULLATO A LUCCA – “È gol tutta la vita perché è un contrasto. Se questo non è gol non si può più giocare perché vanno tutti e due sul pallone e non è più calcio. Può aver toccato anche De Winter ma questo è il calcio e ci sono i contrasti, ci si tocca e ci si sfiora altrimenti va fischiato tutto. Anche a Napoli è stato dato un rigore per un tocco di Ebosele. Nelle altre nazioni ci ridono dietro, questo è un contrasto punto. Il VAR in Inghilterra interviene una volta a partita, qui tre”.

SULLA DINAMICA – “Nella dinamica vanno entrambi sul pallone. Bisognerebbe lasciar proseguire, perché altrimenti fischiamo 50 falli a partita. Rispetto le opinioni perché è un episodio borderline. Per me la dinamica di campo è molto importante e dal campo non sembrava fallo. Con la lente d’ingrandimento si vede tutto, ma questo è un contrasto e non ci può essere contrasto senza contatto. Oggi è molto difficile giocare in area di rigore, non si può, è sempre fallo”.

SULLA CLASSIFICA – “Noi dobbiamo salvarci, c’è da lavorare e stare in trincea. Lo sappiamo e non ci spaventa il fatto che dobbiamo lottare fino alla fine. Ora testa alla Salernitana, una gara da battaglia vera. Dobbiamo proseguire migliorando perché stiamo faticando nella reazione all’errore perché all’episodio negativo non riusciamo a reagire. Per salvarci serve la lotta continua e restare in partita. Dobbiamo migliorare su questo”.

Continua a leggere

Flash News

La doppietta di Luka Romero incanta, il Milan sorride: tra Almeria e Atletico Madrid è 2-2

Pubblicato

:

Luka Romero

Il gioiellino del Milan Luka Romero ha incantato nel sabato sera de La Liga. Nella gara del suo Almeria contro l’Atletico Madrid, l’argentino ha trovato la prima presenza da titolare, ma che certamente non sarà l’ultima. Il classe 2004, infatti, ha rimontato per due volte i Colchoneros con due reti stupende.

I ragazzi di Diego Simeone hanno trovato il vantaggio dopo appena 2 minuti di gioco con la rete di Angel Correa, ma, poco prima della mezz’ora, è salito in cattedra Romero che, dopo essersi liberato dalla marcatura di un paio di avversari, ha scagliato un sinistro imprendibile in fondo al sacco. La gara, poi, è scivolata all’intervallo sul risultato di 1-1.

Nella ripresa sono iniziate le sostituzioni e, al 57′, l’Atletico è riuscito a tornare in vantaggio con una vecchia conoscenza della Serie A, l’ex Udinese Rodrigo De Paul. Ma dopo appena 7 minuti Romero, per la seconda volta, ha ristabilito la parità dopo la penetrazione in area e un tocco delizioso a depositare il pallone sotto la traversa.

Nel finale è l’Almeria ad attaccare un Atletico stanco e demoralizzato, ma il pallone decisivo arriva prima sui piedi di Alvaro Morata che manda alto a tu per tu con Luis Maximiano e poi su quelli di Melero. Al triplice fischio è 2-2.

Le statistiche della sfida parlano di un predominio dei Colchoneros, ma quando scendono in campo calciatori con un bagaglio tecnico importante, come quello di Romero diventa tutto più complicato. Nel frattempo il Milan continua a ricevere segnali importanti dai vari calciatori in prestito. Oltre a Romero c’è anche De Ketelaere che, domani sera a San Siro, sarà l’osservato speciale.

Continua a leggere

Flash News

Pronostico Milan-Atalanta, statistiche e consigli per la partita

Pubblicato

:

I consigli del fantacalcio per la 26ª giornata

PRONOSTICO MILAN-ATALANTA, STATISTICHE E CONSIGLI PER LA PARTITA – Nel posticipo della 26′ giornata di Serie A a San Siro il Milan ospiterà l’Atalanta. È inutile rimarcare l’importanza della sfida che rappresenta un derby, ma anche uno snodo significativo per il campionato. I rossoneri devono ripartire in campionato dopo il brutto k.o di Monza. La Dea, invece, deve rispondere all’ottima vittoria del Bologna di venerdì in attesa del ritorno a San Siro mercoledì per affrontare l’Inter.

COME ARRIVA IL  MILAN

Dopo la disfatta di Monza, il Milan ha incassato anche la sconfitta senza conseguenze in casa del Rennes. Sicuramente per i ragazzi di Pioli non è il periodo migliore, ma dovranno essere bravi a resettare visto che l’Atalanta ha già inflitto due sconfitte ai Diavoli in questa stagione (l’ultima in Coppa Italia). Questo evento non accadeva dall’annata 2007-08, dunque, Pioli è pronto a schierare gli uomini migliori dopo le critiche per l’abbondante turnover delle scorse uscite.

COME ARRIVA L’ATALANTA

L’Atalanta arriva da 5 vittorie consecutive in campionato e certamente è una squadra in salute sia fisicamente che mentalmente. I nerazzurri saranno attesi da un tour de force importante tra gli scontri diretti in campionato e l’Europa League, che ha creato qualche malumore nell’ambiente. L’obiettivo quarto posto è alla portata, ma con questo Bologna non sarà permesso lasciare troppi punti lungo il cammino. Per questo Gasperini affronterà il Milan con gli uomini migliori, in particolare Charles De Ketelaere, osservato speciale.

STATISTICHE, CONSIGLI E PRONOSTICO

Oltre alla statistica dei risultati negli scontri diretti di questa stagione, la curiosità è dettata dal fatto che Milan e Atalanta sono le due squadre che hanno realizzato più reti con i subentrati. Per questo nella gara di domani sarà posta una grande attenzione alle alternative che i due allenatori potranno sfruttare a gara in corso.

Le quote dettate dai bookmakers mostrano un certo equilibrio. La vittoria del Milan è quotata intorno al 2.40, mentre quella della Dea varrà 2.90 la posta. Leggermente favoriti i rossoneri, ma non è da escludere il pareggio che, persistendo fino ad un certo punto della gara, potrebbe accontentare entrambe.

Inoltre, la pericolosità dei reparti avanzati di Milan e Atalanta è nota, ma, quella di domani, potrebbe non essere una gara da più di due reti complessive.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969