Connect with us

Flash News

Le ragioni del ritiro di Ranocchia: “Sentivo meno entusiasmo per il calcio”

Pubblicato

:

Nei giorni scorsi, Andrea Ranocchia ha annunciato l’addio al calcio giocato dopo aver rescisso il proprio contratto con il Monza. Il difensore italiano ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, dove parla del suo processo riabilitativo dopo la frattura del perone, fino alla decisione maturata di ritirarsi dal calcio giocato.

L’INTERVISTA DI RANOCCHIA

Queste le dichiarazioni di Andrea Ranocchia rilasciate oggi alla Gazzetta dello Sport:

Dopo l’annuncio del ritiro dal calcio giocato, come sta Andrea Ranocchia? 

“Benino. Diciamo ‘beninino’… Sono un po’ frastornato”.

Perché Ranocchia ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo?

“Non c’è stato un singolo episodio scatenante. Da aprile, complici anche una serie di questioni private, ho iniziato a sentire meno entusiasmo per il calcio. Io volevo giocare di più, ed è arrivato il Monza. Progetto serio, portato avanti da dirigenti che hanno già vinto, la possibilità di non cambiare casa anche ai figli e di far crescere i giovani. Ho accettato. Ma durante il ritiro ho faticato molto. Scoprire che quel fuoco per il calcio che mi ha acceso per 30 anni non tornava è stato tremendo”.

L’infortunio come motivo per smettere?

“Ha accelerato un processo già in atto. Tanto che non escludo che un crack così serio fosse collegato al fatto che la testa non girava più nel modo giusto. Galliani? Gli ho spiegato come mi sentivo e che non volevo prendere in giro me stesso, ma anche chi mi aveva dato fiducia. Lui è rimasto sorpreso, però ha capito e rispettato la mia decisione. Non certo perché rinunciavo ai soldi, di cui non voglio parlare anche per rispetto verso chi fatica ad arrivare a fine mese. Il momento più brutto in estate, quando ho capito che la luce non si riaccendeva più”.

 

Dalle parole rilasciate, si può intuire quanto Ranocchia negli ultimi mesi abbia sofferto molto nel non trovare le giuste motivazioni per continuare la sua carriera calcistica. L’infortunio per il difensore italiano è stata la mazzata finale nell’animo del calciatore, e ciò che ha portato poi a intraprendere la strada del ritiro. Resta comunque la grande umiltà e professionalità di Ranocchia, che ha deciso di rinunciare al suo contratto siglato con il Monza la scorsa estate, per non gravare sulle finanze della società.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio e dintorni

Lazio, Lotito non molla sullo Stadio Flaminio

Pubblicato

:

Lotito

Lotito, il Presidente della Lazio, è tornato a parlare della questione nuovo stadio della Lazio, il cosiddetto “Stadio Flaminio”. Intervenuto ai microfoni de Il Messaggero, di seguito le sue parole.

“SUL FLAMINIO NON INTENDO MOLLARE”

SUL PROGETTO: “Non ho mai mollato. Io ho agito in silenzio e senza fare proclami. Ho fatto rilievi e approfondimenti, senza subire i diktat di nessuno. Ho incontrato l’assessore Onorato e la Soprintendenza. A breve ci dovrebbe essere un incontro congiunto in Campidoglio per capire se la capienza può arrivare a 45mila. Ci sono dei vincoli, ma io il progetto ce l’ho chiaro”.

Continua a leggere

Calciomercato

Calciomercato, Sampdoria e Verona pensano a più scambi: tutti i nomi

Pubblicato

:

Caputo

Il mercato invernale si appresta ad arrivare, e anche le squadre di Serie A pensano ai migliori investimenti da compiere. Come riporta questa mattina Gianluca Di Marzio, Sampdoria e Verona avrebbero in mente più scambi da effettuare. Vediamo nel dettaglio di chi si tratta.

PARTNERSHIP SAMPDORIA-VERONA

Anche Stankovic l’aveva detto, ovvero che c’era bisogno di rinnovare la rosa blucerchiata, e che giocatori un tempo intoccabili ora non lo sono più. Sampdoria e Verona starebbero pensando a molteplici scambi: agli scaligeri non dispiacerebbero Caputo, Ferrari e Colley. Per il reparto difensivo in primis ci sarebbe Ferrari, dati i costi alti di Colley. Per la Doria invece interesse per Lasagna ed Henry: l’operazione per il primo al momento sembrerebbe complicata, quindi si virerebbe sull’ex attaccante del Venezia.

Continua a leggere

Flash News

Juventus, il pensiero di Cobolli Gigli: “Elkann ha tolto potere ad Agnelli! Stimo Ferrero”

Pubblicato

:

Juventus

Questa mattina, tramite un comunicato ufficiale di Exor è stato annunciato il nuovo presidente della Juventus: Gianluca Ferrero. Inizio di una nuova era per la società bianconera, dopo 12 anni di gestione Andrea Agnelli. 

Giovanni Cobolli Gigli è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb, per espriremere il suo parere sulla vicenda:

“Le vicende di ieri si uniscono alle vicende di oggi. Pensavo che il CdA si fosse dimesso per prendere posizione contro la Procura, invece non risulta così. John Elkann ha tolto potere ad Agnelli e lo ha dato a chi ha la sua fiducia. Ferrero è una persona che conosco e che stimo, ma in generale a me quello che succede nel CdA interessa relativamente.

Per me conta quello che potrebbe accadere alla squadra. La Juventus aveva iniziato male e stava iniziando a riprendere, con partite giocate in maniera accettabile prima della sosta per il Mondiale. Auspicavamo noi tifosi in una ripresa migliore, grazie anche al rientro degli infortunati. Questa è la mia preoccupazione vera, ovvero che il tumulto si riverberi in modo negativo sull’allenatore, che però ha esperienza, e principalmente sui giocatori. Non vorrei che si distraessero su questi fatti e non si concentrassero per proseguire sulla strada che avevano intrapreso, che li porterebbe sicuramente quantomeno alla qualificazione in Champions League. I giocatori vanno difesi e mi auguro che Ferrero metta nel CdA persone che capiscono di calcio di comprovata fede juventina. Non faccio nomi, ma penso di essere stato abbastanza chiaro“.

Continua a leggere

Calciomercato

Bennacer cambia agente: saluta Sissoko e passa a Enzo Raiola!

Pubblicato

:

Ramadan

Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Calciomercato.comIsmael Bennacer avrebbe interrotto il rapporto di collaborazione con il suo storico agente Moussa Sissoko per passare alla scuderia di Enzo Raiola.

Il centrocampista algerino, che ormai da un paio di stagioni è diventato uno dei perni dell’undici titolare di mister Stefano Pioli, è da tempo in trattativa con il club per il rinnovo di contratto, ma ancora non si è giunti ad un’intesa tra le parti. Con questo avvicendamento, però, gli scenari potrebbero cambiare, anche se non è chiaro se in positivo o in negativo.

Giunto a Milano nell’estate del 2019, con la maglia rossonera Ismael Bennacer vanta ben 127 presenze tra Serie ACoppa Italia e le varie competizioni europee4 sono le reti messe a segno e 7 gli assist.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969