Connect with us

Flash News

L’ex Toro Comotto parla della sfida con l’Empoli

Pubblicato

:

juric

Gianluca Comotto ha vestito la maglia del Torino ben 4 volte nella sua carriera. Non ha mai negato pubblicamente il forte rapporto con l’ambiente granata piuttosto che con le altre squadre. Tra le tante, ha giocato anche con la Fiorentina, in cui tra il 2008 e il 2011 ha collezionato 74 presenze instaurando anche qui un buon legame con la tifoseria viola.

Il presidente del Torino Urbano Cairo, associa il nome di Comotto in una delle partite più importanti della sua carriera come presidente: Torino-Empoli. Questa gara, disputatosi il 3 dicembre 2006, è conosciuta alla storia come quella del Centenario del Torino (Fondato il 3 dicembre 1906 nella birreria Voigt di via Pietro Micca, dove lo juventino Alfred Dick, in contrasto con la società bianconera propose ad alcuni colleghi di fondare una nuova società). Per la tradizione era molto importante vincere quella partita, ma era ferma sul risultato di 0-0 al minuto 88. Comotto, che in 10 anni di carriera aveva segnato solo 12 goal, si è accentrato pericolosamente per poi tirare un siluro con il sinistro, piede debole del calciatore. Un goal da fuoriclasse assoluto, con lo stadio esploso come poche volte negli ultimi anni: è stata una gioia incredibile per i tifosi.

Domenica ore 12:30 andrà in scena Torino-Empoli, e Tuttosport ha parlato della sfida con Comotto:

Comotto, per lei la partita di domani non sarà mai banale. Il marchio su uno dei goal più iconici della storia granata è suo. Quali sensazioni le evoca quel ricordo?

Ricordo quel giorno come se fosse ieri, è una ricorrenza che non scorderò mai e che mi ha portato una gioia incredibile. Sentivamo l’importanza di quel match, di un ambiente che si era compattato intorno alla squadra nel giorno del centenario, una data storica per una società come il Toro. L’attimo indimenticabile è il momento in cui ho colpito il pallone che è finito in rete: era destino che quel pallone sarebbe entrato, me ne resi conto subito“.

Le ultime settimane sono state povere di risultati, ma soprattutto di prestazioni. Si è dato una spiegazione?

Non drammatizzerei, anche perchè le ultime sconfitte in ordine di tempo sono arrivate contro Inter, Sassuolo e Napoli. Le prove altalenanti ci possono stare in una fase di assestamento come questa, ma ci sono buoni motivi per essere ottimisti in vista del futuro“.

Contro l’Empoli guai a pensare al derby di sabato prossimo

Indubbiamente, in questo senso dovrà essere fondamentale il lavoro di Juric: la partita più importante è sempre la prima che arriva, mai quella dopo. Ma lui è un martello: sono sicuro che abbia preparato tutto nei minimi dettagli“.

Peserà l’assenza di Juric domani?

No, in partita non pesa mai così tanto per un allenatore. Sono sicuro che la sua assenza abbia influito nel periodo in cui Juric aveva la polmonite: perdere l’allenatore durante la settimana non è semplice, ma il Toro ha saputo superare anche quel momento. E ora sono certo che tornerà a vincere: a questa squadra non manca nulla per migliorare il rendimento dello scorso campionato“.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

La Salernitana pensa a Djuricic: Nicola lo vorrebbe subito

Pubblicato

:

Djuricic

Davide Nicola vorrebbe portare Filip Djuricic, suo vecchio pallino, alla Salernitana nella finestra invernale di calciomercato.

Il serbo è stato acquistato in estate dalla Sampdoria a parametro zero, ma non è riuscito mai ad imporsi nonostante il cambio di allenatore.

A riportare la notizia è Il Mattino nell’edizione odierna, specificando che il tecnico dei campani avrebbe chiesto alla propria dirigenza di chiudere questo arrivo nei primi giorni di mercato, con lo scopo di avere Djuricic a disposizione per la partita contro il Milan, in programma il prossimo 4 gennaio.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Marchetti durissimo su Blessin: “Sei l’allenatore più povero e falso che abbia avuto!”

Pubblicato

:

Dopo la dolorosa retrocessione in Serie B il Genoa aveva deciso di confermare Blessin come allenatore. Tuttavia quest’ultimo è stato appena esonerato per lasciar per ora spazio a Gilardino.

Nelle ultime ore l’ultimo post su Instagram di Blessin ha ricevuto più di 300 commenti di saluti da parte dei tifosi della sua ormai ex-squadra.

A far scalpore però sono state le parole di Federico Marchetti, che ha lasciato Genoa nello scorso giugno.

Queste le fredde e dure parole del portiere nei confronti di Blessin:

Sei il manager più povero, falso e presuntuoso che abbia avuto nella mia lunga carriera. Avete preso in giro tutti i genoani dal giorno , avete relegato una squadra che si sarebbe potuta salvare con le vostre ridicole idee calcistiche. Ora che sei finalmente a casa fatti un bagno di umiltà e vedi Davide Nicola e cerca di imparare da lui“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Germania conferma Flick: lo annuncia il presidente della DFB

Pubblicato

:

Germania

La Germania conferma Hans-Dieter Flick come commissario tecnico della nazionale dopo l’eliminazione ai gironi nel Mondiale in Qatar. Lo ha annunciato il presidente della DFB Bernd Neuendorf al termine di una riunione avvenuta oggi, queste le sue parole:

“Siamo tutti convinti che il Campionato Europeo 2024 nel nostro paese rappresenti una grande opportunità per il calcio in Germania. Il nostro obiettivo è trasformare questo torneo in un successo sportivo. Abbiamo piena fiducia in Hansi Flick che dominerà questa sfida insieme al suo team. Per quanto riguarda il successore di Oliver Bierhoff, abbiamo concordato che discuteremo prima la struttura futura di quest’area di responsabilità all’interno della DFB e poi prenderemo una decisione”.

Ricordiamo che Bierhoff ha rassegnato le dimissioni da amministratore delegato della nazionale tedesca dopo l’eliminazione ai giorni nel Mondiale. L’ex attaccante era in carica da 18 anni e il suo contratto sarebbe scaduto al termine dell’Europeo del 2024.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Bologna guarda in casa Hellas: spunta il nome di Lazovic

Pubblicato

:

Dove vedere Atalanta-Verona

Il Bologna dopo un inizio tentennante in campionato si è ripreso con Thiago Motta in panchina, e ora la squadra pensa a rinforzarsi sul mercato in vista dell’inizio della Serie A.

Tuttavia, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, rossoblu vogliono l’esterno dell’Hellas Verona Darko Lazovic, uno dei giocatori chiave per i gialloblu.

Ricordiamo che il laterale è passato dal Genoa per approdare in terra veronese, dove si è consacrato esprimendo varie stagioni ad ottimo livello con tanta corsa e qualità.

D’altro canto la squadra di Thiago Motta ha anche delle alternative al suddetto giocatore, parliamo di: Skoras in forza al Lech Poznan e di Jorgensen del Silkeborg.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969