La Ligue 1, giunta alla quindicesima giornata, riprende da dove aveva lasciato: dalla lotta Paris Saint-GermainMarsiglia che, per cause di forze maggiore, ha temporaneamente permesso ai secondi di portarsi a soli cinque punti di distacco.

È proprio il Marsiglia ad aprire le danze nell’anticipo del Venerdì contro il Brest: i bretoni arrivano al Vélodrome per difendere un pareggio e ci riescono, pur senza pungere, per 56 minuti. Il Marsiglia domina, gestisce la palla, ha voglia di recuperarla con tempismo ma manca sempre dell’ultimo tocco, sin quando Dimitri Payet, in serata di grazia, rompe le linee con un filtrante rasoterra e permette a Bouna Sarr di sbloccare la contesa su gran finta di corpo di Benedetto. Gli uomini di Villas Boas, rilassati dal raggiungimento dell’obiettivo, concedono un sanguinoso uno-due al limite dell’area permettendo al giovane Irvin Cardona di pareggiare la contesa a due minuti dalla fine. La tenuta mentale di questo Marsiglia, e dell’ex Roma Nemanja Radonjic, è però ben altra cosa rispetto al passato: il serbo parte coast to coast verso la porta e mette dentro di destro, a giro, all’incrocio dei pali, facendo ricredere tutta una città che dopo esser stato considerato un oggetto misterioso. Secondo gol consecutivo e conferma del posto di “Dauphin” per un OM che, se trova conferme al di fuori dei titolari, può davvero ambire ad un posto in Champions.

Victor Osimhen celebra il suo gol contro il Digione. Il Lille presentava la sua nuova livrea, in edizione speciale, tributo ai 75 anni della fondazione del club.
Fonte: Ligue 1 Conforama Facebook

Con il PSG fermo per intemperie a causa delle forti piogge che hanno colpito il Principato di Monaco (Monaco-PSG), oltre al Marsiglia ne approfitta il Montpellier, che sfrutta la crisi d’indentità dell’Amiens per imporsi sonoramente (4-2) a La Mosson, ed il Nantes, che batte 2-1 il Tolosa. Cade l’Angers a Nizza sotto i colpi di Myziane Maolida, 3-1, mentre si annullano Reims e Bordeaux (1-1). Tra le big, riprendono terreno Lione e Lille: la squadra di Rudi Garcia si impone in uno stadio difficile come La Meinau, contro lo Strasburgo (1-2), mentre il LOSC, pur essendo ancora in crisi di gol, ha la meglio del Digione con un rigore di Victor Osimhen, salvatore della patria in terra nordica. La sfida delle eliminate di Europa League, Rennes e Saint-Étienne, vede i bretoni trionfare 2-1, mentre serve a poco il pareggio tra Nîmes e Metz in fondo alla classifica (1-1).

La Ligue 1 torna in campo già domani con il turno infrasettimanale, con due scontri decisivi per i piani alti della classifica, Angers-Marsiglia e Lione-Lille. Il Paris Saint-Germain ospiterà invece il Nantes.

CLASSIFICA

Fonte: lfp.fr