Connect with us

Generico

L’importante silenziosità di Piotr Zieliński

Pubblicato

:

Quando si sente parlare di Piotr Zieliński si tende spesso ad etichettarlo come un centrocampista “normale”, sottovalutando le sue caratteristiche tecniche, che rendono il polacco un centrocampista moderno.

PRIMA SARRI, POI ANCELOTTI

Zieliński è sbarcato in Italia grazie all’Udinese, ma è esploso ad Empoli, quando sulla sua strada ha trovato Maurizio Sarri. In Toscana il polacco ha giocato 2 stagioni di alto livello, dimostrando le sue abilità in zona gol o nell’ultimo passaggio. Sarri poi si è trasferito a Napoli e si è portato con sé Zieliński.

Nel 4-3-3 del tecnico toscano il polacco era praticamente un dodicesimo uomo: ha giocato sia come mezz’ala che come esterno d’attacco in entrambe le fasce, ma spesso partiva dalla panchina. La sua duttilità lo ha aiutato anche questa estate, quando a Napoli è arrivato Ancelotti. Il tecnico ex-Milan ha scelto un 4-4-2 come sistema di gioco di base, dopo aver utilizzato il 4-3-3 nelle prime giornate. Zieliński, in zona gol, ha dato il meglio di sé proprio nelle prime giornate, quando partiva come mezz’ala sinistra, con Hamsik in posizione centrale e Allan sulla destra.

Il primo, dei due gol, che ha messo a segno Zielinski contro il Milan: aspetta il momento giusto per il passaggio di Insigne e poi con un sinistro rasoterra batte Donnarumma. Importante soffermarsi, però, su come il polacco lasci scorrere la palla per prepararsi al tiro. Tutta l’intelligenza di Zielinski.

Il Napoli ha iniziato a carburare grazie alla svolta di Ancelotti, che ha avvicinato Insigne alla porta in posizione centrale, mentre Callejon è stato sacrificato con una posizione più arretrata volta ai compiti difensivi. Zieliński, in questo sistema di gioco, parte largo a sinistra, giocando praticamente come “finto esterno”. L’ampiezza viene garantita dal terzino sinistro, mentre il polacco ha il compito di entrare dentro il campo per dialogare con i compagni.

Allan effettua il passaggio e taglia le linee, disordinate, della Fiorentina. Zielinski è così libero di ricevere e puntare verso la porta, con Mario Rui che dà ampiezza.

Dopo alcune giornate il Napoli ha effettuato un altro cambiamento, con l’inserimento tra i titolari di Fabián Ruiz. Lo spagnolo, nel momento del bisogno, è riuscito ad essere presente in zona gol, garantendo più imprevedibilità in fase offensiva. Ruiz ha preso inizialmente il ruolo di Zieliński, costringendo il polacco a scalare in mezzo al campo oppure a qualche panchina.

Difficilmente, però, Ancelotti ha rinunciato a Zieliński dal 1’: in Serie A il polacco, in queste 24 giornate, per 21 volte è partito dall’inizio. Un segnale chiaro, forte, che dimostra quanto Ancelotti punti su di lui.

Zieliński calcia in porta 2.45 volte ogni 90 minuti e riesce a produrre 1.96 passaggi chiave a partita. Analizzando questi dati, e confrontandoli con quelli degli altri giocatori offensivi del Napoli, emerge che il polacco è quello, tra i giocatori offensivi, che produce meno passaggi chiave a partita, solo Milik (con 1.12) ne produce di meno. Questo ci fa capire che Ancelotti vuole uno Zieliński presente più in fase di non possesso, che aiuti la squadra. Quando il polacco si spinge verso la trequarti perde lucidità.

IL PRESENTE

Il Napoli, causa mercato, ha perso Marek Hamsik, volato in direzione Cina. Ancelotti, nelle ultime 2 partite di campionato, ha dovuto quindi apportare un altro cambiamento all’undici iniziale. Zieliński è stato collocato di nuovo sulla sinistra, con Fabián Ruiz che è scalato in mezzo al campo prendendo il posto di Hamsik.

Zielinski si muove bene nell’half space sinistro, Insigne con un’invenzione lo serve perfettamente. Il polacco serve con un passaggio di petto Mertens, ma Lafont gli sbarra la strada. Da notare anche la posizione di Ruiz, che rimane al limite dell’area per sfruttare un eventuale ribattuta della difesa.

Questo esperimento non ha dato i risultati sperati, perché contro Fiorentina e Torino sono arrivati due pareggi per zero a zero. In queste due partite, però, è emersa la difficoltà del Napoli in zona gol: contro la Fiorentina gli azzurri hanno prodotto 3 Expected Goals, mentre contro il Toro 2.08 xG, secondo il modello di Understat.Le occasioni, quindi, sono arrivate, ma i partenopei non sono riusciti a concretizzarle al meglio.

Ancora una volta è Insigne che fa partire un’azione pericolosa, servendo in profondità Callejon. L’esterno spagnolo arriva sul fondo, mette la palla al limite dell’area dove arriva Zielinski, lasciato libero dalla difesa viola. Il destro del polacco viene respinto con una bella parata da Lafont. Ma ancora una volta il Napoli si rende pericoloso quando Zielinski attacca la porta.

Nelle prossime giornate il Napoli dovrà cambiare marcia, altrimenti la Juventus allungherà ancora di più il vantaggio che ha già accumulato e chiuderà il campionato a marzo.

Se Ancelotti continuerà ad utilizzare questa disposizione tattica, con Ruiz in mezzo al campo e Zieliński sulla sinistra, nelle prossime partite il polacco sarà obbligato a tornare ad incidere. Un giocatore tecnico come lui può e deve fare di più. Una possibile svolta, per il Napoli, passa anche dai piedi e dall’importanza di Piotr Zieliński.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Generico

L’Inter lascia l’ultima parola a Skriniar, sul rinnovo stop a rilanci

Pubblicato

:

Skriniar

A Milano sponda nerazzurra tiene banco la vicenda Milan Skriniar, il difensore e il suo rinnovo sono diventati una telenovela che la dirigenza si porta avanti da tempo. Vicenda vicina al punto finale, l’Inter difatti non rilancerà più, ora passa tutto per il difensore slovacco.

LE ULTIME SUL RINNOVO

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, il giocatore ha chiesto tempo per schiarirsi le idee, l’Inter però ha rafforzato la sua decisione e non si muoverà più dalla offerta già fatta pervenire qualche settimana fa. La dirigenza nerazzurra ritiene che non ci siano più margini per muoversi sui bonus, la parte fissa di stipendio è di 6 mln di euro. Si attende la risposta di Skriniar, non è del tutto scongiurato il rischio di perdere a zero il difensore, che potrebbe anche accettare la proposta dell’Inter.

Continua a leggere

Flash News

Bellingham su Rashford: “Felice per lui, dobbiamo continuare così”

Pubblicato

:

Inghilterra

Dopo la vittoria sul Galles per 3-0 Jude Bellingham è stato intervistato ai microfoni della Bbc, il centrocampista ha espresso la sua felicità per la prestazione di Marcus Rashford e per la sua prima doppietta in Nazionale: “Sono molto felice per Rashford, in partite così la pressione è alta anche per battere una punizione, ma lui l’ha calciata in modo fantastico. Lui è un grande giocatore, quando punta l’uomo mette sempre in difficoltà la difesa avversaria. Come altri giocatori che abbiamo in attacco lui fa la differenza, questa sera ci ha messo in un’ottima situazione ed ha meritato il premio come man of the match“.

Il Mondiale dell’Inghilterra proseguirà contro il Senegal agli ottavi di finale, gli africani non sono gli stessi senza Sadio Manè e l’Inghilterra partirà sicuramente favorita, ma Koulibaly e i suoi Leoni d’Africa venderanno cara la pelle.

Continua a leggere

Flash News

De Zerbi sul calcio inglese: “In Inghilterra c’è più voglia di attaccare”

Pubblicato

:

Skakthar, parla De Zerbi a Sportitalia

Roberto De Zerbi, allenatore del Brighton è intervenuto su Rai Sport ospite della trasmissione “Il Circolo dei Mondiali” anche e soprattutto per parlare dell’esperienza che sta vivendo in Inghilterra: “Quello inglese è un calcio un po’ diverso rispetto a quello italiano, in alcune cose è meglio e in altre peggio. Di sicuro la passione che c’è negli stadi, sia nel nostro che negli altri, è maggiore rispetto a quella che c’è oggi in Italia. I calciatori vivono le partite con meno pressione, c’è più gusto nel giocare e c’è tanta voglia di attaccare, in questo c’è un po’ differenza tra noi e loro”.

Dopo un inizio non buono la squadra di De Zerbi si è ripresa e al momento occupa la settima posizione in classifica.

Il tecnico ex Shaktar e Sassuolo sta portando e adattando la sua filosofia al metodo inglese e del Brighton, in un periodo non molto lontano potremmo ammirare De Zerbi come uno degli allenatori migliori in Europa e come eccellenza italiana.

Continua a leggere

Flash News

Stephanie Frappart dirigerà Costa Rica-Germania: prima arbitro donna nella storia dei Mondiali

Pubblicato

:

Tunisia-Australia

Costa Rica-Germania passerà alla storia già prima di essere giocata. La partita, che sarà valida per la terza giornata del girone E della Coppa del Mondo in Qatar, sarà infatti la prima ad essere arbitrata da una donna: Stephanie Frappart.

ASCESA FULMINEA

Per la 38enne francese ,Qatar 2022 è solo l’ultimo di un importante traguardo. Dopo aver diretto varie finali in territorio transalpino, Frappart è stata nel 2020 anche il primo arbitro donna designata per una partita di Champions League.

La Frappart aveva in realtà già debuttato in questa edizione della Coppa, come quarto ufficiale di gara in Messico-Polonia e adesso per la francese si prospetta un altro passo importante, che non sarà di certo l’ultimo.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969