Dove trovarci

L’Inter sbanca il Mapei in una partita spettacolare

Al Mapei Stadium va in scena l’anticipo delle 12:30 di questa domenica calcistica. Il Sassuolo ospita l’Inter, ferita dall’ultima sconfitta rimediata contro la Juventus e vogliosa di tornare subito alla vittoria. Per i neroverdi, invece, è la prima partita senza Giorgio Squinzi, scomparso lo scorso 2 ottobre. Gli uomini di De Zerbi vogliono invertire il trend negativo delle ultime due giornate, che li ha visti battuti per due volte consecutive: Parma prima e Atalanta poi. I nerazzurri devono fare a meno di SensiD’Ambrosio Sánchez. Il Sassuolo, invece, schiera dal primo minuto Tripaldelli Traorè, con Defrel lasciato in panchina e con Chiricheș Ferrari fuori per problemi muscolari.

PRIMO TEMPO

La partita inizia e l’Inter parte subito forte, dopo soli 30 secondi conquista un calcio d’angolo, realizzando poi al 2′ il gol del vantaggio. Lautaro Martínez con una stoccata di destro, dopo aver ricevuto in area da Brozović, buca Consigli centrando l’angolo lontano. Terzo gol di fila per l’argentino, a testimoniare il grande periodo di forma che sta vivendo. I nerazzurri non accennano a fermarsi ed è ancora il Toro che al 13′ si divora il gol del doppio vantaggio. Gol sbagliato, gol subito: una delle più famose leggi, non scritte, del calcio si abbatte sull’Inter. Al 16′, infatti, è Berardi a riportare la gara in pareggio con un grande tiro da posizione defilata, trovando l’angolino basso dove Handanovič non arriva. Rete dedicata a Giorgio Squinzi. La partita, dopo il gol, si fa più equilibrata con il Sassuolo che prova ad affondare sulla sinistra, zona di campo dove l’Inter soffre di più, e con i nerazzurri che tentano di costruire azioni tramite il possesso palla. Al 26′ viene annullato un gol sempre al solito Lautaro, che insacca Consigli. Tuttavia, un precedente fallo di Lukaku vanifica quanto fatto dall’argentino. La stessa sorte tocca al Sassuolo, al quale viene annullato un gol di Caputo, che però si trovava in posizione irregolare. Passa qualche minuto e i nerazzurri iniziano di nuovo a crescere, con Lukaku, fino a quel momento un po’ in ombra, che entra alla grande in partita. Al 38′, infatti, è proprio il belga a portare di nuovo in vantaggio i suoi. Tutto facile per l’attaccante, che, in area, si gira indisturbato e conclude in rete. Dopo pochi minuti è ancora l’Inter ad incidere: al 43′ sempre Lautaro, protagonista assoluto della partita, si procura un rigore grazie ad un fallo subito da Marlon. Dal dischetto si presenta ancora una volta Lukaku che non sbaglia e porta i suoi sull’1-3. Un primo tempo iniziato e finito molto bene dall’Inter, con il Sassuolo che è stato sempre in partita. Tuttavia, la poca organizzazione difensiva e la grande sofferenza fisica dei due centrali neroverdi ha permesso all’Inter di essere in vantaggio.

SECONDO TEMPO

Secondo tempo che inizia come il primo: partenza forte dell’Inter con uno scatenato Lautaro che subito impegna Consigli che devia con i pugni. Nonostante ciò, però, è anche il Sassuolo a farsi pericoloso da calcio piazzato. Da punizione va Berardi, la palla rimbalza, arriva a Caputo che di destro tira, ma la palla finisce di poco al fianco di Handanovič, rimasto immobile. Tuttavia, è ancora l’Inter a segnare, di nuovo su rigore: fallo netto di Muldur in netto ritardo su Barella. Dal dischetto va il Toro che trasforma il rigore e sigla il quarto gol nerazzurro. La partita può sembrare chiusa, ma non è così: il Sassuolo risponde subito alla rete dell’Inter con un gol del neo-entrato Djuricic, che ha sfruttato una palla persa da un altro subentrato, Lazaro, al debutto in Serie A, permettendo ai neroverdi di accorciare le distanze. L’Inter sembra aver accusato il colpo con il Sassuolo che prende campo e crea problemi alla retroguardia nerazzurra. Infatti, sono proprio gli emiliani a segnare ancora e ad accorciare ulteriormente le distanze: Boga con un grande strappo entra tra le linee della difesa nerazzurra, ne salta tre, conclude in porta e batte Handanovič. 3-4 e Inter che non riesce a reagire, con il Sassuolo che continua ad attaccare, alla ricerca del pareggio. Tuttavia, l’Inter riesce a resistere agli ultimi attacchi del Sassuolo e porta a casa una vittoria che sembrava cosa fatta dopo il 4-1, ma che si è trasformata in sofferenza pura negli ultimi minuti.

Tre punti, quindi, per gli uomini di Conte, ma onore anche al Sassuolo che non è mai uscito dalla partita, anche quando sembrava finita. Note positive sicuramente gli attaccanti, ma occhio alle difficoltà di Lazaro e Bastoni, non ancora del tutto pronti all’impatto con la Serie A. Nel Sassuolo bene il settore offensivo, in difficoltà invece la difesa, che ha avuto troppe difficoltà ad arginare la fisicità e la rapidità dell’attacco nerazzurro.

Fonte immagine di copertina: profilo ufficiale Twitter dell’Inter

 

 

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News