Connect with us
Lionel Messi rinnoverà con il Barcellona fino al 2023

Calcio Internazionale

Lionel Messi rinnoverà con il Barcellona fino al 2023

Pubblicato

:

La bomba delle bombe arriva direttamente dalla Spagna. Ed è di quelle che raramente passano inosservate. Lionel Messi rinnoverà con il Barcelona per altri due anni. L’annuncio è arrivato proprio oggi, nel giorno del suo 34esimo compleanno.

El Chiringuito fa sapere che Lionel Messi ha trovato l’accordo con il presidente Laporta e che, ad ora, mancano solo le firme su un contratto che legherà La Pulce ai colori blaugrana fino al 2023. Arriva, dunque, al termine la telenovela di mercato più bollente degli ultimi 12 mesi. Nell’estate del 2020 Messi era in aperta rottura con il Barcelona e avrebbe potuto lasciare, insieme ai suoi compagni Suárez e Rakitić.

Ad un anno di distanza i rapporti sembrano essere ricuciti.

Lionel Messi

Fonte foto: repubblica.it

MÁS QUE UN FUTBOLISTA

Quando si parla di Lionel Messi, si parla di un’icona a livello mondiale. Si parla del giocatore che ha catalizzato, insieme alla sua “nemesi” Cristiano Ronaldo, il calcio del III millennio e che padroneggia in Europa da ormai più di 15 anni. Mai nessuno ha avuto una tale continuità di rendimento.

Esordisce con la maglia blaugrana, l’unica che abbia mai indossato, escludendo quella della sua Argentina, nel 2004. L’occasione fu la vittoria contro l’Espanyol, quando aveva 17 anni, 3 mesi e 22 giorni. A quei tempi, probabilmente, era ancora “solo una promessa“; il giovane della Masia dal fisico mingherlino, che potrebbe esplodere, ma anche farsi sovrastare dalla fisicità del calcio europeo.

La storia dirà che sarà molto di più di un calciatore, in accordo con il motto del suo Barcelona: “Més que un club“.

DIAMO I NUMERI…

Dal 2004 ad oggi, i numeri di Lionel Messi parlano per lui.

Con il Barcelona quasi 700 gol all’attivo in più di 770 presenze.

Lionel Messi

Fonte foto: Calcio e Finanza

Ne La Liga ha messo a segno 474 reti e 217 assist in 520 gettoni, per un totale di più di 42mila minuti giocati. 10 volte campione di Spagna. 9 volte miglior giocatore del campionato. 8 volte pichichi, di cui 6 Scarpa D’Oro, toccherà il picco dei 50 gol nella stagione 2011/12 (in totale nell’anno solare 2012 ne farà 91, record assoluto per il diez argentino!).

70 segnature in 100 presenze in Copa del Rey. Numeri che hanno prodotto ben 7 trionfi.

8 volteSupercampione di Spagna, di cui è capocannoniere assoluto.

158 presenze e 128 gol in UEFA Chamapions League. 4 vittorie (il Barcelona nella sua storia ne ha 5). É stato il re dei marcatori per ben 6 volte, raggiungendo anche qui l’apice nella stagione 2011/12 con 14 gol in 11 presenze. 7 volte nella squadra della stagione. Poi 3 Supercoppe UEFA e 3 Mondiali per Club.

Con l’Argentina ha timbrato il cartellino 147 volte, segnando 73 reti. Tali dati, però, non hanno portato ad affermazioni internazionali. Finora gli unici due trionfi in maglia albiceleste sono stati l’oro Olimpico a Pechino 2008 e il Mondiale Under-20 del 2005.

Dulcis in fundo, 6 Palloni d’oro, 6 Scarpe d’oro, 12 volte calciatore argentino dell’anno.

Più una miriade di premi come miglior giocatore delle competizioni che ha disputato, su tutte il Mondiale 2014 e la Copa América 2015, entrambe perse in finale.

Statistiche di qualcuno che è ben più che un calciatore, ben più che un simbolo. Queste sono statistiche di chi è già una leggenda!

RECORD SU RECORD

Ovviamente la sua grandezza non finisce ai numeri.

 

Fonte foto: SKY Sports

Maggior numero di gol con la stessa squadra di club: 671 con il Barcelona, finora.

Giocatore con più Palloni d’oro, 6, e unico a vincerne 4 di seguito (2009-10-11-12). Unico giocatore con 6 Scarpe D’oro, come abbiamo detto. Unico anche ad averla vinta 3 volte di seguito (2017-18-19).

La sua grandezza sta anche nelle piccole cose: è l’unico giocatore ad aver realizzato almeno una rete ne LaLiga per almeno 16 stagioni consecutive.

Lionel Messi

Fonte foto: Wikipedia Lionel Messi

Maggior numero di triplette in Champions League (8, pari merito con CR7). Più triplette in una stagione (10, nel 2011/12). Unico calciatore ad aver segnato 5 reti in una partita della fase a eliminazione diretta della coppa dalle grandi orecchie (Barcellona-Bayer Leverkusen 7-1, 2012).

Verrà ricordato anche per essere il solo calciatore ad aver vinto nello stesso anno il Pallone d’oro di France Football, il FIFA World Player of the Year, il titolo di Pichichi e la Scarpa d’oro (2009); a tutto ciò va aggiunto anche il fatto di aver segnato almeno 40 reti per 10 stagioni consecutive.

Nel Clásico è capocannoniere e giocatore blaugrana con più presenze.

Con l’Argentina è capocannoniere, oltre ad essere il più giovane a: scendere in campo e segnare in un Mondiale e indossare la fascia di capitano.

MESSI E IL BARÇA? NO, MESSI É IL BARÇA

Il matrimonio tra Lionel Messi e il Barcelona, dunque proseguirà fino al 2023, quando Messi avrà 36 anni e avrà disputato il suo quinto mondiale, nel 2022 in Qatar. Una volta arrivati a quel punto, toccherà decidere il da farsi sul futuro della Pulce. Ma con una consapevolezza chiara: che dal 2004 non esiste un Barcelona senza Lionel Messi.

Il momento del divorzio arriverà. Nessuno è eterno.

Ma negli occhi di tutti gli sportivi mondiali, Messi resterà per sempre il numero 10 del Barcelona. E sarebbe giusto che la sua carriera finisca in questo modo.

Fonte foto in evidenza: repubblica.it

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

[VIDEO] – Bruttissimo fallo di IShowSpeed sull’ex Milan Kakà

Pubblicato

:

Kakà

Scene da rimanere attoniti in arrivo dal Qatar, con protagonista in negativo IShowSpeed. Lo streamer americano ha preso parte a una partita di beneficienza insieme a tanti campioni e personaggi illustri del mondo del web. L’evento ha preso il nome di “Match for Hope“, il cui obiettivo è quello di raccogliere fondi per bambini che non hanno accesso a scuole e all’educazione. Tra i calciatori che hanno preso parte alla partita troviamo due vincitori della Coppa del Mondo come Roberto Carlos e David Villa, le leggende del Chelsea Hazard e Drogba, e per chiudere, il Pallone d’Oro del 2007 Ricardo Kakà.

ISHOWSPEED ENTRA MALISSIMO SU KAKA – IL VIDEO DEL TACKLE

Minuto 27 del primo tempo, la palla rotola tra i piedi di Kakà, che la porta avanti molto lentamente verso la trequarti avversaria. IShowSpeed prende la rincorsa dalla metà del cerchio di centrocampo opposta rispetto quella da dove era passata la palla qualche istante prima, raggiugendo velocemente la posizione dell’ex 22 del Milan. A quel punto lo streamer si esibisce in una scivolata completamente sulla gamba di Kakà, che carambola a terra per fortuna senza conseguenze.

Divenuto famoso per la sua ossessione per Cristiano Ronaldo, IShowSpeed ha disputato la partita con la 7, il numero della leggenda portoghese. Certo che il gesto molto poco apprezzabile non ha reso onore al suo idolo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Benzema si lega all’Al Ittihad: “Io in Europa? Tanti bugiardi”

Pubblicato

:

Benzema

Benzema ha giocato la seconda partita ufficiale con la maglia dell’Al Ittihad nel 2024. Il centravanti francese non ha di certo reso indimenticabile il suo match, realizzando al 25′ l’autogol che aveva portato in vantaggio gli avversari. Alla fine i suoi compagni di squadra sono riusciti a ribaltarla, portando il punteggio sul 2-1 finale, che considerando anche lo 0-0 dell’andata, ha permesso all’Al Ittihad di passare il turno.

La partita in questione era infatti il ritorno degli ottavi della Champions League asiatica, disputati dagli arabi contro gli uzbeki del Navbahor Namangan. Decisiva la rete di Hamdallah al tramonto del primo tempo, e il secondo autogol di giornata, quello di Tabatadze.

BENZEMA TORNA IN CAMPO CON L’AL ITTIHAD – LE PAROLE DELL’EX PALLONE D’ORO

Che bisognasse riequilibrare i rapporti tra Benzema e l’Al Ittihad era chiaro. Dopo il lungo periodo che lo ha tenuto lontano dai compagni, facendo venire a galla anche una sua presunta sparizione, l’ex Real Madrid ha speso parole per chiarire quale sarà il suo futuro. Benzema ha anche parlato del rapporto con Gallardo, che secondo i media era uno dei responsabili del malessere del francese verso l’Al Ittihad e l’Arabia.

Di seguito le sue parole.

SUL RITORNO IN EUROPA –Sono tornato e ora sto meglio. La storia della mia partenza non è vera e sono felice in Arabia Saudita. Non ho problemi con Gallardo, tutti quelli che dicono che voglio tornare in Europa sono bugiardi. Sono molto felice ad Al Ittihad. Da parte mia non ho problemi con nessuno. Chiedete all’allenatore della mia assenza, io ero pronto per lo stage a Dubai“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Serie A vola nel ranking UEFA: staccata la Bundesliga di 1000 punti

Pubblicato

:

dove vedere rennes-milan in tv e streaming

Le squadre italiane continuano il loro percorso nelle competizioni europee e fanno guadagnare punti alla Serie A nel Ranking UEFA. Nella serata di ieri, sia il Milan che la Roma si sono qualificate per gli ottavi di finale di Europa League, battendo rispettivamente Rennes e Feyenoord. Entrambi sono stati match sofferti: i rossoneri, forti del 3 a 0 all’andata, passano nonostante la sconfitta per 3 a 2. I giallorossi, invece, dopo aver replicato l’1 a 1 della gara di andata hanno raggiunto gli ottavi solo ai calci di rigore.

IL RECAP SUI VARI PAESI

Mentre succedeva tutto questo, la Spagna perdeva una squadra: il Betis Siviglia è stato eliminato dalla Conference League per mano della Dinamo Zagabria. Stessa cosa per la Germania, la quale ha perso l’Eintracht Francoforte, uscito sconfitto dal doppio confronto con l’Union Saint-Gilloise. Discorso ancora peggiore per la Francia, con 3 squadre eliminate dall’Europa League: Rennes, Lens e Tolosa.

L’IMPORTANZA DEL RANKING UEFA

Fare un buon cammino europeo avrà, soprattutto quest’anno, conseguenze importanti per le prossima stagione: la Champions League, infatti, avrà enormi novità. Non ci sarà più la fase a gironi, si passerà da 32 a 36 squadre nel turno principale e la qualificazione alla competizione non arriverà solo tramite il piazzamento nel proprio campionato. Due squadre si qualificheranno in base all’andamento di questa stagione delle varie nazioni.

Il Ranking UEFA, insomma, guadagna importanza. L’Italia guadagna ancora terreno ed è in testa, motivo per il quale la Serie A, ad oggi, manderebbe 5 squadre in Champions.

IL RANKING UEFA AGGIORNATO

1. Italia 15.571 (7 squadre partecipanti su 7)
2. Germania 14.500 (5 squadre partecipanti su 7)
3. Inghilterra 13.875 (6 squadre partecipanti su 8)
4. Spagna 13.187 (5 squadre partecipanti su 8)
5. Francia 13.250 (3 squadre partecipanti su 6)

Continua a leggere

Calcio Internazionale

“Milan serve di più” – La Rassegna del Diez

Pubblicato

:

La rassegna stampa è senza alcun dubbio il miglior modo per iniziare la giornata. Ecco quindi le prime pagine dei principali quotidiani sportivi internazionali per la giornata di oggi.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CORRIERE DELLO SPORT

TUTTOSPORT

L’EQUIPE

SUN

MIRROR SPORT

DAILY EXPRESS SPORT

MARCA

SUPERDEPORTE

SPORT

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969