Che fosse un ostacolo veramente tosto era cosa nota, e adesso l’avventura si è definitivamente conclusa: l’Italia U-17 è stata sconfitta per 2-0 dal Brasile, nazione ospitante del Mondiale giovanile, che grazie ai gol di Patryck al 6′ (un bel sinistro che trafigge l’estremo difensore azzurro) e di Peglow al 40′ (conclusione velenosa che colpisce il palo e poi va in rete) va in semifinale, dove incontrerà la Francia, che ha strapazzato la Spagna per 6-1. I ragazzi di Nunziata escono dal Mondiale ma a testa alta, perché anche contro i padroni di casa non hanno demeritato, sfiorando in più circostanze nella seconda frazione la rete che avrebbe potuto riaprire tutto: prima un tiro alto sotto porta di Cudrig, poi a 10′ dal termine è Gnonto che calcia malamente addosso all’estremo difensore verdeoro Donelli. Una partita equilibrata dove l’Italia è capitolata soltanto davanti al miglior palleggio e alla maggior intensità dei brasiliani, che assieme a Francia, Messico e Olanda si giocheranno il titolo di campione del mondo U-17.

Fonte immagine: Instagram @azzurri