Connect with us
Liverani: "La squadra ha valori medio-alti finora espressi poco"

Flash News

Salernitana, Liverani: “La squadra ha valori medio-alti finora espressi poco”

Pubblicato

:

Cagliari, Liverani sprona i suoi alla vigilia della sfida contro il Perugia

Fabio Liverani è il nuovo allenatore dalla Salernitana. Questa mattina si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del tecnico, che tornerà a sedersi su una panchina di Serie A dopo la stagione 2022/2023. Liverani ha allenato nel massimo campionato il Lecce, con il quale è arrivato 18° nel 2019/20, e il Parma, che lo ha esonerato alla 16ª giornata della Serie A 2020/21. La conferenza è stata coadiuvata dalla presenza di Walter Sabatini, che ha spiegato ai giornalisti il perché della sua scelta. L’esordio di Liverani si terrà venerdì a San Siro contro l’Inter capolista.

LIVERANI SI PRESENTA – LE PAROLE DEL TECNICO

SULLA ROSA – “Ero a Parigi quando è arrivata la chiamata del direttore. È una rosa diversa rispetto a quella di luglio. Dobbiamo ragionare gara dopo gara, senza fare tabelle. La squadra ha valori individuali medio-alti, ma che ad oggi come collettivo ha espresso poco. Dobbiamo diventare gruppo in poco tempo. Se oggi ho accettato è perché credo che si possa ambire ad avvicinare le avversarie che sono davanti a noi“.

SULL’ASSENZA DI UN REGISTA COME LUI – “Quel ruolo lì si può interpretare in modi diversi. Nella rosa non ci sono caratteristiche del regista classico. Tuttavia in organico c’è qualcuno con cui si può lavorare. La posizione dei piedi e del corpo fa la differenza. Se ti muovi bene, l’avversario fatica ad attaccarti e gestisci meglio le difficoltà. Kastanos è uno di quelli che ha maggiore qualità e posso impiegarlo in diversi ruoli. Capiremo se occorre tecnica dalla metà campo in su o se voglio una Salernitana che costruisca dal basso. Devo metterlo nelle condizioni di esprimersi“.

SUI 4 MESI DI CONTRATTO – “È difficile parlare di tante cose quando arrivi in una società che cambia tre allenatori. Oggi non c’è tempo, parlare d’altro non va bene per nessuno. La società e il direttore mi hanno scelto per ciò che serve adesso. Abbiamo 4 mesi per conoscerci, per valutarci. Se ci salveremo, ragioneremo e capiremo le volontà. Quelle che vanno oltre il pezzo di carta. Se l’impresa non riesce ma si sta bene insieme parliamo di nuovo con totale serenità. Se va tutto bene e le strade si separano, va bene così e ci godremo la gioia dell’impresa. Nessuno può sapere cosa accadrà in futuro”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Liverani pre Salernitana-Monza: “Nessuno recuperato ma obbligatorio vincere”

Pubblicato

:

salernitana

Un Fabio Liverani senza paura prima di Salernitana-Monza. Il mister si è soffermato su diversi punti e ha fatto un riassunto di quelli che sono riusciti a recuperare e quelli che invece dovranno stare ancora ai box per ancora qualche giorno. Domani alle 18, sarà il Monza la squadra da affrontare all’Arechi. A Salerno parrebbe sia pronto un altro sold-out da parte del pubblico casalingo che nonostante l’ultimo posto ci crede!

LE PAROLE DI LIVERANI PRE SALERNITANA-MONZA 

SITUAZIONE ATTUALE – “Abbiamo ancora delle incognite sui ruoli, non abbiamo recuperato nessuno anche se siamo sulla buona strada. Qualcuno è sulla buona strada. Dal primo giorno che sono arrivato ho detto che era il giorno zero, quindi tutti hanno l’opportunità. Boateng ha dovuto giocare senza allenarsi. Anche oggi ci troviamo nella stessa condizione. Quando sei in emergenza hai la necessità di condizioni diverse. Io credo sia giusto concentrarsi sulla fame. Pian piano ci stiamo mettendo dentro dei concetti tecnico-tattici”.

SUL MONZA – “Oggi siamo nella condizione in cui dobbiamo pensare che Monza sia l’unica partita che abbiamo, non si può  pensare alle classifiche. Si deve solo pensare alle condizioni per vincerle. Le gare che mancano possono sembrare poche, per me sono un terzo del campionato”.

INCARICO ACCETTATO SENZA TIMORE – “Forse quasi nessuno avrebbe accettato questo incarico con un esordio a Milano dopo quattro giorni. Quello che volevo è far conoscere ai giocatori che persona sono, arrivare a loro prima di arrivare al calciatore. Tifosi? Dal primo giorno in cui sono arrivato ho percepito il loro amore, a maggior ragione se domani saranno 20mila”.

 

Continua a leggere

Flash News

Palladino prima di Salernitana-Monza: “Vogliamo vincere, espulsione sacrosanta per Jovic”

Pubblicato

:

Palladino

Si è appena conclusa la conferenza stampa di Raffaele Palladino in vista di Salernitana –Monza in diretta dall’Arechi, domani alle 18. Il mister dei brianzoli ha parlato del suo passato da giocatore a Salerno ed è tornato a parlare anche dell’espulsione di Jovic, condannando il gesto e ritenendola giusta. Di seguito le parole di Palladino prima di Salernitana-Monza.

SALERNITANA-MONZA: PARLA PALLADINO

PASSATO GRANATA – “Salerno è un posto dove sono stato benissimo, una città meravigliosa dove sono stato amato e ho sempre cercato di dare il massimo per quella maglia. Allo stadio ci sarà tutta la mia famiglia presente e voglio regalare una soddisfazione ai miei cari.

Conosco bene tutto l’ambiente, lì i tifosi vivono per il calcio e provano un amore sconfinato per la maglia. Troveremo un ambiente molto complicato e la Salernitana è una squadra ancora viva”.

SUI TALENTI DEL MONZA: “Al Monza ci sono tanti giocatori di talento: da Maldini a Vignato per non parlare di Valentin Carboni. Siamo molto ricchi in quella zona di campo e più giocatori di qualità abbiamo e più sono contento. Per la crescita dei singoli sono felice perché vedo una grande crescita da parte di tutti: dai più giovani passando per i calciatori più esperti”.

TORNANDO AL ROSSO DI JOVIC: “Dal campo avevo avuto la sensazione che Jovic avesse colpito Izzo, è la reazione che va condannata e proprio per questo per me l’espulsione è giustissima”.

Continua a leggere

Flash News

Lecce, Baschirotto in dubbio contro l’Inter

Pubblicato

:

Baschirotto

Il Lecce guidato da Roberto D’Aversa si prepara per una sfida importantissima contro l’Inter. I salentini vogliono provare a trovare punti importanti per la salvezza ma davanti a loro si presenterà un’Inter praticamente imbattibile. Il Lecce ha abituato il proprio pubblico a grandi imprese proprio quando meno ce lo si aspettava. D’Aversa avrà a disposizione praticamente tutta la rosa e rimane da sciogliere il dubbio su Baschirotto.

LECCE-INTER: DUBBIO BASCHIROTTO 

Si tratta di uno stato influenzale, quello che ha lasciato ai box nella giornata di oggi il difensore del Lecce. Baschirotto proverà a recuperare in vista della partita con l’Inter e della rifinitura di domani, dove D’Aversa scioglierà gli ultimi dubbi prima di una delle partite più importanti della stagione leccese. La rifinitura sarà aperta al pubblico dalle 16.45 al Via Del Mare nella giornata di sabato. Di seguito le probabili formazioni per la sfida di domenica pomeriggio:

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Touba, Gallo; Kaba, Ramadani, Rafia; Almqvist, Krstovic, Banda. All: Roberto D’Aversa.

INTER (3-5-2): Audero; Bisseck, De Vrij, Carlos Augusto; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Frattesi, Dimarco; Arnautovic, Lautaro Martinez. All: Simone Inzaghi

Al momento il Lecce si trova tredicesimo ma solo a +4 punti dalla zona salvezza, il match contro i milanesi potrebbe pesare parecchio su tutta la stagione.

Continua a leggere

Flash News

Inzaghi cambia per la sfida contro il Lecce: fuori un titolarissimo

Pubblicato

:

Ufficiale Audero

Per la sfida contro il Lecce di scena al Via del Mare, domenica 25 febbraio alle ore 18, non troveremo a difendere i pali dell’Inter, Yann Sommer. 

Il portiere svizzero non sarà presente nella sfida valevole per la 26° giornata del campionato di Serie A 23/24 perchè influenzato. Potrebbe essere una perdita importante per l’Inter. Ma allo stesso tempo, potrebbe essere anche un’occasione per poter rifiatare in vista dei prossimi impegni più difficili. Anche perchè i nerazzurri per la situazione in classifica in cui si trovano possono anche fare turnover.

Quindi Simone Inzaghi darà spazio al secondo portiere nerazzurro, Emil Audero. Il portiere ex Sampdoria, in questa stagione, la sua prima con il Biscione, finora, non ha disputato nessuna partita di campionato. Il portiere classe 1997 di scuola Juventus ha giocato finora solo 1 partita in Champions League (nella sfida di ritorno contro il Benfica, valevole per la 5° giornata della fase a gironi conclusasi 3-3), e solo 1 partita in Coppa Italia, ossia l’ottavo di finale perso dai nerazzurri contro il Bologna per 1-2 dopo i tempi supplementari.

Finora Audero ha giocato 164 partite in Serie A. 163 con la Sampdoria, ed una con la Juventus. In queste 164 partite ha subito 253 reti ed ha mantenuto la rete inviolata ben 36 volte.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969