Dove trovarci

Le prime parole di Ljungberg da tecnico dell’Arsenal

Fino ad ora la stagione dell’Arsenal è stata fallimentare. I Gunners hanno raccolto solamente 18 punti in 13 giornate di Premier League, che li hanno relegati all’ottavo posto in classifica, facendo così traballare la panchina di Unai Emery. La sconfitta di giovedì in casa contro l’Eintracht Francoforte è costata la panchina all’ex allenatore del Siviglia. Oltre i risultati i londinesi avrebbero imputato ad Emery una pessima gestione della fase difensiva e dello spogliatoio, in cui sono emersi i pessimi rapporti con Özil e Xhaka.
Al suo posto è stato scelto Fredrik Ljungberg come traghettatore fino al termine di questa stagione. Le sue prime dichiarazioni, tramite i canali ufficiali del club, sono state le seguenti:

“È un grande onore essere qua. Voglio fare del mio meglio per questo fantastico club, ad oggi è questa l’unica sensazione che sento. Mi sento eccitato e proverò a fare un buon lavoro per l’Arsenal. Cosa ho detto ai giocatori? I miei messaggi per loro restano all’interno dello spogliatoio, ma in termini generali credo che abbiamo alcuni giocatori meravigliosi ma pure alcuni problemi di troppo. I risultati ultimamente non sono arrivati e questo è il primo aspetto da migliorare. Ma come intendo farlo lo tengo per me”.

Ljungberg è pronto ad offrire il suo apporto, con la speranza per i tifosi dei Gunners che sia la volta giusta per ripartire definitivamente.

Fonte immagine di copertina: account Instagram dell’Arsenal

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale