Connect with us
Shane Long e i gol più veloci al mondo

La nostra prima pagina

Shane Long e i gol più veloci al mondo

Pubblicato

:

Corsa, grinta, intelligenza tecnica, velocità di esecuzione e bramosa ricerca del gol. Tutto questo si cela dietro qualsivoglia marcatura, ma, come in tutti gli sport, esistono reti più significative di altre. Per il successo sportivo che ne consegue, per l’incredibile bellezza estetica oppure per il mero gesto tecnico. Tuttavia c’è un particolare modo di andare in gol che stuzzica perennemente la fantasia degli appassionati: la rete dopo soltanto una manciata di secondi dal calcio d’inizio. Realizzazioni lampo che cambiano sin da subito la storia di una gara e che spezzano agonisticamente le gambe a coloro che il gol lo subiscono.

Proprio ieri sera, in Inghilterra, a Watford per l’esattezza, è andato in scena il gol più rapido della Premier League. Shane Long, attaccante del Southampton è riuscito nell’assai arduo compito di gonfiare la rete dopo solamente 7.69 secondi.

LA RETE DELL’IRLANDESE

A battere il calcio d’inizio è proprio il Watford che, come di consuetudine, sceglie di passare la sfera al proprio difensore Craig Cathcart. Sottoposto alla pressione immediata di Long il difensore nordirlandese decide di rinviare il pallone verso la zona laterale destra del campo. Long allora è bravissimo nel saltare per ostacolare il lancio lungo e, vincendo il rimpallo, si ritrova a tu per tu con il portiere che batte con un leggero tocco morbido. Un gol importante nella rincorsa per la permanenza della massima serie del Southampton, che adesso si colloca a più sei sulla zona retrocessione. Un vantaggio rilevante, difficile da sfumare da qua a fine stagione.

Shane Long batte così il precedente record di Ledley King, leggenda del Tottenham, che era riuscito a siglare il gol del vantaggio per la sua squadra dopo appena 9.82 secondi, il 9 dicembre del 2000. La partita, che vedeva fronteggiare la squadra londinese con il Bradford, finì poi con il rocambolesco risultato di 3-3.

RECORD DEI PRINCIPALI CAMPIONATI MONDIALI

Il gol più veloce del nostro campionato è stato realizzato il 2 dicembre 2001 da Paolo Poggi. Attaccante veneziano allora in forza al Piacenza  ci impiegò poco meno di 8 secondi per scrivere il proprio nome sui libri di storia calcistica italiana. Proprio come nel caso di Shane Long, anche quella marcatura aveva le origini in un disimpegno errato da parte di un difensore della Fiorentina. Perso il controllo della sfera su pressing di un attaccante piacentino, la palla arriva sui piedi di Poggi che insacca in rete con una conclusione a fil di palo.

È di Kevin Volland, invece, la rete più veloce della Bundesliga, segnata dopo appena 8.96 secondi contro il Bayern Monaco il 22 agosto 2015. In questo caso Alaba sbaglia un passaggio verso un proprio compagno ed è rapidissima la punta tedesca a battere un incolpevole Manuel Neuer. Per pochissimi decimi di secondo Volland batte il record appartenuto in precedenza a Bellarabi che nel 2014 segnò con il Bayer Leverkusen dopo poco più di 9 secondi

Joseba Llorente, invece, detiene il record per il gol più veloce non solo della Liga, bensì dei 5 maggiori campionati europei. Con la maglia del Real Valladolid riuscì a segnare dopo solamente 7.22 secondi. In questo caso non si tratta però di un errore difensivo bensì di uno schema realizzato alla perfezione, che vede un inserimento immediato da parte della punta spagnola.

Spostando il proprio focus, invece, sui maggiori campionati mondiali non si può non citare la rete di Mike Grella che riesce a far gioire i propri supporters dopo appena 7 secondi. Era il 18 ottobre 2015 e la sfida vedeva scontrarsi i New York Red Bull con i Philadelphia Union. Grella sfrutta un errore avvenuto direttamente dal calcio d’inizio e batte il portiere non esente da colpe. Superfluo affermare che questa rete si considera come la più veloce della MLS.

Nel 2012 è Ji Xiang che si aggiudica il primato della rete più veloce della Chinese Super League. Marcello Lippi, ai tempi tecnico del Guangzhou Evergrande assiste ad un ritaglio di storia: dopo appena 7.5 secondi, Xiang riesce a rendere impreparata tutta la difesa avversaria e sigla una rete da cineteca.

IN CAMPO EUROPEO E CON LE NAZIONALI?

https://youtu.be/8SoNBNg6VkE

Roy Makaay detiene invece l’invidiabile primato della rete più veloce della Champions League. Il 7 marzo 2007, dopo appena 10.12 secondi, la punta del Bayern viene servita proprio davanti la porta e non ha eccessivi problemi a battere l’estremo difensore del Real, Iker Casillas. Il match si concluderà poi con il risultato di 2-1 per la compagine tedesca.

Per quanto concerne invece l’Europa League, il gol più rapido è stato realizzato da Jan Sykora dopo appena 10.69 secondi. Andato in scena il 15 settembre 2016 contro il Qarabag, l’attaccante ceco aveva regalato il perentorio vantaggio al proprio club, lo Slovan Liberec.

Benteke è invece colui che ha segnato il gol più veloce degli scontri dedicati alla qualificazione mondiale. Con il proprio Belgio, dopo appena 7.5 secondi, segna la prima delle rete del 6-0 finale contro Gibilterra. Si può notare in questa realizzazione come il tasso tecnico dei gibilterrini sia assai carente e Benteke non trovi eccessiva opposizione nella sua corsa verso la porta.

Il gol più veloce segnato in un’amichevole internazionale risale invece al 2013, durante la partita che vede fronteggiare la Germania con l’Ecuador. Lukas Podolski, come per quasi tutti gli eventi precedentemente citati, sfrutta l’errore di un difensore ecuadoriano e batte il portiere dopo appena 9 secondi.

Il gol più veloce di un mondiale è stato realizzato da Hakan Sukur in Turchia-Corea del Sud del 2002, mondiale infausto per noi italiani. Sono necessari solamente 10.8 secondi al capitano turco per rubare la palla al difensore e buttare la palla in gol. Gol che aiuterà la propria nazionale a prevalere sui padroni di casa nel 3-2 finale, riuscendo così a vincere la medaglia di bronzo del mondiale.

IL PIÙ VELOCE AL MONDO

Colui che può però vantare il primato assoluto di realizzatore più veloce del mondo è Nawaf al Abed. Calciatore sconosciuto ma che ha scritto, probabilmente in maniera perenne, il proprio nome sugli annali calcistici. Dopo appena 2.3 secondi segna con un tiro direttamente dal calcio di inizio, favorito da un posizionamento pessimo da parte del portiere avversario. Il pallone prende una parabola strana e finisce appena sotto la traversa. Un gol, a tutti gli effetti, leggendario.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

L’AC Milan fa visita al reparto pediatrico dell’Ospedale Policlinico di Milano

Pubblicato

:

Il Milan si è sempre impegnato nella condivisione di valori positivi dello sport e per l’inclusività. La società ha deciso di dare vita anche ad un manifesto il RespAct, all’interno del quale si inserisce un’iniziativa promossa in questi ultimi giorni Si è svolta infatti la visita da parte di alcuni calciatori e calciatrici del club rossonero, presso il reparto pediatrico dell’Ospedale Policlinico di Milan.

A inaugurare questo programma sono stati: Greta Adami, Yacine Adli, Ismael Bennacer e Matilde Copetti. All’interno dell’Ospedale hanno condiviso un momento speciale con i piccoli pazienti, a cui hanno anche distribuito regali e gadget rossoneri: un piccolo gesto che ha permesso ai bambini di vivere un momento di spensieratezza.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Dove vedere Newcastle-Manchester United in tv e streaming

Pubblicato

:

DOVE VEDERE NEWCASTLE-MANCHESTER UNITED IN TV E STREAMING – Il fischio d’inizio di Newcastle-Manchester United è in programma sabato 2 dicembre alle ore 21:00 al St James’ Park. Entrambe le squadre sono reduci da una vittoria in campionato e da un pareggio nelle competizioni europee; le due  inglesi si sfideranno per raggiungere il Tottenham al quinto posto in classifica e avvicinare il blocco europeo.

COME ARRIVANO LE SQUADRE

Il Newcastle è reduce da una vittoria per 4-1 contro il Chelsea. I ragazzi guidati da Eddie Howe dunque vengono visti come favoriti per questo match, visti anche gli scontri precedenti contro la squadra di Erik ten Hag. Basti pensare alla sfida di League Cup di un mese fa, dove i Magpies hanno calato il tris a Old Trafford. Ma anche il Manchester United si difende in Premier: la vittoria nella tredicesima giornata contro l’Everton ha permesso alla squadra di avere un punto di vantaggio rispetto ai loro sfidanti. Dunque i Red Devils dovranno mettercela tutta per mantenere il distacco dai padroni di casa. Il reparto difensivo dovrà vedersela contro un Newcastle on fire, soprrattutto nel pacchetto avanzato.

DOVE VEDERE NEWCASTLE-MANCHESTER UNITED IN TV E STREAMING

La sfida tra Newcastle e Manchester United verrà trasmessa da Sky Sport Football sul canale 203. Per gli abbonati sarà disponibile anche su Sky Go, applicazione disponibile su tutti i dispositivi mobili e pc.

LE PROBABILI FORMAZIONI

NEWCASTLE (4-3-3) Pope, Trippier, Lascelles, Schar, Livramento, Miley, Guimaraes, Joelinton, Almiron, Isak, Gordon, All. Eddie Howe

MANCHESTER UNITED ( 4-2-3-1) Onana, Shaw, Lindelof, Maguire, Wan-Bissaka, Sofyan, Amrabat, McTominay, Ferreyra, Bruno Fernandes,Santos, Hojlund, All. Erik ten Hag

Continua a leggere

Conference League

Kayode: “Felice della qualificazione, ora testa al campionato”

Pubblicato

:

Kayode

È un Kayode felicissimo quello di ieri sera dopo la vittoria della Fiorentina per 2-1 contro il Genk. Grazie a questi tre punti, i viola si sono assicurati il passaggio del turno in Conference League e ora sognano di tornare in finale come lo scorso maggio. Il giovane terzino ha parlato così ai microfoni dei canali ufficiali della Fiorentina:

SULLA PRESTAZIONE – “Mi metto a disposizione dei compagni, siamo un grande gruppo. Se continuiamo così possiamo fare grandi cose.

SU KAYEMBE – “È stato un grande avversario. Dalla panchina l’ho un po’ osservato e sono riuscito a fermarlo.”

SULLA SALERNITANTA – “Pensiamo subito a domenica e speriamo di fare una grande partita“.

Parole di un giovane terzino che però parla già da grande. Alla Fiorentina può davvero esplodere e dare soddisfazioni a tutti anche in Nazionale.

Continua a leggere

Flash News

Palermo, Corini: “Chi verrà allo stadio vedrà una squadra che lotta”

Pubblicato

:

Corini

Eugenio Corini allenatore del Palermo, il quale oggi ospiterà al Renzo Barbera il Catanzaro, ieri pomeriggio in conferenza stampa ha parlato del momento negativo, che i rosaneri stanno attraversando, ma soprattutto, della volontà della squadra di ritornare a vincere, per riconquistare i propri tifosi.

DARE CONTINUITA’ – “Dobbiamo dare continuità al pareggio di Terni dove abbiamo giocato un buon primo tempo e un secondo tempo normale. Ciò non basta. Nei primi 45 minuti ho visto le giuste energie nervose, purtroppo abbiamo pagato nel secondo tempo”

QUESTIONE INFORTUNI – “Mancano cinque giocatori importanti, ci sono meno soluzioni, avere una panchina di un certo tipo aiuta. I cali nel secondo tempo dipendono anche al fatto di non esserci allenati tutti insieme. Lucioni ha avuto la febbre e ha fatto solo la rifinitura. Infortuni? La situazione sta migliorando, è stato un momento delicato. Mi dà fastidio non poter disporre di tutta l’organico a disposizione, siamo stati la squadra che negli ultimi 15 minuti faceva più gol e così abbiamo vinto tante partite. Ora dobbiamo recuperare tutti. Non c’è tecnico che abbia piacere di perdere pedine importanti, l’unica novità oggi è che da cinque infortunati oggi ne ho quattro, perché Di Francesco ci sarà col Catanzaro e ci può dare una grossa mano in una porzione di partita”.

PER I TIFOSI – “Chi verrà allo stadio vedrà una squadra che lotta. Se non avessi la lucidità e l’impressione di avere un gruppo coeso non sarei qui a parlare in una certa maniera.  So che c’è il tempo per rimediare e tornare quelli di inizio stagione, in Italia ed a Palermo in particolare c’era l’abitudine di cambiare tecnico, il City Group ragiona diversamente e questa è anche una rivoluzione culturale a cui magari la gente non era abituata. Sento la fiducia della società e dei miei calciatori e questo mi dà forza e stimoli per fare sempre il massimo. Il tifoso vuole vedere vincere la squadra, la delusione può diventare gioia, penso allo stadio straordinario con lo Spezia”.

PERIODO BUIO PER I ROSANERI – “In questo momento non va bene niente, devi accettare che da gran parte della tifoseria c’è un sentimento di delusione. Per me la reazione a Terni c’è stata ma non è stata portata avanti nella lunghezza della partita. È stato fatto un lavoro importante nella pausa e sono sicuro che produrrà degli effetti. Noi ci prepariamo a fare prestazione e risultato col Catanzaro. Manca fantasia? Sono mancati Di Francesco e Insigne, che possono darti qualcosa in più. Mateju a Terni ha sbagliato un retropassaggio ma fa parte del calcio, ci sono tante partite nella partita. La squadra ha reagito facendo un primo tempo importante con la Ternana. Bisogna perseverare e gestire le situazioni”.

LA QUALITÀ DEL CATANZARO – “L’atteggiamento della squadra può trascinare il pubblico. Noi dobbiamo essere consapevoli che possono arrivare dei fischi. Col Cittadella abbiamo imparato cosa non fare quando i tifosi non sono contenti. Il percorso del Catanzaro parte da lontano, la scorsa stagione hanno fatto un grande campionato e si portano dietro l’entusiasmo in Serie B. La squadra gioca con leggerezza ed entusiasmo, hanno qualità”.

CAMBIO CAMPO“Problemi a Torretta? Siamo pronti a tutto, allenarsi al Barbera non cambia niente. La cosa fondamentale è che non si sia fatto male nessuno. In questo momento vale tutto: i terreni di Torretta saranno belli quando saranno assestati. È normale che ci sia un adattamento al campo. Saremmo stati felici di continuare a Torretta, al Barbera il prato è buono e abbiamo tutte le strutture. Capitano queste oscillazioni di prestazione. Da allenatore ho sempre messo un “tappo” alle sconfitte, non sono mai state tante”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969