Connect with us

Calcio Internazionale

Luis Enrique, come la tecnologia sta cambiando il calcio

Pubblicato

:

Dove vedere Spagna-Costa Rica

La tecnologia, nel mondo del calcio, sta ricoprendo un ruolo decisivo e, alla luce dei recenti avvenimenti, è tornato al centro di un acceso dibattito. Luis Enrique è un allenatore avveniristico. Il commissario tecnico della nazionale spagnola ha espresso il desiderio di tenere, durante il Mondiale, delle sedute di live streaming:

“Tutto è nato guardando mio figlio passare tante ore a seguire gli streamer. Così ci è venuto in mente di fare lo stesso. Però dal Qatar. È iniziato per scherzo, ma siamo entusiasti. Parleremo di qualsiasi cosa, ma senza l’intenzione di fare arrabbiare la stampa: non voglio prendere il loro posto”.

A questa notizia, i tifosi delle furie rosse non hanno mancato di ironizzare. Tuttavia, in occasione della prima data ufficiale, l’ex mister del Barça ha registrato un numero di spect davvero sconvolgente, toccando il peak di 150k utenti attivi. Proprio in Spagna è nata un’iniziativa interessante. Il derby dei paesi baschi tra Real Sociedad e Athletic Bilbao di aprile 2021 è stato trasmesso sul canale ufficiale Twitch della La Liga.

Abbandonare gli antiquati mezzi di stampa e creare un filo diretto con l’utenza, ossia un rapporto più intimo e trasparente con la tifoseria. Gli articoli dei quotidiani sportivi o i titoli delle riviste rischiano di incrinare i rapporti tra club e giocatore o tra tifosi e allenatore.

In questo senso, si pensi all’affaire Ronaldo. Il portoghese, a causa del pessimo rapporto con coach Ten Hag, ha rotto con il Manchester United. Il centravanti è stato accolto da una timida pacca sulla spalla da parte di Bruno Fernandes, compagno di squadra e di nazionale. I Red Devils, dal canto loro, riflettono se rescindere il contratto del numero sette.

La generazione Z si sta disaffezionando, preferendo gli e-sports al calcio. Secondo uno studio americano, riportato da La Repubblica, i giovanissimi, a dispetto dei millenials, sono meno appassionati dello sport. Quello che stupisce è che più di tre quarti degli intervistati preferisce vedere le highlights piuttosto che l’evento in diretta. Con l’avvento di internet e delle piattaforme social, la soglia di attenzione si è abbassata e si cerca maggiore interazione.

Luis Enrique potrebbe diventare un pioniere dello sport digitale. Il mister della Roja non lascia nulla al caso e chi si prende gioco di lui è ancorato a dei meccanismi tradizionalisti e oramai obsoleti. Ben vengano personaggi del genere e viva la sana follia.

GLI ARBITRI

Lo sport è un fenomeno sociale e, in quanto tale, è soggetto a cambiamenti. Sono lontani i tempi in cui Michel Platini ex presidente della UEFA, si scagliava contro l’impiego della tecnologia in campo:

“Il VAR non fa parte della nostra filosofia del gioco e dello sbaglio. Ha regolato qualche errore ma ne procura altri. Non risolve tutti i problemi. Se fai la sintesi di quello che è il VAR per le linee, gol e fuorigioco, va bene. Due cose complicatissime per gli arbitri da vedere. Per il resto, per i falli di mano, non ne ha bisogno. E’ il lavoro dell’arbitro vederli. Intanto però non si tornerà indietro”.

I tifosi vogliono che le scelte arbitrali siano chiare, tant’è che si è discusso di introdurre l’intervista postpartita ai direttori di gara. Di recente, intervistato da La Gazzetta dello Sport, Massimiliano Irrati ha dichiarato:

“Il VAR è fondamentale. Proviamo a giocare una giornata di Serie A senza e vediamo cosa succede“.

Un’altra novità è stata l’introduzione del fuorigioco semiautomatico. Uno strumento che, nella competizioni UEFA, ha consentito di ovviare eventuali errori dei guardalinee. Come rivelato da FIFA TV da parte del direttore dello sviluppo tecnologico della FIFA Johannes Holzmuller:

“Questa tecnologia prevede l’installazione dalle 10 alle 12 telecamere sotto il tetto di ogni stadio, che seguiranno la palla e anche tutti i calciatori, rilevando in essi 29 punti del corpo 50 volte al secondo. I dati del tracciamento verranno inviati prontamente alla sala VAR”.

Stando a quanto riportato da un comunicato pubblicato dalla FIFA il 1 luglio 2022, la Limb-tracking technology sarà impiegata anche per la Coppa del Mondo di Qatar 2022:

“Al Rihla, il pallone ufficiale adidas per Qatar 2022, offrirà un ulteriore elemento vitale per il rilevamento del fuorigioco poiché un sensore di misura inerziale (IMU) sarà piazzato al centro della palla. Questo sensore manda dati del pallone alla stanza di operazione video 500 volte al secondo, permettendo un rilevamento molto preciso del punto in cui è stato calciato”.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Nainggolan è sicuro: “Penso che farò una cosa per il futuro”

Pubblicato

:

Nainggolan

Radja Nainggolan, centrocampista belga, in forza all’Anversa, è tornato a parlare del suo futuro al podcast Mid Mid Mondial. L’ex giocatore dell’Inter è in totale rottura con il club belga, dopo essere stato messo fuori rosa per aver fumato una sigaretta elettronica in panchina. Nainggolan non vede l’ora che arrivi gennaio, in quanto non vuole ricongiungersi più ai suoi compagni. Questo è il messaggio che fa passare nel corso dell’intervista concessa. Ma non solo.

Questi ha parlato non solo del suo futuro, ma anche di come viene trattato in Belgio: “Non so cosa mi offrirà il futuro, ma penso che andrò via dal Belgio il prima possibile. Sto vivendo la stessa vita che ho fatto in Italia per 17 anni: tuttavia, qui è tutto è ingigantito e vengo additato come un cattivo ragazzo. Tutto poteva essere gestito in modo diverso. Vedremo cosa accadrà a gennaio, perché sono alle dipendenze dell’Anversa”. Il ninja desidera, quindi, andarsene dall’Anversa. Infatti, il centrocampista classe 1988 vuole tornare ad essere protagonista in campo e non vuole più essere indicato come il cattivo ragazzo. Cosa che succede in Belgio.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Le formazioni ufficiali di Croazia-Belgio e Canada-Marocco

Pubblicato

:

Belgio

Oggi alle 16 si apre l’ultimo turno del gruppo F di Qatar 2022. Il girone si presenta a dir poco equilibrato, con tre squadre nell’arco di un punto, pronte a giocarsi fino all’ultimo secondo la possibilità di qualificarsi agli ottavi di finale. In questo momento al primo posto c’è la Croazia con 4 punti, insieme al Marocco, seconda solo per differenza reti. Il Belgio è al terzo posto dal basso dei suoi 3 punti. Infine, c’è il Canada, già eliminato.

FORMAZIONI UFFICIALI CROAZIA-BELGIO

CROAZIA (4-3-3): Livakovic; Juranovic, Lovren, Gvardiol, Sosa; Modric, Brozovic, Kovacic; Kramaric, Livaja, Perisic. CT: Dalic

BELGIO (3-4-2-1): Courtois; Castagne, Alderweireld, Vertonghen; Meunier, Dendoncker, Witsel, Carrasco; De Bruyne, Trossard; Mertens. CT: Martinez

FORMAZIONI UFFICIALI CANADA-MAROCCO

CANADA (3-4-3): Borjan; Johnston, Vitoria, Miller; Hoilett, Osorio, Kaye, Adekugba; Buchanan, Larin, Davies. CT: Herdman

MAROCCO (4-3-3): Bounou; Hakimi, Saiss, Aguerd, Mazraoui; Ounahi, Amrabat, Sabiri; Ziyech, Boufal, En-Nesyri. CT: Regragui

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Mondiale di Nuno Mendes è finito: c’è il comunicato

Pubblicato

:

PSG

Non giungono buone notizie dal ritiro del Portogallo. La notizia era già nell’aria da ieri, ma oggi è arrivata l’ufficialità: Nuno Mendes sarà costretto a saltare il resto dei Mondiali in Qatar.

LA SITUAZIONE

Il terzino sinistro del PSG, Nuno Mendes è stato costretto a lasciare il campo al 42′ della prima giornata tra Portogallo e Uruguay. La reazione dello stesso giocatore aveva lasciato intendere che fosse qualcosa di serio: l’esterno, infatti, è uscito in lacrime. Gli accertamenti, a cui si è sottoposto Nuno Mendes, nelle scorse ore, hanno evidenziato una lesione muscolare alla coscia sinistra. Di seguito il comunicato del Portogallo“Nuno Mendes dopo essersi sottoposto agli esami, è stato considerato indisponibile per la Nazionale dall’Unidade de Saúde e Performance della FPF. Il giocatore ha rimediato una lesione muscolare alla coscia sinistra durante la partita tra Portogallo e Uruguay. Nuno Mendes rimarrà con il gruppo in Qatar, dove inizierà il proprio recupero“. 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Barcellona, interesse per Onana: le ultime

Pubblicato

:

Onana

Il Barcellona, nonostante i problemi riguardo alla liquidità, agirà sul mercato di gennaio: sono infatti tanti i nomi di Inter e Milan e che piacciono al club blaugrana.

BARCELLONA-MILANO: ASSE CALDO

Al Barcellona piacciono tanti nomi dell’Inter: si comincia da Lautaro e Skriniar concludendo con Brozovic. Ma non si ferma qui, infatti passando all’altra parte di Milano piacciono molto sia Rafael Leao, che Bennacer.

Secondo Tuttosport, però, l’obiettivo principale del Barcellona per gennaio è un portiere che faccia da vice a Ter Stegen: tutti gli indizi portano ad Onana. L’ex Ajax è un obiettivo concreto dei blaugrana, che stanno preparando un piano per sferrare l’attacco finale a gennaio.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969