Dove trovarci

Lukaku, 100 presenze con il Belgio

Romelu Lukaku ha raggiunto le 100 presenze con la sua nazionale, quella del Belgio. Il calciatore di Anversa, ad appena 28 anni, grazie alla partita giocata contro la Repubblica Ceca ( dove ha segnato anche una rete ) ha tagliato questo importantissimo traguardo. Ma a stupire di più, sono infatti la media gol e le reti totali segnate con la maglia dei Diavoli Rossi: 67. Numeri impressionanti che lo posizionano nella settima posizione dei marcatori più prolifici di tutte le nazionali ( ancora in attività ), poco dietro Neymar con appena un gol in più. E parlando di reti segnati non si può non menzionare il record di reti raggiunto da Cristiano Ronaldo che con una doppietta ha rimontato, da solo, la gara contro l’Irlanda, superando così Ali Daei, ed alzando l’asticella di record di gol con la nazionale a 111 reti ( e sicuramente non vorrà fermarsi ).

I NUMERI

Lukaku ha partecipato a 4 grandi manifestazioni per le nazionali: il Mondiale del 2014, concluso con una rete e con l’uscita ai quarti per merito dell’ArgentinaEuro 2016, segnando 2 reti, il Mondiale del 2018, con ben 4 reti e raggiungendo la semifinale contro la Francia. Ultima manifestazione, che noi italiani ricordiamo con grande entusiasmo, Euro 2020, conclusa con 4 reti l’ultima contro la nostra nazionale ai quarti di finale. Sommando tutte le altre reti nelle qualificazioni, troviamo all’attivo 18 gol in 16 presenze per quanto riguarda quelle ai mondiali. Mentre per gli Europei i numeri si abbassano: sono infatti 7 i gol in 16 presenze. Contando anche le reti in Nations League, 9, più quelle in amichevole, tocchiamo quindi la quota di 67 gol in 100 presenze.

RECORD

Milgiorando ancor di più la sua media di reti anche controle grando squadre, potrebbe puntare a raggiungere traguardi importantissimi. Pensiamo ad esempio al record appena raggiunto da Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese, quando raggiunse le 100 presenze, il suo score non toccava nemmeno le 40 reti. Questo a significare che con la stessa media o addirittura un miglioramento, Lukaku ha l’occasione non solo di superare CR7, ma di staccare l’attuale attaccante del Manchester United con un ampio numero di reti. Guardando altri grandi giocatori allo stesso numero di presenze di Lukaku, troviamo Ali Daei con 76 per l’Iran, Neymar con 61, Lewandowski con 55, Ibrahimovic con 50 e Leo Messi con 46.

RITMO

Ma se da una parte Ronaldo, raggiunte le 100 presenze, il suo tabellino dei gol nontoccava quota 40, nelle seguenti 80 partite giocate con la nazionale, il capitano del Portogallo ha mantenuto una media mostruosa di quasi 1 gol a partita: 74 gol in 80 presenze. Sommando quindi il tutto, nel complesso le statistiche del 5 volte pallone d’oro sono di 111 gol in 180 presenze. Per quanto riguarda lo stesso discorso di Lukaku, gli altri grandi giocatori che avevano, appunto, più reti di Ronaldo, non sono riusciti a mantere un ritmo costante quanto quello del portoghese.

DUELLO

Dopo aver avuto per due anni dei grandi duelli rispettivamente con le maglie di Juventus per Ronaldo e Lukaku dell’Inter, i due torneranno ad infiammare la Premier League, dopo che questi due campioni hanno fatto ritorno nei club che avevano fatto esordire loro nel calcio inglese, mostrandoli a tutto il panorama calcistico europeo e mondiale dell’epoca. Oltra che ad esserci un duello fra i due per quanto riguarda i gol nelle nazionali ( anche se per Lukaku non sembra esistere nessun duello da come si evince dalle sue parole ), potremmo ammirare questi grandi campioni duellare anche con i rispettivi club. Sarà un peccato, però, non vedere queste importanti sfide nel nostro campionato.

“Io non ho un numero in testa, quello che mi interessa è vincere dei trofei. Non mi paragonerò mai a Ronaldo: per me è uno dei tre migliori giocatori di tutti i tempi. Sono già orgoglioso di aver potuto giocare contro di lui, è un bene per il calcio inglese che ritorni”.

Romelu Lukaku

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale