Connect with us
Lukaku, Di Maria e Pogba: così la Serie A prova a tornare grande

Calciomercato

Lukaku, Di Maria e Pogba: così la Serie A prova a tornare grande

Pubblicato

:

Lukaku

I primi mesi di calciomercato hanno visto i club più prestigiosi della Serie A al centro di molte trattative di livello. Il ritorno di giocatori come Lukaku e Pogba e l’imminente sbarco italiano di Di Maria sembrano ridare “appeal” ad un campionato che, negli ultimi anni, ha faticato a reggere il passo delle altre leghe.

C’ERA UNA VOLTA

Se è vero infatti che l’Italia è stata, storicamente, una seconda patria per il gioco del calcio, è innegabile che la storia recente abbia visto altre nazioni farla da padrone. Negli ultimi anni del vecchio secolo la massima serie italiana, simbolo e frutto del movimento calcistico nostrano, è stata senza dubbio il massimo palcoscenico mondiale del gioco più bello del mondo. Solo i migliori giocatori degli altri campionati, dopo essersi affermati in patria, potevano aspirare a giocare in Serie A.

Ciò aveva reso il Bel Paese la culla del calcio che conta, e non solo. L’incredibile iniezione di talento nelle vene calcistiche italiane mise in moto un meccanismo consequenziale piuttosto lineare: migliori calciatori rendevano più spettacolari le partite, le quali a loro volta attiravano più spettatori. Risultato? Più soldi da investire.

Ma allora perché non è più così?

DEFINIZIONE DI OBSOLETO

Se si cerca sul dizionario la definizione della parola “obsoleto”, questo è ciò che si trova:

Disusato, antiquato, passato di moda. Nel linguaggio tecnico che, pur essendo ancora in perfetta efficienza, risulti non più competitivo rispetto ad altri basati su idee o tecnologie più avanzate.”

Siamo obsoleti. Negli ultimi anni campionati come La Liga spagnola prima, e la Premier League dopo, si sono sviluppati verticalmente fino a superarci. Così come era perfettamente logico il meccanismo che ha portato tanto in auge la Serie A, è perfettamente comprensibile il crollo che quest’ultima ha subito. L’accentramento di capitale verso le big e una mancanza di una distribuzione equa (ad esempio nei compensi televisivi) hanno generato in seno alla massima divisione italiana un divario troppo ampio tra le società partecipanti, andando a danneggiare l’intrattenimento offerto dalle partite.

Percorso inverso, invece, è quello intrapreso proprio da campionati come quello inglese. Così come ha sempre fatto l’NBA, che sebbene non sia una lega calcistica è sicuramente l’organizzazione più efficiente a livello di intrattenimento, la Premier League ha adottato un sistema inverso. La forbice di differenza di entrate originate dai diritti televisivi che intercorre tra prima e ultima classificata è minima, quasi nulla. Ciò fa sì che chi ha faticato nella stagione corrente potrà rinforzarsi in quella successiva, rendendo i match più equilibrati e più appetibili. Più intrattenimento, più soldi.

SERIE A 2.0

Il momento buio della Serie A, che nonostante tutto rimane tra i migliori campionati del mondo, sembra poter volgere al termine. A dare l’input necessario, la scossa, è stato senza dubbio l’acquisto da parte della Juventus di Cristiano Ronaldo nel 2018. L’avvento di CR7, all’apice della sua carriera e reduce dal trionfo in Champions, ha rappresentato un’inversione di tendenza da non sottovalutare.

Sebbene Cristiano non abbia portato i risultati pratici auspicati dagli juventini, gli effetti che il suo arrivo hanno comportato sull’immagine del club (ed indirettamente sul campionato) sono tangibili. Allo stesso modo acquisti come quelli di Lukaku, Di Maria o Pogba, rappresentano passi avanti verso un nuovo inizio per il campionato italiano.

 

Tuttavia la rinascita della Serie A potrebbe non essere così semplice da mettere in moto. Se è vero che l’arrivo di nomi illustri portano appetibilità alla competizione, il discorso è puramente circoscritto ai grandi club italiani. Per far sì che l’intero movimento riprenda forza motrice è necessario che il cambiamento parta dal basso, e non sia invece calato dall’alto. È necessario, anzi vitale, un cambiamento dell’organizzazione schematica della lega che consenta alle piccole squadre di poter competere.

Inoltre uno stravolgimento del genere non andrebbe a danneggiare le squadre di testa, tutt’altro. Poter giocare partite ad alta intensità per tutta la stagione consentirebbe  alle “bigitaliane di arrivare pronte agli incontri europei, dove da troppo tempo abbiamo una rilevanza pressoché nulla. Avere un ruolo di spicco negli incontri internazionali conferirebbe ai club italiani quell’appeal che tanto ci manca. Il discorso non cambia: più visibilità, più soldi.

Chi si adatta sopravvive, chi si ferma muore.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Firmino resta al Liverpool? Le parole dell’agente

Pubblicato

:

Firmino

Roger Wittmann, agente di Roberto Firmino, ha rilasciato un’intervista a Sky Sport Deutschland, parlando del futuro dell’attaccante del Liverpool in scadenza a giugno 2023 ed accostato anche all’Inter: Siamo sulla buona strada per il rinnovo di contratto, a febbraio sapremo anche come andrà a finire il viaggio. Stiamo discutendo davvero bene, questo è un club eccezionale”.

Secondo Sky Sport Deutschland, il brasiliano dovrebbe firmare un rinnovo fino a giugno 2025.

Dovrebbe quindi restare al Liverpool uno dei possibili svincolati più interessanti in vista dell’estate 2023.

Continua a leggere

Calciomercato

Gabriel Martinelli rinnova con l’Arsenal: accordo fino al 2027

Pubblicato

:

Gabriel Martinelli

L’Arsenal continua la sua stagione da sogno. I Gunners sognano di vincere la Premier League dopo quasi vent’anni e ora possono festeggiare anche il rinnovo di uno dei loro giocatori di punta. Gabriel Martinelli, infatti, ha trovato l’accordo dopo fitti dialoghi nelle ultime settimane per continuare la sua avventura nel nord di Londra.

Secondo quanto riportato da David Ornstein, l’Arsenal ha chiuso per la permanenza dell’estroso brasiliano fino al 2027 con l’annuncio ufficiale che dovrebbe arrivare a breve. Martinelli, inoltre, sarebbe solo il primo di una lista di talenti di cui Arteta non vorrebbe privarsi. Il club si concentrerà ora sui profili di Saliba e Saka, prossimi per cui verranno fatte attente riflessioni per prolungarne la permanenza all’Emirates Stadium.

Continua a leggere

Calciomercato

Tare: “Sono tranquillo e fiducioso per il rinnovo di Milinkovic-Savic”

Pubblicato

:

Tare

Ai microfoni di Sport Mediaset nel pre-partita di Juventus-Lazio ha parlato il DS dei biancocelesti Igli Tare. Il dirigente della Lazio ha fatto il punto su uno dei temi principali, ovvero il rinnovo di Milinkovic-Savic. Il centrocampista serbo ha il contratto in scadenza nel 2024 e le big europee sono pronte al grande assalto in estate. Queste sono state le parole di Tare in merito:

“Io so come stanno le cose e sono fiducioso per la questione di Milinkovic-Savic. Al momento opportuno si faranno le valutazioni del caso e sapendo come si sta evolvendo la vicenda posso affermare che non c’è nessun tormentone”.

Continua a leggere

Calciomercato

Agente Shomurodov: “Roma insensibile alle molte offerte”

Pubblicato

:

Shomurodov

L’agente di Eldor Shomurodov, German Tkachenko, ha rilasciato un’intervista a Calcio Napoli 24, nella quale ha parlato della situazione del suo assistito. L’attaccante uzbeko, infatti, è appena approdato in prestito allo Spezia dove terminerà la stagione in corso. Queste le parole dell’agente:

“La Roma è stata insensibile alla molteplici offerte arrivate anche quest’estate. Ci aspettavamo uno svolgimento delle cose differente ma ora ci siamo stancati e abbiamo preso la decisione giusta scegliendo lo Spezia. C’erano offerte anche dall’estero ma questa è la piazza che per valori può darci quello che cerchiamo. Fisicamente Eldor è pronto e spera di dare il suo contributo già contro il Napoli. Adesso è arrivato il momento di giocare il più possibile”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969