Connect with us
Maldini con Elliott

Flash News

Maldini con Elliot

Pubblicato

:

(Finalmente) dopo poco più di un infausto anno è finita l’era breve di Li. Il mancato risanamento del debito ultimo di 32 milioni di euro, per l’aumento di capitale – anticipati ancora una volta dal fondo Elliott – ha definito l’uscita di scena dell’ex patron cinese. Cacciato dal leader del fondo americano.
Ora – non ancora ufficialmente – il Milan passa nelle mani di Paul Singer. Alla proclamazione mancano pochi passi che il fondo Elliott dovrebbe movere entro 7-10 giorni, partendo con la ratifica del tribunale del Lussemburgo di insolvenza di Li.
A quel punto le mosse future del terzo Milan potrebbero partire con il ritorno a casa del capitano, Paolo Maldini.

CHE SARÁ

Sarà – come detto – prima il Milan di Elliott, per poco, ma sarà passaggio fondamentale. Non silenzioso nè indifferente.
Non appena il fondo di Singer avrà rilevato le quote di Yonghong Li interverrà nel CdA defenestrando nell’immediato i consiglieri fedeli a Li sostituendoli con propri fidi seguaci – tra cui probabilmente il figlio. Quasi contemporaneo poi sarà il versamento di 150 milioni di euro nelle casse rossonere destinati alle spese di gestione e al budget del mercato estivo. Un mercato fatto di pochi colpi ma buoni e utili cercando di soddisfare le richieste tecniche di Gattuso. 11 pedine totalmente nuove, il Milan ha capito, fanno più male che bene.

A quel punto l’azione di Elliott prima della cessione definitiva a Commisso, ai Ricketts, a Ross o a chissà chi altro, si sposterà sulla rivoluzione dell’organigramma rossonero.

La notizia più lieta per i tifosi e il mondo Milan dovrebbe essere il rientro a casa dopo anni di “esilio” volontario, del capitano Paolo Maldini, favorito da un progetto base, adesso si, solido e chiaro con l’obbiettivo ultimo di far tornare il Milan dove merita. In Italia e in Europa. Condizione assente nell’era Li che aveva fatto spegnere da Maldini stesso ogni voce di reinserimento in società con il patron cinese.
L’ex capitano entrerebbe nel progetto come direttore dell’area tecnica lavorando a stretto contatto con il mister e amico Gattuso. Maldini immagine del nuovo Milan dedito a fare quello che già faceva anni fa in campo, far capire e trasmettere cosa significhi vestire la maglia rossonera.

Successive mosse di Elliott metterebbero a rischio anche la posizione di Fassone e Mirabelli (la cui figura nell’area tecnica sarebbe appunto rimpiazzata da Maldini). Altri nomi rossoneri – vicini o lontani nel tempo – nell’idea rossonera di Elliott. Albertini e Gandini (ora alla Roma) o Giuntoli.
Mosse che potrebbero o meno convincere il TAS sul ricorso che Elliott stesso presenterà sull’esclusione dall’Europa League.

Il periodo nero del Milan sembra clamorosamente aver averto spiragli positivi. Grazie a Elliott.
Punto di partenza per ricostruire un nuovo, solido e definitivo Milan.

(Ri)Cominciando da Paolo Maldini.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Calhanoglu salta l’Atalanta: ballottaggio Barella-Asllani per sostituire il turco

Pubblicato

:

Calhanoglu

Nell’ultima giornata di campionato Hakan Calhanoglu è stato costretto a fermarsi. Nella vittoria in trasferta per 0-4 dell’Inter contro il Lecce, il turco classe 1994 non è nemmeno sceso in campo a causa di un risentimento muscolare all’adduttore lungo della coscia destra come comunicato nella giornata di ieri dal club nerazzurro.

L’esito degli esami strumentali dunque costringeranno il centrocampista a saltare il recupero della 21ª giornata contro l’Atalanta, in programma mercoledì 28 febbraio. Rimane ancora in dubbio se ci sarà per il match di lunedì prossimo contro il Genoa. L’obiettivo di Simone Inzaghi dunque sarebbe quello di recuperarlo per la sfida del 9 marzo contro il Bologna in vista del match di Champions League contro l’Atletico Madrid.

Al suo posto contro la Dea, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, dovrebbe partire Asllani dal primo minuto. Rimane qualche minima possibilità di vedere anche Barella in cabina di regia, come successo nell’ultimo match in Salento. In questo ultimo caso, Frattesi e Mkhitaryan lo affiancherebbero in mezzo al campo.

Ennesima grande stagione per Calhanoglu con la maglia nerazzurra. In Serie A,  23 partite giocate e la bellezza di 9 gol e 3 assist. Anche in questa stagione il centrocampista turco si è dimostrato una pedina fondamentale e centrale nello scacchiere di Simone Inzaghi.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Luca Percassi: “I giovani sono l’orgoglio dell’Atalanta. Ora ci aspettano partite decisive”

Pubblicato

:

Atalanta percassi

L’amministratore delegato dell’Atalanta, Luca Percassi, è intervenuto a Radio Serie A per fare il punto sulla stagione che sta vivendo sino ad ora il club bergamasco. L’AD ha toccato vari argomenti tra cui la prossima partita che la squadra di Gasperini dovrà affrontare, ovvero quella contro l’Inter di Inzaghi.

ATALANTA, PERCASSI: “TANTE SODDISFAZIONI DAL CAMPIONATO”

Di seguito le parole di Percassi ai microfoni di Radio Serie A:

SODDISFAZIONI DAL CAMPIONATO – “Siamo molto contenti, il campionato ci sta dando grosse soddisfazioni, sappiamo però che adesso si entra nella fase decisiva, da qui in avanti avremo delle gare importanti per quella che sarà la classifica finale. Belle partite che giocheremo con entusiasmo e voglia di far bene”.

PARTITA CONTRO IL MILAN – “La squadra ha fatto una grandissima partita, il Milan ha giocatori straordinari e noi abbiamo retto nonostante lo svantaggio iniziale. Magari è stata una gara meno spettacolare delle altre, ma aver fatto punti in uno stadio così è motivo di grande orgoglio”.

PARTITA CONTRO L’INTER – “Ora ci torneremo per affrontare la prima della classe e sappiamo tutti quanto è forte l’Inter. La squadra più forte e in salute del campionato, nel suo stadio che le dà tanto”.

EUROPA LEAGUE – “Prima di tutto dobbiamo vedercela con lo Sporting, una squadra fortissima che abbiamo già avuto modo di incrociare in passato. Se così si verificasse vorrà dire che saremo andati avanti e sarebbe fantastico, ma facciamo un passo alla volta”.

CALENDARIO – “Il mister è sempre stato abilissimo nella gestione delle risorse, abbiamo una rosa ampia per cercare di gestire al meglio i prossimi impegni. Lo faremo mantenendo sempre quella che è la nostra identità”.

VIVAIO – “Fa parte della nostra filosofia e della nostra storia. Siamo contenti, ovvio che c’è sempre più competizione e il livello diventa sempre più difficile, però vedere Carnesecchi, Ruggeri, Scalvini e altri ancora in prima squadra ci rende felici e orgogliosi. Rappresentano al meglio l’Atalanta”.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Bayern Monaco pensa a Theo Hernandez come sostituto di Davies: i dettagli

Pubblicato

:

theo bayern monaco

Il Bayern Monaco ha intenzione di rinforzarsi sulla fascia di sinistra e sul taccuino dei bavaresi il primo nome è quello di Theo Hernandez. Nelle ultime ore si parla di un possibile affondo dei tedeschi per il terzino del Milan, visto che sembra ormai prossimo l’approdo di Alphonso Davies al Real Madrid.

Dunque, il rimpiazzo ideale sarebbe proprio il terzino francese che, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, i rossoneri valutano intorno ai 100 milioni di euro. Il Milan dal canto suo sarebbe disposto a mettere sul piatto il rinnovo contrattuale per Theo Hernandez. Il calciatore classe 1997 ha il contratto in scadenza nel 2026 e il suo stipendio attualmente si aggira intorno ai 4,5 milioni di euro. Le intenzioni del Diavolo sarebbero quelle di rinnovare il contratto per ulteriori tre stagioni e aumentare l’ingaggio di almeno mezzo milione.

Theo Hernandez è approdato al Milan nell’estate del 2019 e in occasione dell’ultima giornata di campionato, terminata 1-1 contro l’Atalanta, ha raggiunto le 200 presenze in rossonero. Il vice campione del mondo, di stagione in stagione, si sta dimostrando tra i migliori giocatori a livello mondiale nel suo ruolo. I numeri del francese in questa annata di Serie A recitano ben 4 gol e 3 assist in 23 partite giocate.

Continua a leggere

Flash News

Okoye si racconta: “Che emozione giocare per l’Udinese. Silvestri e Padelli mi hanno aiutato tanto”

Pubblicato

:

Chi è Joao Ferreira

Nelle ultime partite l’Udinese di Cioffi sembra aver trovato la quadra per raggiungere il prima possibile l’obiettivo salvezza. Nella prossima giornata di campionato i friulani incontreranno la Salernitana di Liverani, in quella che è una vera e propria sfida per la permanenza nella categoria per le due squadre. In merito a ciò ha parlato il portiere dell’Udinese, Maduka Okoye, ai microfoni di TV12.

UDINESE, OKOYE: “RESTIAMO CONCENTRATI SULLA SALERNITANA”

Di seguito le parole di Okoye ai microfoni di TV12:

SCONFITTA CON IL GENOA – “Una partita difficile. Dobbiamo fare meglio e siamo concentrati sulla prossima contro la Salernitana”.

PENSIERI ALL’INIZIO – “Al lavoro, siccome ero appena tornato dall’infortunio. Speravo di giocare, ma non credevo che lo avrei fatto così tanto. Volevo e voglio giocare sempre, ma sono concentrato appunto sul lavoro. Scendere in campo è una conseguenza”.

ESPERIENZA IN ITALIA – “Richiede una precisione maggiore e tanta tattica, siccome ci sono tanti giocatori forti. L’approccio non è lo stesso in ogni campionato, anche se il ruolo del portiere in sé non cambia molto”.

SILVESTRI E PADELLI – “Con loro va molto bene, sono due bravi ragazzi e mi aiutano tanto. Tutti i miei compagni e la mia famiglia mi hanno aiutato tanto. La prima da titolare con la maglia dell’Udinese è arrivata in Coppa Italia contro il Cagliari. Nel corso della sfida il 24enne racconta di aver fatto quella che considera la sua miglior parata”.

PRESTAZIONI FINO AD ORA – “Sono contento di quanto ho fatto in campo finora. Avrei potuto fare meglio sul primo gol della Lazio. Rifletto tanto sugli sbagli, riguardo i video cento volte. Adesso sto molto bene. Mi sento al 100%. La Nazionale è una cosa importante per me e voglio tornarci il prima possibile. È stato brutto vedere la Coppa d’Africa da casa, ma questo è il calcio. Udine, una città piccola ma bella. Mi piace”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969