Dove trovarci
Le Ultime
Solskjaer

Calcio Internazionale

Manchester United-Manchester City, le pagelle del match

Manchester United-Manchester City, le pagelle del match

Nel derby di Manchester è il City di Guardiola a prendersi la vittoria. Un match dominato in lungo e in largo che poteva avere anche un risultato più ampio. Ora il gap dal Chelsea in vetta è ridotto e aumenta continuamente il livello delle prestazioni della squadra che se la gioca in tutte le competizioni. Lo United, invece, è in confusione e non trova costanza. La vittoria col Tottenham è stata smorzata dal pareggio sofferto contro l’Atalanta in Champions e ora il derby perso che riporta dubbi e perplessità sulla posizione del manager e sul livello di alcuni giocatori.

LE PAGELLE DEL MANCHESTER UNITED

DE GEA 6,5: a freddo viene colpito da Bailly che fa autogol ma reagisce nel primo tempo. Sono cinque le parate da fuoriclasse che salvano momentaneamente lo United dal raddoppio. Su Jesús e su un altro quasi autogol di Lindelöf ha un riflesso da vicino mentre è un felino su de Bruyne e Cancelo. Il secondo gol lo vede parzialmente responsabile con un intervento goffo sul tocco di Bernardo Silva che rovina la sua partita.

BAILLY 4,5: il centrale ivoriano soffre costantemente le avanzate del City da ambo i lati tanto da partecipare attivamente al vantaggio del City con una scivolata sul cross di Cancelo che non lascia scampo al proprio portiere. Esce all’intervallo senza aver reagito al contraccolpo. Dal 45′ SANCHO 5: entra per dare velocità ma non cambia la storia dell’incontro partecipando solo alla maggiore compattezza della squadra nel secondo tempo.

MAGUIRE 6: è il meno peggio della difesa. Chiude spesso i buchi lasciati dai compagni ma non può fare i miracoli e affonda coi suoi compagni sotto i colpo del City.

LINDELÖF 5,5: rischia un autogol anche lui ma viene salvato da de Gea. Per il resto fa sentire la mancanza di Varane in un difesa a tre rivedibile sotto tutti i punti di vista.

WAN-BISSAKA 5: abbandonato a sé stesso dai compagni contro Foden e Cancelo viene annichilito. Qualche chiusura buone gli riesce ma è assolutamente il giocatore più in difficoltà in campo oggi nella resa dello United.

FRED 5,5: l’impegno non manca la differenza a livello tecnico rispetto ai centrocampisti del City è evidente. Recupera palloni ma non li gestisce al meglio e finisce per abbassarsi spesso in difesa per limitare i danni. Dal 80′ VAN DE BEEK s.v.

MCTOMINAY 5,5: chiude spesso qualche pericolo e lotta in mezzo al campo con Fred cercando di limitare i danni ma il centrocampo del Manchester City è un’altra cosa ed è impossibile per lo scozzese anche fare più passaggi brevi consecutivi.

SHAW 5: spinge bene nel primo tempo ed è tra i meno peggio fino al 45′ quando si dimentica Bernardo Silva alle sue spalle che si inserisce e firma il 2-0. Col passaggio alla difesa a 4 non trova ugualmente spazio per far male a Walker. Dal 73′ A. TELLES 5,5: prova a spingere come faceva Shaw ma lo fa in maniera disordinata e con meno qualità. Rischia di concedere un penalty nel finale.

B. FERNANDES 4,5: prestazione opaca per colui che dovrebbe organizzare la manovra offensiva. I soli 4 tocchi dell’intera squadra in area avversaria sono un macigno. Il 18 è nervoso e il suo pressing è fine a stesso come quello dell’intero reparto offensivo lasciando il centrocampo sguarnito.

GREENWOOD 5: il giovane classe 2001 inglese questa volta non si rende protagonista. Solo un tiro debole a inizio secondo tempo mentre per il resto è vittima dei pochi palloni ricevuti della marcatura ad hoc di Rúben Dias. Neanche da esterno riesce ad incidere. Dal 67′ RASHFORD 5: il suo ingresso in campo doveva regalare velocità e ulteriore forza offensiva ma il suo apporto è nullo e il Manchester United quasi non riesce ad entrare in area.

RONALDO 5: un solo pericolo creato dal fuoriclasse portoghese con il cross di Shaw che girato al volo viene respinto da Ederson. Per il resto tanto nervosismo poche giocate sfavillanti e un’ammonizione evitabile che rispecchia la sua partita.

ALL. SOLSKJAER 4: tatticamente ha fornito un assist a Guardiola che ha ingabbiato il suo United con una semplicità disarmante. Si faranno riflessioni in questa pausa e Solskjaer rischia grosso.

LE PAGELLE DEL MANCHESTER CITY

EDERSON 6: sul gioco coi piedi è un maestro e partecipa attivamente alla costruzione del gioco articolato di Guardiola mentre per il resto è chiamato ad ordinaria amministrazione e ad una parata non semplice sulla girata al volo di Ronaldo.

WALKER 6,5: il terzino inglese spinge poco ma tiene bene le offensive portate da Shaw prima e Rashford poi non lasciando spazio ad offensive sulla sua fascia.

STONES 6,5: risponde presente a questa chance vista l’indisponibilità Laporte. Forma una coppia solida con Dias con una buona alchimia nel giocare col fuorigioco e nei movimenti. Prestazione importante la sua su Ronaldo a cui non lascia troppo spazio.

R. DIAS 6,5: il portoghese cresce di partita in partita risultando imprescindibile per Guardiola. Con lui Greenwood non vede palla avendolo intimidito con due anticipi importanti ha inizio gara. Per il resto è sempre ordinato e preciso come tutto il reparto difensivo oggi.

CANCELO 7,5: spina costante nella difesa dello United, João spinge fino all’ultimo minuto. Dopo poco un suo cross velenoso propizia il vantaggio e un’altra sua perla fornisce l’assist per il raddoppio. Va vicino anche alla gioia personale con un paio di conclusioni pericolose.

RODRI 6,5: partita di alto livello del mediano spagnolo che gestisce ottimamente ogni pallone dai più facili a quelli più intricati. Inizia dai suoi passaggi ai giocatori di fantasia l’azione offensiva ed è un muro davanti alla difesa. Diventa sempre più completo.

GÜNDOGAN 6,5: agilissimo il centrocampista tedesco che fa aumentare il ritmo alla manovra del City con sterzate e dribbling costanti che liberano spazio. Si inserisce e spazia sul fronte offensivo senza dare riferimenti a un Manchester United in bambola.

B. SILVA 7: forse il portoghese meno atteso è quello che colpisce. Prestazione fotocopia a quella di Gündogan. La parola d’ordine è imprevedibilità e la testimonianza è il gol del 2-0 dove sbuca dal nulla e sorprende de Gea regalando ai suoi un secondo tempo di amministrazione.

DE BRUYNE 6: forse tra la batteria di trequartisti è il meno spettacolare oggi anche se la giocata rapida con tiro di punta all’angolino con parata di de Gea avrebbe fatto impennare il voto. Il belga sta aumentando i carichi e il ritmo e sta entrando in forma pronto a tornare decisivo.

FODEN 6,5: a sinistra la combo con Cancelo è letale per Wan-Bissaka che va spesso in difficoltà. Da molto largo crea pericoli e scende spesso sulla fascia mettendo in mezzo palloni interessanti per i compagni che non ne approfittano. Colpisce il palo nel secondo tempo sfiorando il 3-0.

G. JESÚS 5,5: impossibile dare insufficienze al City oggi ma il suo errore sull’1-0 è da matita rossa. Pallone in mezzo e da solo poco fuori l’area piccola sbatte contro de Gea. Il suo apporto alla manovra è ugualmente importante nel dominio del City ma il centravanti di questa squadra deve essere lui.

ALL. GUARDIOLA 7: il suo City è uno spettacolo. Lo United è dominato come mai prima d’ora e quello che ha creato con i 5 giocatori offensivi lasciati liberi di creare nella metà campo avversaria è un’opera da maestro.

(Fonte immagine in evidenza: diritto Google creative Commons)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale