Connect with us
Mancini: "Al Mondiale potevamo giocarcela, spero sia l'anno di Chiesa e Zaniolo"

La nostra prima pagina

Mancini: “Al Mondiale potevamo giocarcela, spero sia l’anno di Chiesa e Zaniolo”

Pubblicato

:

Vialli

Roberto Mancini, c.t. della Nazionale, ha parlato in una lunga intervista esclusiva ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. L’allenatore si è soffermato sul Mondiale in Qatar appena disputato, sul futuro della Nazionale italiana e anche della nostra amata Serie A:

Ovviamente è facile parlare dopo, ma ho sempre detto che l’Italia puntava a vincere il Mondiale e oggi lo ripeto, avremmo potuto giocarcela. Credo che l’esito sia stato giusto, per un campione come Messi. Tutto sommato è stato un torneo anomalo; troppo poco tempo per prepararlo e alcune squadre ne hanno risentito. Per quanto riguarda ciò che le squadre hanno mostrato, è stato sicuramente un Mondiale più dei giocatori che del gioco, ma a volte si tratta anche di sfortuna, come nel caso della Spagna, che invece come proposta in campo è una delle migliori. Un numero sempre maggiore di calciatori possiede caratteristiche più difensive e di copertura, e questo si riflette molto sulle dinamiche di gioco“.

SULLA NAZIONALE

“Io credo che, se ci siamo tutti, il modulo più adatto alle nostre caratteristiche sia il 4-3-3, sfruttando i calciatori bravi nell’uno contro uno e i terzini di spinta che abbiamo, come Spinazzola. Spero di recuperarlo per marzo; dopo un infortunio così, ci vuole almeno un anno per tornare come quelli di prima. Zaniolo per esempio, è tornato in forma e sarà molto importante. Lui può fare la mezz’ala, l’esterno offensivo, la seconda punta e nelle ultime partite l’ho visto migliorato anche nella capacità di giocare con la squadra. Anche Miretti ha qualità che lo rendono un calciatore molto duttile.

Alla fine anche il miglior centravanti è quello che sa occupare l’area, andare sull’esterno e aiutare i centrocampisti. Noi abbiamo Scamacca che sta giocando con continuità e può veramente fare bene; la Premier ti dà quel qualcosa in più che negli altri campionati manca. Raspadori invece gioca un po’ meno, ma sta migliorando anche così; ha cambiato la sua mentalità. Spero che il 2023 possa essere l’anno di Chiesa e Zaniolo; dopo l’Europeo non li ho praticamente mai avuti e con loro e il gruppo al completo possiamo davvero ripartire“.

SULLA SERIE A

Il Napoli ha stupito tutti, ma non direi che il campionato è chiuso. Alla fine un momento di difficoltà arriva per tutti, nessuno escluso; ma diciamo che con un filotto di tre vittorie metterebbero una seria ipoteca. Su Kvara mio figlio Andrea parlava di un potenziale fenomeno già cinque anni fa, ma la forza del Napoli sta nel gruppo e nelle capacità dell’allenatore. Per le inseguitrici sarà difficile; devono correre tanto e forte. Al Milan per esempio serve dare del tempo a De Ketelaere, perché è forte, ma anche molto giovane; ha bisogno di ambientarsi. Io lo vedo più come una mezzala offensiva. Significativo sarà anche il ritorno di Lukaku, che all’Inter è mancato molto. Può trarne grande vantaggio, se tornerà quello di due anni fa, soprattutto sul piano fisico. Può giocare anche insieme a Dzeko, ma con Lautaro lo vedo meglio; si completano“.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Materazzi avverte Skriniar: “Non troverai da un’altra parte l’amore dei tifosi dell’Inter”

Pubblicato

:

Materazzi

Nell’ultimo turno di Serie A, l’Inter è tornata a conquistare i tre punti contro la Cremonese. La squadra di Simone Inzaghi prepara i prossimi impegni, in Coppa Italia contro l’Atalanta e nel derby in campionato, con l’incognita Skriniar. Sulla questione relativa al centrale slovacco, ha parlato Marco Materazzi. In un estratto di un’intervista rilasciata a DAZN, lo storico difensore dell’Inter ha detto:

“Nessuno deve dubitare della sua professionalità, darà il 100% fino alla fine. Ma ricordati: non troverai da un’altra parte l’amore di San Siro e degli 80mila tifosi nerazzurri”.

Continua a leggere

Flash News

Roma, El Shaarawy: “Dobbiamo continuare con questa mentalità! Gioco dove serve per la squadra”

Pubblicato

:

Roma

Nonostante la sconfitta contro il Napoli al Diego Armando Maradona, la prestazione della Roma fa sorridere Mourinho ed i suoi tifosi. La squadra ha giocato bene, tenendo testa alla compagine che comanda la Serie A per larghi tratti del match. Sugli scudi la prestazione di Stephan El Shaarawy, entrato nella ripresa al posto di Spinazzola, autore della rete del momentaneo pareggio.

Al termine del match, il Faraone ha rilasciato queste dichiarazioni ai microfoni di DAZN.

RUOLO“Questo mi chiede il mister, anche di pressare il terzino per poi tornare in posizione. Un ruolo che posso ricoprire anche se lo faccio per esigenza. Gioco dove serve per la squadra. Di natura sono più offensivo e facendo il quinto ho compiti diversi. Seguo il mister. Se mi chiedi dove preferisco giocare ti dico che preferisco avanti come a La Spezia”. 

PRESTAZIONE “Dispiace che oggi sia andata meno bene con la sconfitta ma dobbiamo continuare con questa mentalità. Abbiamo affrontato la squadra più forte del campionato e non è facile”. 

ZANIOLO“Non è facile ora parlare di un compagno che sta vivendo questa situazione. Non entro nel merito della vicenda, noi vogliamo pensare alla Champions che è il nostro obiettivo”.

Continua a leggere

Flash News

La certezza del Milan si chiama Giroud: rinnovo ad un passo

Pubblicato

:

Giroud

Il periodo nero del Milan non sembra volgere al termine. Dopo la sonora sconfitta rimediata all’Olimpico contro la Lazio (4-0), ieri i rossoneri sono stati surclassati in casa dal Sassuolo (2-5). In un periodo di profonde incertezze per la squadra campione d’Italia, si cerca di ripartire da uno dei pochi punti fermi: Olivier Giroud. In queste partite, il centravanti francese non ha di certo fatto mancare il proprio apporto, nonostante una forma fisica non brillante. Ieri, ha siglato la sua decima rete stagionale con la maglia del Milan.

La dirigenza rossonera ha intenzione di continuare a puntare sulle sue performances anche nella prossima stagione. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, Giroud è ad un passo dal prolungare il suo contratto con il Milan fino al 2024. Dunque, il trentaseienne attaccante continuerà ad essere una certezza per il Diavolo. 

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Juve Stabia, parla Lucenti: “Non era facile preparare la gara! Merito dei ragazzi”

Pubblicato

:

Juve Stabia

Ieri la Juve Stabia ha ottenuto un’importante vittoria sul campo della Viterbese. La rete di Andrea Silipo ad inizio partita ha deciso l’incontro. Sulla panchina del club di Castellammare di Stabia sedeva Giorgio Lucenti, vice del dimissionario Leonardo Colucci, in attesa del nuovo tecnico. Al termine del match, ha rilasciato queste dichiarazioni in conferenza stampa.

RISULTATO IMPORTANTE – “Nelle ultime prestazioni non è arrivato il risultato e oggi era importante farlo. I ragazzi hanno dato quantità e qualità. Il merito è tutto dei ragazzi perché in due giorni non ho potuto passare niente a loro. Non era facile preparare la gara”.

ALTOBELLI A CENTROCAMPO – “Ho deciso di far giocare Daniele Altobelli da regista ieri perchè volevo più esperienza in mezzo al campo, non perché Maselli non meritasse”.

PRESTAZIONE – “I ragazzi hanno continuato a fare quello che facevano in fase difensiva già prima ma sono stati bravi innanzitutto gli attaccanti a fare la prima pressione. Qualche rischio lo abbiamo corso ma nel secondo tempo abbiamo controllato bene e abbiamo anche rischiato di fare il secondo gol. Barosi è pronto anche per categorie superiori. Pandolfi ha fatto una gara di grande sacrificio e ha retto bene il confronto. Gli è mancato il gol ma è andato bene”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969