Connect with us

La nostra prima pagina

Marcon, preparatore dei portieri dell’Udinese: “Vi svelo il segreto”

Pubblicato

:

meret

Nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, Sergio Marcon, preparatore dei portieri dell’Udinese, ha parlato dei vari estremi difensori che l’Udinese può vantarsi di avere avuto.

Sergio Marcon, lei è il preparatore dei portieri dell’Udinese. Ruolo che fino allo scorso torneo ha condiviso con Alex Brunner, passato poi al Watford, altro club dei Pozzo e che ora condivide con Domenico Doardo. Perché a Udine crescono tanti buoni portieri?

“Perché c’è un pensiero comune che si porta avanti dal settore giovanile. Si è sempre lavorato con allenatori che la pensano allo stesso modo. E i punti fondamentali sono innanzitutto l’attacco alla palla, le uscite e le parate a contrasto. Il lavoro sulle uscite basse è importante, le parate a contrasto pure, sono quelle in cui il portiere ha sempre le mani sulla palla mentre l’avversario calcia.”

 Domenica sfidate Provedel che dallo Spezia è passato alla Lazio diventando subito titolare. All’ultimo giro, il ct Mancini lo ha anche convocato in Nazionale. Si aspettava un boom simile?

“L’ho allenato al primo anno negli Allievi e lo ha seguito anche Alex Brunner. È arrivato tardi in porta, prima faceva l’attaccante. Ha buona tecnica nei piedi e soprattutto non molla mai. Ha voglia di sacrificarsi e di imparare. Ha tenuto duro. Questo carattere lo ha aiutato a ottenere quel che voleva”

Meret, Scuffet, Vicario, Perisan. Hanno tutti fatto la serie A. Gasparini del 2002, ora a Potenza, è sempre stato considerato un predestinato. Chi l’ha sorpresa di più?

“Sicuramente Vicario. Meret si vedeva da piccolo che sarebbe arrivato, era un predestinato. ma Vicario ha fatto la gavetta vera, partendo dalla serie D, facendo tanta B. E arrivando in Nazionale. È un piacere vedere che è partito dal basso. Se lo è proprio meritato. Per quel che riguarda Gasparini ha una maturazione più lunga. Ha bisogno di giocare e di trovare un suo equilibrio. Ma può ambire a palcoscenici più alti.”

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

La Juventus risponde alle accuse: il comunicato del club

Pubblicato

:

Juventus

Sono giorni particolarmente movimentati in casa Juventus. Negli scorsi giorni sono arrivate le dimissioni di Andrea Agnelli e di tutto il CdA bianconero ed è stata aperta un’indagine per falso in bilancio, plusvalenze e stipendi. In risposta alle accuse delle ultime ore, i bianconeri hanno ribadito la propria posizione in merito attraverso un comunicato ufficiale.

IL COMUNICATO

“A seguito dell’avvio del procedimento Consob di accertamento di presunte non-conformità contabili (luglio 2021), conclusosi in data 19 ottobre 2022, con gli esiti resi pubblici da Juventus con i due comunicati del 21 ottobre e 20 novembre 2022, e a seguito dell’acquisizione degli atti del fascicolo penale (a seguito della notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari il 24 ottobre 2022), gli organi sociali di Juventus hanno proseguito il processo di rigorosa e scrupolosa valutazione di tutte le contestazioni contabili rivolte con riguardo ai bilanci di Juventus (2019/2020 e 2020/2021 e, a cascata, 2021/2022).

Sulla base di un solido set di pareri di primari professionisti legali e contabili, il board di Juventus è pervenuto, con compattezza, alla conclusione unanime da parte dei nove consiglieri in carica alla data del 28 novembre 2022, che:

  • Il trattamento contabile adottato nei bilanci contestati rientra tra quelli consentiti dagli applicabili principi contabili;
  • le contestazioni della Procura non paiono fondate e non paiono, peraltro, né quanto a presupposti, né quanto a conclusioni, allineate con i rilievi contenuti nella delibera Consob del 19 ottobre 2022; infatti, la Procura afferma l’artificialità di plusvalenze e la fittizietà delle rinunce stipendi, mentre Consob contesta un valore considerevolmente minore di plusvalenze, peraltro senza menzione di falso in bilancio, e non contesta l’efficacia giuridica delle rinunce stipendi, né, con specifico riguardo alla c.d. “manovra stipendi” 2020/2021, la natura giuridicamente non-vincolante, delle c.d. scritture integrative in corso di negoziazione nell’aprile/maggio 2021;
  • la correzione dei bilanci (i.e. restatement), con il limitato profilo delle c.d. “manovre” stipendi 2020 e 2021 è stata decisa in via di adozione di una prospettiva di accentuata ed estrema prudenza e ha effetti contabili ritenuti, anche con l’ausilio di esperti indipendenti , di ordine non rilevante, in particolar modo sul patrimonio netto della Società al 30 giugno 2022;
  • Juventus confida, infine, che, proprio in ragione della ritenuta assenza di qualsivoglia alterazione dei bilanci contestati, le conclusioni delle autorità sportive (che già si sono espresse, con riguardo al tema plusvalenze, in senso favorevole a Juventus) non cambieranno: in assenza di alcuna alterazione contabile, ogni sanzione sportiva risulterebbe del tutto infondata.

Nella convinzione di aver operato sempre correttamente, Juventus FC intende far valere le proprie ragioni e difendere i propri interessi, societari, economici e sportivi, in tutte le sedi”.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Real Madrid piomba su Milinković-Savić: incontro con l’agente

Pubblicato

:

juventus

Ancora molto incerto il futuro di Milinković-Savić. Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo DiarioGol, il centrocampista serbo sarebbe finito nel mirino del Real Madrid.

I Blancos starebbero attuando una vera e propria rivoluzione a centrocampo, poiché Dani Ceballos e Toni Kroos sono in scadenza, mentre Luka Modrić va verso il termine della sua carriera. Per questo motivo, l’obiettivo numero uno di mercato del Real Madrid sarebbe proprio il centrocampista della Lazio. Sempre secondo la medesima testata, nelle prossime settimane si terrà un summit di mercato tra Mateja Kezman, agente di Milinković, e Florentino Pérez, presidente del Real.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Portogallo, mondiale finito per Nuno Mendes

Pubblicato

:

PSG

Dopo l’infortunio alla coscia rimediato durante la partita contro l’Uruguay, il mondiale di Nuno Mendes volge al termine. Le condizioni del laterale del PSG, infatti, sono molto preoccupanti e probabilmente lo costringeranno a saltare la fase mondiale del torneo. L’annuncio, secondo l’Equipe, verrà dato dalla federazione portoghese in giornata. Per la partita di domani, dunque, il suo posto sarà preso da Guerreiro, autore di un’ottima prestazione domenica sera.

Continua a leggere

Flash News

Cafu non ci sta: “Non capisco perché Alexander-Arnold sia in panchina”

Pubblicato

:

Alexander-Arnold

Nel corso di questi Mondiali in Qatar, un po’ a sorpresa, Trent Alexander-Arnold è sceso in campo con la Nazionale Inglese soltanto per 33 minuti contro il Galles. L’ex terzino brasiliano Cafu non è per niente d’accordo con la scelta di Gareth Southgate di relegare in panchina l’esterno del Liverpool e si è espresso così ai microfoni del Mirror:

“Non capisco perché sia in panchina. Ha tutto: qualità, dribbling, ritmo ma non è una novità anzi è sempre la stessa storia. Quando dicono che un terzino non sa difendere abbastanza poi lo tengono fuori. Lo dicevano anche di me e di Roberto Carlos eppure qualcosa l’abbiamo vinta insieme…”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969