Come raccontato ieri, Gigi Simoni, ex allenatore e vincitore di una Coppa Uefa con l’Inter nel 1998, è scomparso all’età di 81 anni. Tutto il mondo del calcio, come giusto che sia, ha accantonato le rivalità, stringendosi nel cordoglio per il tecnico, colpito da un malore il 22 giugno scorso. Mark Iuliano, protagonista del contatto con Ronaldo il Fenomeno, intervistato per La Repubblica riserva parole speciali per Gigi Simoni.

Legati da quella domenica, da quel Juve-Inter? Mi resterà il rimpianto di non avere altro da condividere con lui, una persona di uno spessore incredibile: non ho avuto il piacere di conoscerlo, ma non ho mai trovato uno che mi dicesse male di lui. Non voglio definire una persona da un evento. E oggi non è il giorno per pensare a quel pomeriggio: sarebbe di cattivo gusto“.

Iuliano mette da parte la rivalità, e si lascia andare con i ricordi.

“Ci siamo incrociati davvero di rado ed è un peccato, perché avrei voluto conoscere a fondo sia l’uomo sia l’allenatore: mi ispirava tantissimo. Oggi ho ricevuto una notizia dolorosa, mi consolo pensando che ha avuto una carriera lunga e vincente e che ha fatto una vita piena, brillante“.