Connect with us
Marocco, la favola del Mondiale

Calcio Internazionale

Marocco, la favola del Mondiale

Pubblicato

:

Hakimi

Il Marocco, uscito vincitore dal Gruppo F, supera per la seconda volta nella sua storia il girone e centra la fase a eliminazione diretta della competizione. La Nazionale magrebina, agli ottavi di finale della Coppa del mondo, batte la Spagna e si conferma la rivelazione del torneo.

LA PARTITA

Alla vigilia della sfida con le Furie Rosse, Walid Regragui, il mister del Marocco, aveva espresso un giudizio critico nei confronti della Roja:

“Hanno un possesso palla che danneggia l’avversario, ma anche il pubblico”.

Per i leoni dell’atlante si trattava, dopo le partite del girone, di una quarta finale. Le Furie Rosse sono vittima del gioco della Nazionale marocchina, la quale si arrocca in difesa a protezione della porta di Bounou. La Spagna ha tenuto il piglio del gioco, ma non è riuscita a impensierire l’estremo difensore del Marocco.

La partita è proseguita sino ai tempi supplementari. Il neoentrato Sarabia, a tempo quasi scaduto, impatta la palla con il piede debole e scheggia il palo lontano.

Al triplice fischio è tempo dei tiri dal dischetto. La Spagna ha l’incubo dei calci di rigore da quando, in semifinale degli Europei, esce sconfitta contro gli azzurri. Prima di Qatar 2022, il commissario tecnico della Nazionale iberica ha dichiarato:

 “Ho detto ai miei calciatori di arrivare al Mondiale con mille rigori calciati in allenamento. Non sono una lotteria, si tratta di bravura”.

I rigori li sbaglia chi ha il coraggio di tirarli: le sostituzioni non sono efficaci e gli specialisti non sono riusciti a segnare.

Prima della Coppa del Mondo, Samuel Eto’o ha predetto, in modo sorprendente, che il Marocco avrebbe vinto la partita degli ottavi di finale contro la Spagna. La Nazionale magrebina, grazie alle prodezze dei propri giocatori, è riuscita in un’impresa.

I PROTAGONISTI

Ad agosto 2021 Walid Regragui viene nominato allenatore del Wydad Casablanca e a fine stagione vince, diventando il secondo coach marocchino ad alzare questo trofeo, la finale di CAF Champions League.

L’anno seguente diviene, in sostituzione di Vahid Halilhodzic, mister del Marocco, con cui centra, per la prima volta della sua storia, i quarti di finale del Mondiale.

Yassine Bounou, all’esordio della competizione, dopo avere cantato l’inno nazionale, avverte delle vertigini e si deve accomodare in panchina.

Una persona emotiva, eppure dai tiri dagli undici metri ha mantenuto il sangue freddo. Le sue prestazioni al Mondiale non sono una sorpresa, bensì una conferma. Due parate decisive che determinano la vittoria della sua Nazionale.

Il portiere viene acquistato dal Sevilla nell’estate del 2019. Parte alle spalle di Vaclik, il quale registra quindici clean sheet stagionali. Il 6 luglio del 2020 l’estremo difensore ceco si infortuna al ginocchio.

Bounou indossa i guantoni, vince l’Europa League contro l’Inter e, a fine stagione, registra 512’ di imbattibilità. Nella scorsa stagione ottiene il premio Zamora come miglior portiere de La Liga.

 

Nayef Aguerd ha disputato una gara attenta e ha difeso la porta in modo impeccabile. Achraf Hakimi ha giocato un’ottima partita, culminata con il rigore segnato con il cucchiaio. E dire che Antonio Conte non si fidava del suo tiro dal dischetto:

“L’importante è che non tiri i rigori, da lontano ha delle capacità importanti, ma se dovessimo giocarci qualcosa devono sparire tutti prima che tiri lui. È veramente scarso, peggio di me quando giocavo”.

Hakim Ziyech, per le sue doti da fuoriclasse, è la stella della squadra. A settembre 2021 la stella del Marocco viene escluso per le due gare contro Sudan e Guinea, dal commissario tecnico Vahid Halilhodzic, a causa di un comportamento inaccettabile:

“Hakim è arrivato in ritardo, poi si è rifiutato di entrare in campo. La Nazionale viene prima di tutto”.

Il centrocampista del Chelsea sta attraversando un periodo complicato nel club londinese, ma ha saputo trascinare la sua Nazionale alla vittoria.

Sofyan Amrabat, è stato autore di una prestazione sublime, giganteggiando in mezzo al campo. Il centrocampista della Fiorentina, nonostante gli acciacchi fisici, ha saputo neutralizzare le azioni delle Furie Rosse:

“Mi chiedevo se potevo giocare questa partita, ieri sera sono stato sveglio fino alle 3 del mattino con il fisioterapista, ho dovuto fare anche un’iniezione prima della partita. Non potevo abbandonare i ragazzi e il mio Paese”.

L’OMAGGIO

Dopo la storica qualificazione contro la Spagna la Nazionale marocchina ha reso omaggio ad Abdelhak Nouri. L’8 luglio del 2017, in occasione di un match amichevole tra Ajax e Werder Brema, il suo cuore si ferma.

Il talento dei Lancieri è rimasto in coma per tre anni fino a che nel 2020 è potuto tornare a casa. Di recente, Il fratello ha dichiarato:
“Ha capito dov’è, a volte si commuove e spesso sorride, nei giorni buoni riusciamo a parlare”.

La squadra di Amsterdam ha ritirato, in suo onore, la maglia numero 34. Una storia di coraggio del gioiello dell’Ajax, con cui i compatrioti e compagni di squadra hanno voluto condividere il successo della Nazionale magrebina. L’ennesima storia che abbiamo il piacere di raccontare.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Rudi Garcia svela il futuro di Ronaldo: “Non chiuderà la carriera qui”

Pubblicato

:

Ronaldo

In moltissimi, tra tifosi e addetti ai lavori, avevano interpretato il clamoroso trasferimento di Cristiano Ronaldo all’Al-Nassr come un definitivo esilio dorato dal calcio europeo, in cui il portoghese ha regnato per quasi due decenni. Eppure, quando si parla di CR7, meglio non dare mai niente per scontato; le dichiarazioni del suo attuale allenatore, Rudi Garcia, lasciano infatti intuire che la storia di Ronaldo possa arricchirsi di un ulteriore capitolo:

“Ronaldo non si ritirerà all’Al-Nassr, farà ritorno in Europa per poi ritirarsi lì“.

Il tecnico francese non è stato però il primo a formulare tale ipotesi; diverse testate come Marca, principale quotidiano sportivo spagnolo, avevano accennato alla possibilità di rivedere Cristiano in bianconero per la prossima stagione. Solo che questa volta, al posto della maglia della Juventus, indosserebbe quella del Newcastle, club di proprietà saudita inevitabilmente legato all’attuale squadra di Ronaldo, che avrebbe dunque la possibilità di tornare a calcare il palcoscenico della Champions League. Possibilità concreta, visto l’incredibile campionato disputato dalla squadra di Eddie Howe attualmente terzo nella classifica della Premier League.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Il Chelsea chiude anche per Malo Gusto!

Pubblicato

:

Malo Gusto Juventus

Non si ferma più il Chelsea sul mercato, autore dell’investimento più roboante di questo gelido gennaio, e pronto a regalare a Potter una rosa che possa risollevarsi in Premier League. L’ultimo colpo però è in prospettiva, perchè Malo Gusto, di anni, ne ha solo 19. Classe 2003, terzino destro francese, verrà pagato dai Blues una cifra vicina ai 30 milioni di euro.

Al momento il ragazzo, seguito in Italia anche dalla Juventus, ha totalizzato 15 presenze in Ligue 1,condite da un assist e tante prestazioni convincenti. Le convincenti prestazioni di questo ragazzo hanno infatti spinto il Chelsea ad un investimento importante per l’ennesimo prodotto del settore giovanile del Lione che sta dimostrando di avere un grande potenziale.

Malo Gusto si trasferirà al Chelsea solo a partire dalla prossima estate, e il suo contratto recita scadenza giugno 2030.

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

L’Everton ha un nuovo condottiero: Sean Dyche è pronto a firmare per i Toffees

Pubblicato

:

Everton

Il crollo verticale dell’Everton in queste due stagioni ha sorpreso molti appassionati del calcio: dopo il 2018 il club ha incominciato ad occupare stabilmente la seconda metà della classifica arrivando, nel 2021, a rischiare concretamente la retrocessione. Il periodo negativo non sembra finito e, dopo l’esonero di Lampard, il club di Liverpool ha chiamato i rinforzi.

Secondo quanto riportato da Fabrizio Romano, l’Everton avrebbe completato tutti i passaggi burocratici affinché Sean Dyche possa considerarsi, a tutti gli effetti, il nuovo tecnico dei Toffees. Storico allenatore del Burnley, club con il quale ha condiviso 10 anni di storia, con un passato prima ancora al Watford, Sean Dyche si appresta a guidare una squadra che, attualmente, ricopre il penultimo posto della Premier League. Contratto da due anni e mezzo per l’allenatore originario di Kettering, in Inghilterra.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Rassegna Social – Skriniar al PSG!

Pubblicato

:

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

 

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969