Dove trovarci
Cremonese

Generico

Chi è Massimiliano Alvini, il nuovo allenatore della Cremonese

Chi è Massimiliano Alvini, il nuovo allenatore della Cremonese

La Cremonese, tornata in Serie A dopo ben 26 anni, si prepara alla nuova stagione con la presentazione del nuovo tecnico Massimiliano Alvini. L’ex Perugia ha commentato l’inizio della sua avventura affermando:

Essere qui è un’enorme soddisfazione e una gratificazione. Questo è un punto di partenza per me“.

Per molti arrivare in Serie A potrebbe essere l’ambizione massima, il coronamento di una carriera. Ma non per Alvini. Per lui si tratta solo dell’inizio di una grande avventura che affronterà con passione e sacrificio.

GLI INIZI ED I CAMPIONATI UISP

La storia di Alvini è una storia da film. Il viaggio di un ex rappresentante di pelletteria con l’hobby per il calcio che, gradino dopo gradino, è riuscito scalare tutte le categorie, arrivando sul tetto del calcio italiano.

Comincia la sua attività da tecnico molto presto, nella stagione 95-96, quando era ancora un calciatore di Promozione. La sua prima avventura è nel campionato Uisp, dove allena una squadra amatoriale formata da suoi amici. Ma un brutto infortunio all’età di 30 anni lo costringe ad appendere le scarpe al chiodo, così decide di diventare allenatore a tempo pieno.

Rapidamente, passando per le giovanili, guadagna la sua prima panchina: il Signa. La sua ex squadra decide di scommettere su di lui e gli affida il ruolo di allenatore nel campionato di Promozione. Qui trascorrerà un paio di anni, conditi da una promozione in Eccellenza.

Il primo snodo cruciale della sua carriera arriva nel 2008 quando passa al Tuttocuoio, club di Promozione. Qui compie un vero e proprio miracolo. In appena 5 stagioni riesce a portare il club in Serie C, vincendo anche la Coppa Italia Dilettanti. Nel 2015 abbandona il Tuttocuoio per trasferirsi alla Pistoiese, dove tuttavia viene esonerato dopo meno di una stagione.

ALBINOLEFFE E REGGIO

Superata la delusione Pistoiese, Alvini ricomincia dalla Serie C. Viene ingaggiato dall’Albinoleffe del ds Simone Giacchetta, che decide di scommettere sul tecnico toscano. Tra i due si instaurerà un grande rapporto. Basti pensare che oggi Giacchetta è il direttore sportivo della Cremonese e per la sfida lavorativa più importante della sua vita ha scelto, ancora una volta, Massimiliano Alvini. In Lombardia riesce a guadagnarsi i play-off per ben due stagioni consecutive, andando decisamente oltre le aspettative. La sua avventura si conclude nel 2018, quando verrà esonerato a causa del pessimo rendimento della squadra.

Si tratta del secondo fallimento professionale per Alvini che, come la prima volta, non si lascia abbattere e continua a lavorare sodo verso i suoi obiettivi. La nuova occasione arriva nel 2018 e si chiama Reggiana. Il club emiliano dovrà giocarsi la Serie D e vede in Alvini la persona giusta per tornare nei professionisti. Ma un incredibile colpo di scena cambia le carte in tavola. La Reggiana, per via di alcuni completamenti organici, viene ripescata in Serie C.

L’occasione è ghiottissima e Massimiliano vuole sfruttare la vetrina per dimostrare chi è davvero. L’epilogo è straordinario. La Reggiana, contro ogni aspettativa, si qualifica ai play-off di Serie C e grazie a delle prestazioni fantastiche stacca un pass per la B. Un’impresa titanica, di cui Alvini è il principale artefice. Il grande merito gli viene riconosciuto anche dalla Lega che lo premia con la Panchina d’Oro della Serie C.

IL PERUGIA E LA SERIE A

Purtroppo, l’avventura in B degli emiliani durerà pochissimo e per questo Alvini decide di giocarsi ancora una volta le sue carte in B, questa volta al neo-promosso Perugia. L’obiettivo è la salvezza, ma Massimiliano fa molto di più. Squadra salva con 9 giornate d’anticipo, seconda miglior difesa del campionato e un posto nei play-off guadagnato. Il magnifico risultato gli vale il rinnovo di contratto per altri due anni, risolto tuttavia dopo pochi giorni a causa della chiamata dell’amico Simone Giacchetta, ds della Cremonese, che gli regala un sogno chiamato Serie A.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Generico