Connect with us

Flash News

Il calcio, la letteratura e la psicologia secondo Juan Mata

Pubblicato

:

Molti considerano il calcio tanto importante, bello ed emozionante, da poter esser paragonato ad alcune forme di arte pura. Infatti la capacità di questo sport di trasformare ogni partita in un’opera d’arte con i calciatori in veste di attori unici ed inimmaginabili, porta ogni anno milioni di appassionati e tifosi a provare sensazioni fortissime così come quelle che provengono da un quadro o da una poesia.

Il centrocampista del Manchester United Juan Mata ha provato a collegare i due argomenti, quanto mai distanti e simili allo stesso tempo, in un’intervista rilasciata a BBC Radio Live 5 , dove ha apertamente parlato di diversi temi.
Lo spagnolo ha accennato alla sua grande passione per la scrittura e la letteratura, non tralasciando neanche l’importanza che lui attribuisce alla psicoanalisi e all’assistenzialismo sociale, un campo in cui lui, come affermato nell’intervista, partecipa attivamente.

AIUTARE GLI SPORTIVI, AIUTARE LE PERSONE!

Mata ha ribadito ai microfoni dell’emittente radiofonica inglese di avere molto al cuore la vita delle persone e della società, e di quanto cerchi di contribuire in questo modo. Infatti Mata collabora con la Common Goal, l’associazione caritatevole che aiuta i calciatori con i loro problemi e partecipa attivamente al miglioramento delle loro prestazioni, diminuendo le loro preoccupazioni interne e combattendo ogni momento di difficoltà.
Fare il calciatore, come dice Mata, è un vantaggio enorme per la vita di una persona, agevolandola sia dal punto di vista economica che sociale. Nonostante ciò essere una personalità famosa e importante non è sempre facile per tutti quanti, soprattutto per coloro dai caratteri meno effervescenti ed aperti. L’importante per Mata è non rinchiudersi all’interno di se stesso- in your bubble– ma cercare di affrontare il problema in maniera diretta, non nascondendo i propri turbamenti ma aprendosi con persone esperte per provare a vincere l’ansia e cominciare a vivere le proprie emozioni e timori in maniera come dice il motto della associazione con cui collabora:“Generate social change and improve lives”.

Le tesi di Mata comunque vengono confermate da diversi episodi accaduti nel mondo del calcio. Basti pensare all’ex Barcellona André Gomes, che dichiaró la difficoltà esistenti in realtà così importanti, come quella dei blaugrana, e nell’avere ogni settimana la pressione addosso. Oltre a lui anche nel mondo del basket spesso ci sono stati giocatori di fama mondiale che hanno riscontrato lo stesso problema. DeMar DeRozan e Kevin Love infatti hanno denunciato ansie e difficoltà nell’esser sempre al centro dell’attenzione. Il tutto però sono riusciti a superarlo cominciando a esplicitare i loro turbamenti interiori, in modo anche da migliorare le loro prestazioni.

Il mondo della psicologia sta entrando sempre maggiormente nell’ambito calcistico, con molti professionisti che si stanno affidando ad esperti per combattere le loro preoccupazioni e migliorare le loro prestazioni. In generale Mata ha affermato come il suo intento sarebbe quello di aiutare la comunità , soprattutto una volta ritiratosi.

CON IL PALLONE AI PIEDI E UN LIBRO IN MANO

Nella seconda parte dell’intervista l’ex Chelsea ha parlato di altre sue due passioni: la letteratura e la scrittura.
Il suo libro preferito è ” A Brief History of Humankind” di Yuval Noah Harari.

“Questo libro mi ha fatto crescere come uomo, cittadino e calciatore.”

Oltre a ciò Mata ha fatto capire come sia molto ispirato da Charles Bukowski e dalle sue opere, soprattutto per la sua pragmaticità e per come i suoi libri non presentino parole non necessarie, bensì solo quelle giuste per esprimere i suoi concetti. Il suo grande sogno comunque rimane quello di diventare uno scrittore, in particolar modo di novelle. Una passione che lui spera di poter approfondire una volta appesi gli scarpini al chiodo.

In quest’intervista comunque abbiamo visto un Mata completamente diverso, che ci ha fatto capire come calcio, arte e letteratura spesso siano collegate tramite mille sfaccettature diverse.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Camerun, Onana potrebbe rimanere in gruppo: la notizia

Pubblicato

:

Onana

Dopo l’esclusione dalla gara contro la Serbia, a causa di un alterco con il c.t. Rigobert Song riguardo il suo stile di gioco, Andrè Onana aveva deciso di lasciare il ritiro della propria nazionale. Alla luce di tale decisione, l’estremo difensore dell’Inter avrebbe determinato la sua scelta di terminare anticipatamente il suo Mondiale in Qatar.

L’allenatore del Camerun Song, dopo il pareggio (3-3) contro la selezione di Stojkovic, ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo l’accaduto, aprendo al ritorno di Onana:

“Andrè è un calciatore importante, ma in quanto allenatore devo focalizzarmi sul gruppo. Adesso sta a lui decidere. Ci sono regole da rispettare: qualora le seguirà potrà rimanere con noi”.

Parole chiare quelle del c.t. dei Leoni Indomabili, il quale non ha chiuso le porte ad un verosimile rientro dell’ex Ajax. Adesso però la palla passa ad Onana, che dovrà decidere se rimanere nel ritiro con i compagni, accettando le condizioni precettate da Song, o dire addio definitivamente al Mondiale.

Continua a leggere

Flash News

Kvara ha recuperato: pronto a partire per la Turchia con il Napoli

Pubblicato

:

Kvaratskhelia

Khvicha Kvaratskhelia non gioca una partita ufficiale dal primo novembre, giorno della sesta ed ultima partita della fase a gironi di Champions League contro il Liverpool. Dopo quel match, al georgiano è stato diagnosticato un problema alla schiena, precisamente una forte lombalgia, che gli ha impedito di giocare le ultime tre gare di Serie A.

Stando alle ultime notizie di Sky Sport, finalmente, Kvaratskhelia è guarito dall’infortunio ed è pronto ad aggregarsi alla squadra. L’ex Rubin Kazan dovrebbe tornare in gruppo il trenta novembre, in occasione del primo raduno a Castel Volturno dopo le brevi vacanze. Il giorno dopo il Napoli partirà per Antalya, dove rimarrà per 12 giorni e si preparerà per la ripresa del campionato.

Continua a leggere

Flash News

Ghana, il c.t. Addo: “Questo è il calcio, abbiamo avuto un po’ di fortuna”

Pubblicato

:

Dopo la sconfitta al debutto contro il Portogallo, il Ghana trova la prima vittoria in questo Mondiale contro la Corea del Sud. La gara valida per il secondo turno del gruppo G è terminata 3-2 in favore delle Stelle Nere: decide il match la doppietta di Kudus, oltre alla rete di Salisu; inutili ai fini del risultato le due reti realizzate da Gue-sung Cho per la selezione asiatica.

Al termine del match, il c.t del Ghana Otto Addo ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito ai tre punti rcimolati dalla propria squadra.

LE PAROLE DI OTTO ADDO

Il commissario tecnico del Ghana ha iniziato parlando della gara contro la Corea del Sud:

È stata una partita traboccante di emozioni. La Corea ha fatto un’ottima prestazione, ci ha messo molta pressione. Dopo i primi venti minuti abbiamo acquisito il controllo della gara, e da lì abbiamo sviluppato alcune buone azioni”.

Oddo quindi continua nella sua analisi:

“Dopo l’intervallo sono arrivati i veri problemi, ma i complimenti vanno fatti alla squadra: i ragazzi hanno trovato risorse e forza per segnare il terzo gol.  Lo ammetto, abbiamo avuto un po’ di fortuna ma questo è il calcio. Sono felice che la nostra voglia si stata ripagata”.

Continua a leggere

Calciomercato

Inter, discorsi aperti per il rinnovo di Dzeko: sarà addio di Gagliardini

Pubblicato

:

Inter

Arrivano notizie importanti da casa Inter. Secondo la Gazzetta dello Sport, i nerazzurri stanno fruendo della pausa Mondiale in Qatar per organizzare il futuro. Colpi in entrata ed in uscita, occhi sul calciomercato ma anche all’interno del proprio organico: Marotta e colleghi infatti sono al lavoro per valutare se rinnovare alcuni contratti vicini al termine della scadenza.

SITUAZIONE RINNOVI

Edin Dzeko, arrivato ad Appiano Gentile nell’estate 2021, è uno di quelli passati al vaglio dall’ex dirigente della Juventus: il contratto dell’attaccante bosniaco scadrà il prossimo 30 giugno 2023 e, come riporta la Rosea, i contatti tra le parti riguardo ad un prolungamento saranno approfonditi in futuro. L’accordo potrebbe essere trovato sulla base di un ingaggio da tre milioni di euro in aggiunta ad eventuali bonus.

Non solo Dzeko, probabili anche i rinnovi anche di due pedine fondamentali all’interno dello spogliatoio: Danilo D’Ambrosio e Alex Cordaz sono infatti vicini al rinnovo di contratto. Destino diverso per Roberto Gagliardini, indirizzato a dire addio al mondo nerazzurro. Samir Handanovic invece possiede carta bianca e sarà lui stesso a decidere il proprio futuro.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969