Connect with us
Matìas Soulé, il gioiello della Juventus chiamato da Scaloni

Generico

Matìas Soulé, il gioiello della Juventus chiamato da Scaloni

Pubblicato

:

Futuro e Juventus. Se si pensa a queste due parole il primo pensiero va indubbiamente a Paulo Dybala, Matthijs De Ligt o Manuel Locatelli. Ma a giudicare dalle sole energie che la società bianconera ha investito per aggiudicarsi Matìas Soulé, il binomio ricade anche sulle spalle di quest’ultimo.

Andrea Agnelli e Pavel Nedved sono riusciti a portare a Torino un talento cristallino che fino a gennaio 2020 era di proprietà del Velez, battendo di gran lunga la concorrenza di Real Madrid e Bayern Monaco. Sfruttando una norma che permette ai minorenni di liberarsi a parametro zero quando i genitori si spostano per lavoro, Soulé arriva in Italia approdando così in uno dei panorami calcistici più ambiti dai giovani calciatori, vale a dire l’Europa. Appena diciotto anni per il ragazzo nato a Mar de Plata che, nonostante la tenera età, è già sulla bocca di tutti.

ALLA SCOPERTA DEL BABY TALENTO JUVENTINO

Nato in Argentina e militato nell’Under 20 del Velez sino ai sedici anni, Matìas Soulé ha attirato l’attenzione di svariati top club europei. Tra cui anche la Juventus, che grazie all’aiuto di Paulo Dybala è riuscita a strappare il suo cartellino alle dirette contendenti. Non a caso il nome del numero dieci della Vecchia Signora viene fuori in questo contesto, perché nel giovane e promettente Matìas è stato già individuato il successore dell’ex Palermo.

Come anticipato in precedenza, la Juve è riuscita ad ottenere le prestazioni del giocatore avendo la meglio su alcuni top club europei, seppur il nuovo beniamino dell’Under 23 non abbia ancora esordito in prima squadra.

In Italia, purtroppo, a buttare nella mischia un ragazzino ci si pensa due volte. Ma più che mischia basterebbero delle convocazioni, sprazzi di partita e così fino al raggiungimento della maturità di cui l’allenatore ha bisogno per stare sereno. Però no. Nei campionati italiani c’è la paura di bruciare il giocatore, di essere ricoperti dalle critiche e si finisce sempre per scegliere la strada meno trafficata. Eppure qualche anno fa Massimiliano Allegri fece esordire Moise Kean in Serie A a soli sedici anni, designandolo come primo duemila ad arrivare nel massimo campionato italiano.

Per Soulé, invece, dopo quasi due anni trascorsi in Primavera è arrivato la scorsa estate il passaggio in Serie C. Fino a questo momento, in un totale di 1122 minuti l’argentino è riuscito a siglare quattro reti e mettere a referto un assist: bottino niente male per un esordiente.

LA CHIAMATA DI SCALONI

Dopo la Juve – dove tra l’altro ha esordito con la prima squadra in occasione delle amichevoli estive – l’atleta ha incredibilmente stregato anche il tecnico dell’Argentina Lionel Scaloni. Le prestazioni di livello offerte ai bianconeri finora hanno suscitato l’interesse dell’allenatore che, in occasione delle qualificazioni ai prossimi Mondiali, ha deciso di inserirlo nella lista dei convocati.

Una chiamata del tutto inaspettata per Matìas Soulé, che nel giro di pochi mesi ha dato una svolta alla sua carriera. Prima il trasferimento in Serie C e successivamente la convocazione in Nazionale al fianco di Messi, Di Maria e lo stesso Dybala. Sfortunatamente per lui, però, l’esordio non è arrivato durante le gare contro Uruguay e Brasile, ma nulla esclude che ciò non possa succedere in un secondo momento. E chissà che non sia proprio lui a guidare la Selección in Qatar il prossimo inverno.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Il gioiello che la Juventus ha tra le mani sembra essere davvero qualcosa di raro, di speciale. L’estro di Suolé sta facendo impazzire letteralmente tutti, che combinato alle grandi doti tecniche in suo possesso sembrerebbe avere tutte le carte in regola per lasciare il segno nel mondo del calcio.

L’attaccante classe 2003, bravo nello stretto e a servire i compagni, viene ora impiegato nella posizione di esterno destro. Abile a rientrare e a disegnare traiettorie precise e potenti spesso viene schierato anche in posizione di trequartista. Per via della corporatura esile, ed ovviamente anche per le caratteristiche di gioco, il numero 10 della Juventus Under 23 per gli argentini viene definito l’erede di Angel Di Maria. Accostamento non da poco, insomma.

“Cerco di fare la differenza con il cambio di ritmo”

Ha dichiarato di recente il giocatore in una intervista. Inoltre sta lavorando tanto in palestra

“Perché devo rinforzarmi perché tra prima squadra e Under 23 non sarà lo stesso”

Ammette in seguito.

MA SARÀ DAVVERO PRONTO PER ALLEGRI?

Utilizzato da Massimiliano Allegri nel corso delle partite pre campionato, Suolé ha lasciato una buona impressione nell’ambiente della prima squadra. Prestazioni sufficienti e un gol messo a segno hanno convito il tecnico bianconero, ma non troppo evidentemente. Perché, oltre ai pochi minuti di inizio stagione, Matìas non è stato ancora impiegato in una gara ufficiale nonostante il poco rendimento degli attaccanti juventini.

Ha parlato così l’ex allenatore del Milan in merito alla situazione:

“Soulé è un ragazzo bravo, però lasciamolo tranquillo. Altrimenti facciamo il solito errore che dopo tre partite diventano fenomeni, la maturità arriva a 25-26 anni. Poi ci sono le eccezioni, ma lasciamogli fare il suo percorso, dall’Under 23 passando anche per la Serie B se necessario, come abbiamo fatto con Fagioli e Ranocchia. Stanno giocando tutte le domeniche invece di perdere un altro anno”.

Un pensiero chiaro e trasparente quello che Allegri ha voluto trasmettere al giocatore e non solo. Il debutto ufficiale sembra non essere proprio dietro l’angolo, anzi. Il percorso potrebbe essere più lungo del previsto e vederlo al fianco di Dybala & Co. diventa ora un’incognita.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Le motivazioni della Corte d’Appello Federale sulla penalizzazione alla Juventus

Pubblicato

:

Tifosi bianconeri

Sono uscite in questo istante le tanto attese Motivazioni della Corte d’Appello Federale sulla penalizzazione alla Juventus. L’organo competente ha spiegato, quindi, la scelta di assegnare una penalizzazione così severa alla società bianconera in termini di classifica in Serie A, e tutte le inibizioni agli ex membri societari, tra cui il presidente Agnelli.

Tra le righe del lunghissimo documento, si parla di “un illecito grave, ripetuto e prolungato“. E poi “i nuovi atti provano l’intenzionalità della Juventus. Intercettazioni inequivoche ed evidenze relative a interventi di nascondimento di documentazione o addirittura manipolatori delle fatture“.

La Corte d’Appello ha anche stilato la lista di tutti i trasferimenti le cui cifre sono considerate fittizie.

Sempre più probabile l’assoluzione di tutte le altre società con cui la Juventus ha accordato i trasferimenti dei calciatori. “Nei fatti nuovi che hanno portato alla riapertura del processo sportivo per le plusvalenze non sussistono evidenze dimostrative specifiche per le altre società. Nei fatti nuovi sopravvenuti non sussistono evidenze dimostrative specifiche che consentano di sostenere l’accusa e tanto meno appare possibile sostenere che vi sia stata una sistematica alterazione di più bilanci”.

Ora la palla passa alla Juventus stessa, che potrà fare ricorso per sperare in una riduzione della penalizzazione, per tornare a sperare quantomeno nell’obiettivo Europa, senza dover passare da Coppa Italia Europa League.

Continua a leggere

Bundesliga

Cancelo lascia il City e va al Bayern Monaco: affare ai dettagli!

Pubblicato

:

Real

Incredibili ultimi giorni di mercato. Il Manchester City è pronto a liberare Joao Cancelo in prestito. Il portoghese diventerà quindi un nuovo giocatore del Bayern Monaco, come anticipato da David Ornstein. Affare di mercato extra lusso tra due super potenze del calcio mondiale.

L’ex Inter e Juve già da diverso tempo era stato impiegato con meno regolarità, e il Bayern Monaco si è da sempre dichiarata desiderosa di ingaggiare il fenomenale terzino e tuttocampista.

In tutto ciò, il club tedesco deve fare i conti con l’infortunio di Mazraoui e la sempre più probabile partenza di Pavard verso il Barcellona. L’occasione Cancelo è quindi stata accolta immediatamente.

L’affare è quindi ai dettagli: Cancelo diventerà in prestito un nuovo giocatore dei bavaresi. Se tutto dovesse proseguire verso questa direzione, il calciatore dovrebbe sostenere le visite mediche di rito nelle prossime 24 ore.

Continua a leggere

Flash News

Dany Mota sul passato alla Juve: “Ronaldo gran persona, mi aiutò molto”

Pubblicato

:

È un Dany Mota emozionato quello presentatosi ai microfoni di DAZN nel post-partita di Juventus-Monza, sfida che ha visto i brianzoli trionfare sui ragazzi di Allegri grazie ai gol di Ciurria e del portoghese. Dany Mota ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

SULLA PARTITA – “È stata una partita perfetta sotto tutti i punti di vista, lavoriamo sempre per i 3 punti e abbiamo meritato la vittoria.”

IL GOL ALLO STADIUM E IL PASSATO ALLA JUVE – “È un giorno speciale, sono contento di essere tornato in questa casa. Sono felice per la vittoria.”

IL RAPPORTO CON RONALDO – “Cristiano mi ha aiutato molto in quei 6 mesi in bianconero, è una gran persona ed è stato molto utile nella mia crescita.”

 

Continua a leggere

Flash News

Le ufficiali di Lazio-Fiorentina: Italiano rilancia Gonzalez

Pubblicato

:

Nico Gonzalez

Le ufficiali di Lazio-Fiorentina, sfida che presenta un faccia a faccia molto interessante. I Viola lottano per un posto in Europa, mentre la Lazio di Sarri è fortemente coinvolto per la lotta ai primi 4 posti. Di seguito le formazioni ufficiali dell’incontro:

Lazio (4-3-3): Provedel; Marusic, Casale, Romagnoli, Hysaj; Milinkovic-Savic, Cataldi, Luis Alberto; Pedro, Felipe Anderson, Zaccagni. All.: Sarri.

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano; Dodò, Milinkovic, Ranieri, Biraghi; Amrabat, Barak; Jovic, Bonaventura, Gonzalez; Kouamé. All.: Italiano.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969