Connect with us

Calciomercato

Weston McKennie, benzina fresca per il centrocampo juventino

Pubblicato

:

Dopo Arthur e Kulusevski, sembrerebbe raggiunto l’accordo anche per il terzo acquisto stagionale della Juventus: Weston McKennie. Il 22enne americano arriva a Torino in prestito oneroso a tre milioni con diritto di riscatto fissato a diciotto. Andrea Pirlo, quindi, si trova di fronte al primo vero investimento sotto la sua gestione, iniziata poco più di due settimane fa.

Per alcuni è stato visto come un colpo “low cost”, ma il giovane talento americano è molto di più. Potrebbe rappresentare una chiave tattica interessante per Pirlo, se riuscirà a farlo coesistere con gli altri elementi del centrocampo. Duttilità e sacrificio al servizio di una Juventus che cerca di ripartire dalle giovani leve emergenti.

ORIGINI E OBIETTIVI

Ho sempre voluto essere il migliore, dall’America all’Europa: altro che football americano alla fermata dell’autobus, prima della scuola c’era il calcetto al parco.

Un ragazzo dalle idee chiarissime. McKennie nasce il 28/08/1998 in Texas, anche se fin dall’infanzia trascorre del tempo in Germania, precisamente a Kaiserslautern, per il lavoro del padre. Nel 2016 si trasferisce dal Dallas allo Schalke 04 a parametro zero e, dopo un anno di apprendistato, viene promosso in prima squadra a diciannove anni.

Fin da subito si impone nel club tedesco grazie alla sua forza fisica (185 cm / 82 kg) unita ad una discreta tecnica di base. Nell’ultima Bundesliga in 28 partite ha siglato 3 gol, giocando prevalentemente in un centrocampo a due, accanto ad un playmaker d’impostazione. Nonostante gli otto cartellini rimediati, è un giocatore che riesce a mantenere lucidità, basti vedere l’80,9% di precisione passaggi nell’ultima stagione. (fonte: WhoScored.com)

Un limite che però ha frenato la sua esplosione è sicuramente la scarsa concentrazione in momenti determinanti. Sono parecchie le situazioni in cui Mckennie “spegne la lampadina”, commettendo errori puerili che costano punti alla squadra. Anche se, la maggior parte delle volte, grazie alla sua fisicità imponente riesce a rimediare, infatti mediamente non perde più di due palle chiave a partita.

MCKENNIE E LA JUVE

E come si potrà inserire nel centrocampo juventino? Sicuramente Pirlo saprà incastrare il tutto, anche perchè le chiavi di svolta sono molteplici. Come detto dal Maestro, la Juve imposterà a tre: in carriera Mckennie ha ricoperto anche il ruolo di centrale difensivo, quindi potrebbe scalare lui per impostare da dietro. I due centrali scalano, Mckennie si allarga sulla sinistra lasciando spazio ai terzini di salire e imposta l’azione partendo di lì, come Veretout nella Roma di Fonseca.

Un’altra soluzione può essere l’impiego di Arthur perno del centrocampo. In questo caso, Bentancur e McKennie diventerebbero le mezzali, senza compiti d’impostazione. i due centrali si allargano, Arthur si inserisce nello spazio ad impostare e le due mezzali giocano tra le linee, offrendo ulteriori soluzioni offensive per il gioco della squadra.

Una cosa è certa: per la sua Juve, Andrea Pirlo sta cercando giocatori duttili, adattabili a più situazioni nella stessa partita. Nei tifosi cresce l’attesa nel vedere la squadra all’opera, negli addetti ai lavori aumenta la curiosità. Saprà confermare e rispettare le aspettative il giovane americano? Tutto il mondo Juventus se lo augura, per dare il via ad un nuovo, vincente ciclo.

(Fonte immagine in evidenza: sito ufficiale Schalke 04)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Bove ad un passo dal Lecce, manca l’ok di Mourinho

Pubblicato

:

Roma-Napoli

Da alcune settimane è iniziata la trattativa che vede protagonista Edoardo Bove, centrocampista della Roma, in direzione Lecce. Come riporta il Corriere dello Sport, il talento giallorosso con ogni probabilità sarà ceduto dai capitolini.

In pole position per ottenere il calciatore si trova il Lecce, in cerca di qualche rinforzo per dare continuo alle ultime prestazioni positive in ottica salvezza. La trattativa consiste in un prestito con riscatto e contro-opzione in favore dei giallorossi con una base di 4,5 milioni di euro circa. L’unico ostacolo per confermare questo trasferimento è l’approvazione di Mourinho, il quale è prima in cerca di un ricambio. Bove infatti è stato più volte impiegato dal tecnico portoghese, anche se maggiormente nella stagione passata.

Continua a leggere

Calciomercato

L’Udinese blinda Success, c’è il rinnovo

Pubblicato

:

Success

Isaac Success, attaccante dell’Udinese, ha rinnovato con i bianconeri fino al 30 giugno 2024. Secondo rinnovo per i friulani in questa settimana, dopo quello di Marco Silvestri avvenuto nella giornata di ieri. Il club cerca di tenere i suoi gioielli lontani dalle voci di mercato. Sia l’attaccante che il portiere sono stati già sondati in passato da diverse squadre in Italia.

Questo il comunicato con il quale l’Udinese ha ufficializzato il rinnovo di Success: Udinese Calcio è lieta di annunciare il rinnovo del contratto di Isaac Success. La società ha esteso il contratto con l’attaccante nigeriano fino al 30 giugno 2024. Isaac e l’Udinese proseguono, così, la loro avventura, già ricca sin qui di soddisfazioni, verso nuovi traguardi da raggiungere insieme”.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Caso Juve, parla Sarri: “Paratici mi chiese di rinunciare a 4 mesi”

Pubblicato

:

Alcuni mesi fa i calciatori della Juventus sono stati interrogati sul caso stipendi risalente alla primavera 2020. Negli ultimi giorni continuano ad emergere nuovi dettagli riguardo a questa questione, in particolare è emersa la versione di Maurizio Sarri, al tempo allenatore dei bianconeri

Nella sua dichiarazione, riportata da gazzetta.it, possiamo vedere come l’allenatore napoletano temesse di essere esonerato: “Parlai al telefono con Paratici perché eravamo in lockdown. Mi disse che c’era già l’accordo con i calciatori e che sarebbe stato opportuno che anche io mi accodassi. A me è stata proposta solo la rinuncia di quattro mesi, con tre mesi che sarebbero stati pagati sul contratto dell’anno dopo. Ma alla fine è stato previsto per me l’incentivo all’esodo in caso di esonero”.

Continua a leggere

Calciomercato

La Lazio in ritiro in Turchia, intanto Tare pensa al mercato: il sogno è Cheddira

Pubblicato

:

Lazio

L’edizione odierna de Il Messagero fa sapere che la Lazio andrà in ritiro a Belek, in Turchia, dal 13 al 18 dicembre. Per l’occasione, i biancocelesti saranno protagonisti di alcune amichevoli, di cui una contro il Galatasaray.

Intanto, il ds Tare è a lavoro per regalare a Sarri un rinforzo nel reparto offensivo, in grado di far rifiatare Immobile. Il primo nome sulla lista, secondo Il Tempo, è Walid Cheddira, bomber del Bari attualmente impegnato in Qatar con il Marocco. Per il classe 98, autore di 9 gol in B, serve almeno un’offerta da 7 milioni di euro. Un suo acquisto a gennaio risulta, però, improbabile per almeno due motivi. Il primo è lo stesso Bari, che tramite il suo ds Polito ha negato una partenza nella sessione invernale. Il secondo è l’interessamento di diverse squadre, tra cui Napoli e Nottingham Forest, che potrebbe far scatenare un’asta. In alternativa a Cheddira, si valutano i profili di Lasagna e Caputo, che per il momento non scaldano.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969