Dove trovarci

ESCLUSIVA – Chiarezza sul caso Bonucci-PSG

LA NOSTRA

C’è stato un forte cambiamento nella notte per la trattativa che porterebbe Leonardo Bonucci a vestire la maglia del PSG la prossima stagione.

Abbiamo deciso di raccogliere qualche informazione, proprio per le insistenti voci di questa mattina lanciate da più testate online nazionali. La realtà è che c’è stata un’accelerazione mediatica, perchè il PSG si è mosso già da tempo, parlando con Bonucci e con il suo agente (Alessandro Lucci) per convincere il giocatore ad approdare a Parigi.

Il progetto presentato al giocatore del Milan è lo stesso che ha convinto Buffon a trasferirsi lì poco tempo fa: vincere la Champions League, e farlo in tempi brevi.

Qualche settimana fa c’era stato un no secco da parte della dirigenza rossonera, che però adesso è saltato, principalmente per motivi economici: il Milan deve fare cassa, quindi è chiaro che due tra Bonucci, Donnarumma e Suso dovranno lasciare Milano; solo il primo di questi tre ha mercato al momento, perciò il Milan sta seriamente prendendo in considerazione l’addio, sopo una sola stagione, del suo capitano.

Il suo agente ha parlato nella notte con la dirigenza parigina: la proposta – economica e non – è molto allettante per il giocatore, e nei prossimi giorni arriverà un’offerta ufficiale anche al Milan, e le parti decideranno cosa fare.

Una cosa è certa: domani saremo in grado di delineare meglio lo scenario, anche perchè la trattativa è tutta in evoluzione, e potrebbe capitare qualsiasi cosa. Cosa che abbiamo già ribadito e che continueremo a fare perchè il giorno clou sposterà sicuramente le scelte societarie.

Lo scenario è molto concreto, tutti gli elementi che abbiamo fanno pensare ad una chiusura della trattativa che potrebbe arrivare addirittura entro l’inizio di settimana prossima. Il Milan attende e spera anche nella volontà finale del capitano, perdere un sogno e un probabile progetto dopo un anno non è da grande campione. Sicuramente nelle prossime settimane la voce continuerà a rimbalzare ancor più fortemente, a prescindere dal risultato della sentenza. Il problema non è la mediacità, ma è la volontà – che poi sarà la chiave della trattativa – del giocatore.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News