Connect with us
Milan, Cardinale alla ricerca di capitali per ripagare il prestito di Elliott: i dettagli

Flash News

Milan, Cardinale alla ricerca di capitali per ripagare il prestito di Elliott: i dettagli

Pubblicato

:

Milan Cardinale Pioli

Il Milan, tra problemi relativi ai risultati e obiettivi stagionali da raggiungere, è alle prese anche con alcune questioni di natura economica e finanziaria. Nella fattispecie, Gerry Cardinale, attuale proprietario del club rossonero, è al lavoro in modo da rintracciare a stretto giro i capitali necessari per ripagare il prestito della durata di tre anni concesso da Elliott, al momento dell’acquisizione della società meneghina.

A fare il punto della situazione è il quotidiano Tuttosport, che svela anche le cifre della trattativa: sono 585 i milioni di euro con interessi al 7%, i quali fanno così lievitare il costo a circa 700 milioni di euro da restituire entro il 2025.

COSA ACCADE TRA CARDINALE E ELLIOTT?

In merito all’operazione relativa all’acquisto del Milan da parte di Cardinale si è soffermato, come detto di cui sopra, Tuttosport con un’interessante analisi:

Dal bilancio del Milan, si legge: il pegno costituito da Red Bird a favore di Elliott riguarda il 99,93% delle azioni del club rossonero, non solo le quote corrispondenti al ‘vendor loan’ (48,75%). Sarebbero questi gli accordi in capo ai veicoli utilizzati a monte: Acm Bidco da Red Bird in Olanda, Rossoneri Sport Investment da Elliott in Lussemburgo, in pista fin dalla cessione da Fininvest a Yonghong Li nel 2017, controllato dall’hedge fund dall’estate 2018″.

Cosa potrebbe accadere se Red Bird non riuscisse a ripagare il prestito? Lo scenario a cui andrebbe incontro Cardinale potrebbe rivelarsi nefasto: infatti, il fondatore del fondo di investimenti statunitense perderebbe il controllo del Milan.

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Europa League

Le probabili formazioni di Rennes-Milan e Roma-Feyenoord: le ultime

Pubblicato

:

Lukaku, giocatore della Roma, Serie A, Europa League, Coppa Italia

LE PROBABILI FORMAZIONI DI ROMA-FEYENNORD E DI RENNES-MILAN – Milan Roma sono pronte per chiudere l’opera iniziata una settimana fa, con i rispettivi risultati di 3-0 e 1-1. I rossoneri hanno già un passo alla fase successiva, ma non devono sottovalutare i francesi, giocando una partita attenta e in gestione. I giallorossi di Daniele De Rossi sono chiamati alla vittoria, spinti dalla gente dell’Olimpico. Squadre in campo rispettivamente alle 18:45 e alle 21:00.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI RENNES-MILAN

La gara in programma a Roazhon Park, ore 18:45, vedrà verosimilmente la squadra di Stephan sbilanciarsi in avanti per cercare di recuperare lo svantaggio. Il Milan dovrà essere abile a contenere le sfuriate avversarie ed eventualmente colpire in ripartenza. Il possesso palla sarà un elemento chiave per addormentare la partita e Pioli potrebbe usufruirne. Il tecnico del Rennes ha invece sottolineato in conferenza stampa che sarà necessaria un po’ di follia per tentare l’impresaFlorenzi dal 1′ così come Luka Jovic, in difesa Kjaer Gabbia.

RENNES (4-4-2) – Mandanda; G. Doué, Omari, Theate, Truffert; Bourigeaud, Matusiwa, Santamaria, D. Doué; Kalimuendo, Terrier. All. Stephan.

MILAN (4-2-3-1) – Maignan; Florenzi, Gabbia, Kjaer, Theo Hernandez Bennacer, Musah; Pulisic, Reijnders, Leao; Jovic. All. Pioli.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI ROMA-FEYENOORD

La Roma vuole a tutti i costi il passaggio del turno e dovrà passare sul Fetenoord di Slot per poter riuscirci. L’ennesimo scontro con gli olandesi di Rotterdam potrebbe estendersi anche fuori dallo stadio: secondo RomaToday sono attesi circa 200 tifosi avversari nella capitale. Allarme pubblico a parte, la Lupa deve concentrarsi sull’obiettivo. Spazio a Spinzazzola sulla sinistra, in avanti Dybala Lukaku con El Shaarawy.

ROMA (4-3-3) – Svilar; Karsdorp, Mancini, Llorente, Spinazzola; Cristante, Paredes, Pellegrini; Dybala, Lukaku, El Shaarawy. All. De Rossi.

FEYENOORD (4-3-3) – Wellenreuther; Geertruida, Beelen, Hancko, Hartman; Wieffer, Zerrouki, Timber; Stengs, Gimenez, Paixao.. All. Slot

Continua a leggere

Flash News

Luis Alberto e il gol perduto: la statistica che lo spagnolo vuole infrangere contro il Torino

Pubblicato

:

Luis Alberto Lazio

In vista del match di questa sera tra Torino Lazio, il prezioso centrocampista biancoceleste scalpita, colmo di voglia di dimostrare di non essersene mai andato. Lo spagnolo non sta rendendo come le passate stagioni e i suoi numeri lo confermano: su 29 presenze ha raccolto solo 3 gol e 4 assist. Il classe ’92 ci ha abituato a cifre diverse, infatti nella scorsa stagione si parlava di 7 gol e 8 assist, mentre in quella prima ancora furono 5 le reti e 12 i passaggi vincenti.

Il Messaggero rammenta che il centrocampista non segna dal match contro il Sassuolo del 21 ottobre, esattamente 124 giorni fa. Il match contro i granata  di Torino potrebbe risultare la giusta occasione per tornare a brillare, da vero e proprio Mago. Il match è valido per il recupero la 21a giornata di Serie A, gara che la Lazio di Sarri ha dovuto rimandare per l’impegno in Supercoppa tenutosi in Arabia Saudita. In totale furono quattro partite a essere rinviate: Bologna-Fiorentina, Torino-Lazio, Sassuolo-Napoli e Inter-Atalanta.

FIDUCIA IN LUIS ALBERTO, MA SERVE UNA SCOSSA

Il problema agli adduttori potrebbe aver contribuito al calo di rendimento dell’ex Liverpool. Nonostante ciò, Maurizio Sarri ripone in Luis Alberto grande stima e fiducia, lo dimostrano le 27 titolarità su 29 partite disponibili. Kamada e Vecino sono considerati seconde linee; ora serve un segnale forte per poter permettere alla Lazio di inquadrare la zona Europa. L’ottavo posto non è sicuramente gradito alla piazza, considerando il piazzamento dello scorso anno. La vittoria contro il Bayern Monaco in Champions League potrebbe aver portato nuova linfa vitale: lo scopriremo solo al triplice fischio di questa sera (gara in programma per le 20:45).

 

Continua a leggere

Flash News

Salta all’ultimo la presenza della Curva Nord dell’Inter al concerto di Kanye West: il motivo

Pubblicato

:

Inter Curva Nord

Secondo le notizie delle ultime ore, confermate dal canale ufficiale della Curva Nord, 500 ultras nerazzurri sarebbero dovuti salire sul palco del Forum di Assago, al fianco di Kanye West, spettatore, a San Siro, della vittoria dell’Inter contro l’Atletico Madrid. Con lui in tribuna autorità, anche la moglie italiana, Bianca Censori, e venti collaboratori.

Il cantante si trova in Italia per una doppia apparizione live a Milano e a Bologna fissati rispettivamente per questa sera al Forum di Assago e per il 24 febbraio 2024 all’Unipol Arena di Bologna.

IL DIETROFRONT DI KANYE WEST: IL RETROSCENA

Nel suo ultimo album “Vultures 1“, realizzato in collaborazione con Ty Dolla Sign e pubblicato pochi giorni fa, il rapper americano ha inserito in due brani, “Stars” e “Carnival“, cori cantati dai tifosi della Curva Nord nerazzurra. L’idea del cantante e del suo staff era quella di portare i rappresentanti nerazzurri sul palco, in occasione del concerto live al Forum di Assago.

Come svelato da La Gazzetta dello Sport, però, nella serata di ieri è arrivato il dietrofront che ha fatto fatte saltare all’ultimo le prove generali dell’esibizione. Secondo quanto riportato dalla testata giornalistica, sarebbero subentrati dei non meglio precisati problemi che hanno fatto saltare tutto.

Continua a leggere

Flash News

Dani Alves condannato: quattro anni e sei mesi di prigione per il brasiliano

Pubblicato

:

Dani Alves

Sono ore caldissime per l’ex calciatore del Barcellona Dani Alves. Il brasiliano è stato convocato in data odierna alla Corte d’Appello di Barcellona per ascoltare il verdetto della sua condanna. Inizialmente è stato messo in custodia cautelare per un anno.

Come riportato da Marca, Dani Alves è stato condannato in mattinata, dopo essere stato accusato di violenza sessuale. Il tribunale della XXI sezione del Tribunale di Barcellona ha convocato tutte le parti in causa e potrebbe annunciare una decisione importante sul suo futuro. La tempistica è in linea con le previsioni di molti esperti di questioni giudiziarie, che non ritengono il caso eccessivamente complicato. Va ricordato che la difesa chiedeva una condanna a 12 anni, mentre il pubblico ministero ne chiedeva 9.

GLI AGGIORNAMENTI DI QUESTA MATTINA

Il caso Dani Alves è già giunto a una conclusione. L’Alta Corte di Barcellona ha condannato il calciatore brasiliano a quattro anni e sei mesi per violenza sessuale. Sono passati 419 giorni dalla fatidica notte del 30 dicembre 2022 nella discoteca Sutton di Barcellona. A distanza di quasi un anno e due mesi, il calciatore, che nella sua carriera sportiva è balzato agli onori della cronaca, è stato ora punito dalla giustizia.

LE PAROLE DELL’AVVOCATO DELL’ACCUSA – L’avvocato David Sáez si è espresso così all’uscita dall’aula: “Dobbiamo valutare la sentenza; dobbiamo valutarla bene. Abbiamo ancora tempo per rivedere tutto. Siamo soddisfatti, perché è una sentenza che riconosce la verità della vittima e la sofferenza che ha avuto luogo. Siamo soddisfatti per lei e per tutti loro. Dobbiamo ancora valutare se la severità della sentenza è in linea con i fatti“.

L’avvocato ha confermato che Dani Alves non era in aula. Poi ha proseguito: “Il danno non è stato riparato e sarà combattuto se dovrà essere fatto“. La sentenza dice anche che l’ex calciatore sconterà cinque anni di libertà vigilata dopo che sarà uscito dalla prigione e inoltre dovrà rimanere lontano per nove anni dalla vittima, a cui dovrà corrispondere 150.000 di indennizzo.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969