Connect with us
Ultim'ora, il Milan cambia proprietà

Flash News

Ultim’ora, il Milan cambia proprietà

Pubblicato

:

Curva Sud

Il Milan cambia proprietà. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, è cambiata la proprietà dei rossoneri. La trattativa tra Elliott e RedBird è andata a buon fine. Gerry Cardinale ha firmato, sarà il nuovo proprietario del Milan.

Ai festeggiamenti per lo scudetto, anche lui era presente in piazza, tra i tifosi, per festeggiare un traguardo importante. Lo scudetto dunque rappresenta solo l’inizio di un nuovo percorso con una nuova proprietà, ed i tifosi possono sognare. Dopo aver sorpassato il fondo Investcorp, il numero uno di RedBird Capital è pronto ad iniziare questa nuova avventura.

L’annuncio ufficiale del signing è atteso nelle prossime ore. Gli uffici legali dovranno stabilire gli ultimi dettagli, ma la strada che porterà al definitivo closing, il quale ha tempi più lunghi, è spianata. Il fondo Elliott in ogni caso rimarrà nel capitale azionario come socio di minoranza.

La questione relativa al nuovo stadio, i rinnovi di Maldini e Massara ed il calciomercato sono questioni che presto Cardinale dovrà affrontare.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Il Lione a caccia del sostituto di Grosso: Sampaoli in pole

Pubblicato

:

Sampaoli

SAMPAOLI LIONE – L’avventura di Fabio Grosso sulla panchina dell’Olympique Lione non è stata di certo fra le più memorabili. Il tecnico e il club transalpino si sono separati lo scorso 30 novembre, dopo qualche settimana dall’inizio della collaborazione. Fra episodi di enorme violenza e risultati non soddisfacenti, l’OL è ancora nei bassifondi della classifica di Ligue1, occupando la diciottesima (e ultima) posizione con 7 punti.

Per risollevare le sorti del club, che disputa la massima serie francese sin dal 1989, sarà necessaria una vera e propria impresa sportiva. Pertanto, pare che il club di John Textor voglia affidare questo incarico delicato a Jorge Sampaoli, come riportato da TyC Spotys. Le parti sono molto vicine a un accordo conclusivo, ma manca ancora qualche piccolo dettaglio per l’ufficialità, che potrebbe arrivare nei prossimi giorni.

Per il tecnico argentino si tratterebbe di un ritorno in Francia, considerando la sua esperienza all’Olympique Marsiglia, seguita da incarichi al Siviglia e presso i brasiliani del Flamengo. In realtà, il tecnico sarebbe dovuto essere ancora sulla panchina dei sudamericani, visto il contratto che lo legava al club fino a dicembre 2024, ma l’esonero dello scorso settembre gli permetterà di tornare nel calcio europeo e tentare il miracolo sportivo a Lione.

Continua a leggere

Calciomercato

Bia suggerisce la Fiorentina: “In Italia difficile pescare bene, occhio a due profili argentini”

Pubblicato

:

Fiorentina

La Fiorentina si prepara alla grande sfida contro la Roma di domani sera. Un match dal gusto tutto europeo, con entrambe le compagini pronte a darsi battaglia per assicurarsi un momentaneo posto in Top 4 che equivarrebbe al sogno Champions League. Il passo falso del Napoli di ieri sera contro la Juventus alimenta ulteriormente tali speranze: pur essendo ancora lontano il termine della stagione, rimane comunque importante mettere subito pressione alle pretendenti provando a far voce grossa all’interno della lotta per l’Europa che conta.

Nell’attesa di questo grande impegno, non si fermano le voci legate al mercato. Un mezzo per rendere la rosa sempre più competitiva e per fornire valide alternative all’interno delle rotazioni di mister Vincenzo Italiano. Per un calcio propositivo e dinamico come quello viola poi, è importante trovare i profili adatti e in grado di sposare pienamente la mentalità e le idee calcistiche del tecnico.

Un suggerimento arriva dalle parole di Giovanni Bia, agente molto attivo sul fronte mercato. Nel corso di un’intervista ai microfoni di Radio FirenzeViola, Bia ha voluto lanciare il proprio endorsement nei confronti di due giovanissimi prospetti del calcio sudamericano. Lente d’ingrandimento posta sul campionato argentino, storicamente una fucina di talenti destinati ad esplodere nel calcio europeo. Le parole di Bia e i suoi “suggerimenti” alla Fiorentina.

PROFILI DA TENER D’OCCHIO – “In Italia difficile pescare bene, anche perché i giocatori che fanno la differenza difficile vadano a rinforzare una concorrente. A me piace molto come profilo quello di Pedro De la Vega, non capisco cosa ci faccia ancora al Lanus. Burdisso conosce a memoria tutti i calciatori di quel campionato, un altro futuro fuoriclasse è il 2006 del River Plate, Claudio Echeverri, è sicuramente tra i top dieci talenti del calcio sudamericano”.

Continua a leggere

Flash News

Ambrosini sul Napoli: “Stop ai paragoni con la passata stagione”

Pubblicato

:

In seguito al termine del big match d’apertura della 15esima giornata di Serie A, Juventus-Napoli, Massimo Ambrosini ha analizzato la prestazione e gli obiettivi di entrambe le squadre, anche in base all’attuale classifica. L’ex centrocampista del Milan, attualmente commentatore per DAZN, non si è focalizzato esclusivamente sul risultato finale di 1-0, come si può notare dalle dichiarazioni riportate di seguito.

LE DICHIARAZIONI DI AMBROSINI

SULLA JUVENTUS – “Io penso che la Juventus possa ottimizzare più alcune situazioni. Una cosa che mi ha colpito di quello che ha detto Allegri è che ci vuole meno frenesia, attaccare con più passaggi. La sua richiesta mi pare sia manovrare un po’ di più, se poi riesci a passare in vantaggio è chiaro che accentui questo atteggiamento”.

SUL NAPOLI – Secondo me è arrivato il momento di smettere di fare paragoni. Per rispetto di Mazzarri bisogna dire che questa squadra l’anno scorso ha fatto cose straordinarie e che come tali sono irripetibili. L’obiettivo di questa squadra è quello di chi l’ha battuta stasera, andare in Champions. Hanno un calendario che li potrà portare a tornare in corsa e poi possono andare agli ottavi.
 Qualcosa da fare c’è, assolutamente. Se nell’equilibrio non porti mai le situazioni dalla tua qualcosa da fare c’è”.

Continua a leggere

Flash News

Zielinski dopo la Juventus: “Siamo obbligati a far bene”

Pubblicato

:

zielinski

Il venerdì sera ha visto JuventusNapoli grandi protagoniste del match che ha dato il via alla 15esima giornata del campionato di Serie A 2023/24. Ad uscirne vittoriosa è stata la Vecchia Signora per 1-0, grazie all’incornata vincente di Gatti su un delizioso assist di Andrea Cambiaso.

Con questa vittoria i bianconeri balzano momentaneamente al primo posto in classifica, nell’attesa della risposta di questa sera dell’Inter pronta a ricevere l’Udinese. Situazione dura invece per i partenopei, che slittano fuori dalla zona Champions e osserveranno con le dita incrociate la sfida tra la Roma e la Fiorentina per misurare le distanze da colmare per il ritorno in Top 4.

Nel post-gara, Piotr Zielinski è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per analizzare la prestazione della squadra e per delineare il futuro imminente del Napoli. C’è rammarico nelle parole del centrocampista polacco, per una lotta europea che si fa sempre più tosta e per una squadra che inizia ad avere difficoltà sotto porta. Bisogna tuttavia guardare subito avanti: martedì ci sarà già una nuova battaglia, decisiva per blindare un posto agli ottavi di finale di Champions League. Di seguito il pensiero di Piotr Zielinski.

CONCRETEZZA – “Sicuramente non basta giocare bene, dobbiamo concretizzare le occasioni e vincere le partite. Se giochi contro le grandi squadre soffri e prima o poi subisci gol. Non è facile giocare contro la Juventus, dietro hanno grande fisicità: non è facile superare questo muro”.

CARENZA SOTTO PORTA – “Abbiamo creato qualcosa, non so perché non arrivano i gol. Forse dobbiamo tirare un po’ di più da fuori area, dobbiamo lavorare perché giocando bene non è possibile perdere tutte queste partite”.

PROSSIME SFIDE – “È il bello del calcio affrontare tutte queste grandi squadre. Ora ci aspetta una gara fondamentale, non dobbiamo sbagliare perché vogliamo arrivare agli ottavi di Champions”.

NECESSITÀ DI RIPETERSI – “Se sentiamo la responsabilità di doverci ripetere dopo lo scudetto? Certo, siamo campioni d’Italia. Siamo obbligati a far bene per ripeterci, non è facile. Ci manca qualcosa, ma ci sono ancora tante partite in cui possiamo fare bene e tornare in corsa per obiettivi importanti. Lo scorso anno ci è andato tutto benissimo, stasera ci siamo andati vicini ma non siamo riusciti a segnare. Le cose girano male, ma ci rifaremo e torneremo grandi anche in Serie A”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969