Connect with us
Milan-Fiorentina 1-3: il racconto dalla tribuna stampa

La nostra prima pagina

Milan-Fiorentina 1-3: il racconto dalla tribuna stampa

Pubblicato

:

Cade al Meazza un Milan spento davanti ad una Fiorentina che domina il prato verde. I toscani raggiungono la seconda vittoria di fila ed ora Montella sorride davvero. Pulgar punisce i rossoneri dal dischetto mentre Musacchio si “autopunisce” con il cartellino rosso rimediato dopo un’entrata scellerata su Ribery. Castrovilli chiude i giochi nella ripresa segnando su tap in, una rivincita per lui che si è visto annullare un gol nel primo tempo. Ribery è protagonista di un’ovazione speciale del San Siro dopo il gol del 3-0. Ora Giampaolo rischia davvero dopo un tracollo tragico tra le mura amiche.

CRONACA

Il primo tempo ha visto per lunghi tratti una sola squadra sul prato di gioco. La Fiorentina ormai parte sempre bene dopo il fischio iniziale, nemmeno questa volta si è smentita impegnando a lungo tempo Donnarumma ed i quattro di difesa fino ad arrivare al 14mo al gol dal dischetto con Pulgar. Il rigore lo procura Chiesa che viene sgambettato da Romagnoli dopo che Donnarumma ha respinto un tiro in uscita di Ribery che aveva saltato tutta la linea difensiva con una magia. Il Milan non reagisce come dovrebbe e rischia anche il tracollo con il gol, poi annullato per fuorigioco di Chiesa che aveva servito proprio l’otto viola. Il pressing, la grinta e l’aggressività della Fiorentina blocca un Milan che di per sé non ha grandissime idee, Piatek sembra totalmente scollegato dalla partite, invisibile per tutto un primo tempo se non per una lamentela per un contatto in area con Pezzella. Il Milan non crea ed esce tra i fischi dopo la fine del primo tempo

La ripresa dà maggior forza alla Fiorentina e chiude virtualmente i giochi, dopo 10 minuti Musacchio entra a fmartello sulla tibia di Ribery. L’arbitro ammonisce ma poi viene richiamato dal Var, la moviola evidenzia l’entrata folle dell’ex Villarreal che viene così espulso. Qualunque accenno di risveglio è stato subito stroncato dal cartellino rosso che porta anche al cambio di Piatek  per Duarte. Se l’espulsione ha chiuso virtualmente la partita, Castrovilli lo ha fatto in maniera definitiva con la sua vendetta personale con il Var: Chiesa crossa, Donnarumma respinge e l’ex Cremonese la butta dentro. I tifosi rossoneri iniziano ad abbandonare lo stadio oppure contestano duramente giocatori e società. Castrovilli incanta ancora procurandosi il secondo rigore della partita vendendo steso da Duarte. Questa volta dal dischetto ci va Federico Chiesa che si fa ipnotizzare da Donnarumma. Spettacolo al Meazza nel giro di 3 minuti: Ribery fa sedere metà difesa dei rossoneri e poi spiazza Donnarumma, la contestazione dei tifosi si ferma per un minuto per applaudire la grandissima giocata del francese. Subito dopo Leao si mette in proprio, entra in area, salta qualunque cosa e infila il pallone in rete.  All’80mo la Curva Sud ha man mano abbandonato lo stadio, lasciando un vuoto incredibile al Meazza.

MIGLIORE IN CAMPO

Decisamente Gaetano Castrovilli merita la palma del migliore in campo. Un gol annullato, un gol confermato, un rigore procurato con un bellissimo dribbling ed in più sembra che una spanna sopra a tutti gli altri colleghi. Menzione speciale anche per Federico Chiesa che sembrava un mina impazzita nel prato milanese, il rigore sbagliato è solo una piccola macchia nella prestazione sontuosa del figlio d’arte.

PEGGIORE IN CAMPO

Oltre la prestazione, che comunque ha avuto molte sbavature, pesa troppo l’entrataccia su Ribery, un gesto davvero brutto, figlio della frustrazione. Anche Piatek va dietro la lavagna, come già detto prima, è stato assente, uno spettatore non pagante che costa caro al Milan. C’è un problema di gioco abbastanza chiaro, arrivano poche palle giocabili per il polacco che però non fa troppo per conquistarne altre.

 

Il Milan ha bisogno di una scossa ormai da troppe giornate, il gioco non è quasi mai decollato, con le squadre aggressive come la Fiorentina poi diventa ancora più difficile. I rossoneri stanno perdendo troppi punti rispetto alle rivali, il Meazza non mormora più ma urla e contesta. La Fiorentina invece vola sulle ali dell’entusiasmo con un bel gioco ed  un leader come Ribery che trascina tutti con le sue giocate insieme ad un Chiesa che deve tenere questo ritmo per confermarsi definitivamente. Dopo tante partite giocate bene senza grandi risultati ora i viola possono festeggiare e sperare per un campionato che possa pii portarli in Europa.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Confermate le indiscrezioni in casa Inter: Brozovic e Handanovic disponibili nel derby!

Pubblicato

:

Brozovic

Confermate le indiscrezioni degli ultimi giorni in casa Inter. Samir HandanovicMarcelo Brozovic si sono allenati anche oggi con il gruppo e saranno disponibili per il derby di domenica sera.

Ottime notizie dunque per Simone Inzaghi e il suo staff che potranno contare soprattutto sul centrocampista croato, ovviamente a gara in corso. Il giocatore ex Dinamo Zagabria non si vede con la maglia nerazzurra dal 13 novembre, data dell’ultima partita prima della sosta per i Mondiali disputata in casa dell’Atalanta. Chissà dunque se Brozovic riuscirà a ritrovare minutaggio contro il Milan, avversario tra l’altro punito con un gol nella sfida d’andata.

Continua a leggere

Flash News

Juric ha escluso Radonjic per ragioni disciplinari per Fiorentina-Toro

Pubblicato

:

Radonjic

Dopo la sconfitta contro la Fiorentina, che ha estromesso il Torino dalla Coppa Italia, Ivan Juric si è presentato in conferenza stampa rispondendo a una domanda su Nemanja Radonjic, dicendo testualmente: “Non l’ho convocato perchè aveva un problema ai flessori.” 

Questa è stata la risposta, data dall’allenatore dei granata in sala stampa; in realtà il problema ha natura differente. Di fatti, come riporta Tuttosport, il croato ha escluso il suo attaccante per scelta tecnica, dettata da ragioni comportamentali, e non per infortunio.

Il 26enne serbo, comunque, non è nuovo a questo genere di situazioni: in occasione dell’ultima partita di campionato, contro l’Empoli, il numero 49 granata è sembrato molto svogliato durante il suo ingresso in campo. È scaturita da lì la scelta di non convocarlo nemmeno contro la Fiorentina.

Continua a leggere

Flash News

Pier Silvio Berlusconi spende parole di elogio sul Monza: “Erano anni che non tifavo come nelle ultime gare”

Pubblicato

:

Monza

Il Monza, alla prima storica partecipazione in Serie A, dopo un avvio di stagione tutt’altro che convincente, sta disputando adesso un ottimo campionato. L’obiettivo salvezza è sempre più vicino, e le due vittorie nel doppio confronto contro la Juventus (l’ultima è avvenuta domenica scorsa all’Allianz Stadium) non hanno fatto altro che impreziosire il lavoro svolto sin qui dal tecnico Palladino e dalla società. Berlusconi, dunque, può dirsi soddisfatto e i tifosi sono sempre più orgogliosi dei risultati ottenuti fino a questo momento dalla propria squadra.

Adesso, però, il club brianzolo può contare su un nuovo tifoso. Si tratta di Pier Silvio Berlusconi, il quale, a margine della presentazione dell’Area Digital di Mediaset, ha speso parole di elogio riguardo il club biancorosso. Queste le sue parole:

Erano anni che non tifavo come nelle ultime partite, sono veramente felice per l’incredibile lavoro svolto da mio padre e da Adriano Galliani. Il successo contro la Juventus è stato divertente, però per Mediaset spero che i bianconeri proseguano il loro cammino in Coppa Italia. Monza-Milan? Sarò in difficolta. Qualsiasi risultato sarò buono, mi gusterò la partita”.

Continua a leggere

Flash News

Stop agli aumenti di capitale in casa Juventus fino al 2025: la notizia!

Pubblicato

:

Juventus

Come riportato da Calcio&Finanza, nel futuro prossimo della Juventus non sono in programma aumenti di capitale. Ad annunciarlo è lo stesso club bianconero che, all’interno del verbale dell’assemblea dei soci risalente allo scorso 18 gennaio, sottolinea come fino al 2025 non sia prevista l’implementazione di aumenti di capitale. La conferma è arrivata dal club dopo una domanda di un socio, alla quale la Juventus ha così risposto: “La domanda non è pertinente agli argomenti all’ordine del giorno ed è inoltre posta a candidati che non hanno ancora assunto il ruolo di amministratori nel Consiglio di Amministrazione della Società. La Società segnala in ogni caso che il Piano Triennale per gli esercizi 2022/23 2024/25, approvato dalla Società nel giugno 2022, non prevede l’implementazione di aumenti di capitale”.

Inoltre, in merito alle due indagini in corso riguardo le plusvalenze e la manovra stipendi, la Juventus ha dichiarato:

“La Società sottolinea di rimanere convinta, anche tenuto conto degli approfondimenti di natura legale e contabile svolti dalla Società sulla base di pareri rilasciati da esperti indipendenti, di aver operato nel rispetto delle leggi e delle norme che disciplinano la redazione delle relazioni finanziarie, in conformità agli applicabili principi contabili e relativi criteri di applicazione e in linea con la prassi internazionale della football industry”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969