Dove trovarci
fiorentina

La nostra prima pagina

Milan-Fiorentina: le scelte di formazione di Italiano

Milan-Fiorentina: le scelte di formazione di Italiano

AGGIORNAMENTO, FORMAZIONE UFFICIALE DELLA FIORENTINA: Terracciano; Venuti, Milenkovic, Igor, Biraghi; Duncan, Amrabat, Maleh; Nico Gonzalez, Cabral, Saponara.

È Milan-Fiorentina il big match della 35’giornata del Campionato di calcio di Serie A. Uno scontro che dirà molto per la lotta scudetto ed europea delle due squadre e non solo.

In quest’articolo ci concentriamo sulla squadra viola, che è stata brava fino a pochissimo tempo fa a mascherare i propri limiti offensivi grazie all’identità di gioco costruita da Vincenzo Italiano (protagonista, però, anche lui di valutazioni non perfette nell’ultimo periodo) ed ai goal di Lucas Torreira che, con le sue 5 segnature, oltre a battere il proprio record personale di reti in una stagione, è diventato addirittura il capocannoniere della Fiorentina del post Vlahovic.

Tutti numeri che purtroppo indicano e palesano le grosse difficoltà del reparto avanzato. Detto questo, però, la Viola resta assoluta padrona del proprio destino, nonostante le 3 sberle (sconfitte) rimediate in una sola settimana tra Coppa Italia (contro la Juventus) e Campionato (contro Salernitana ed Udinese).

Vincendo, infatti, le ultime quattro gare di Serie A, la compagine gigliata terrebbe a distanza l’Atalanta e scavalcherebbe anche la Roma. Col sesto posto si garantirebbe, insomma, al 100% la qualificazione europea (anche se i giallorossi dovessero vincere la Conference League).

Ma il calendario che aspetta la Fiorentina nelle ultime quattro partite è forse il più difficile della Serie A (Milan, Roma, Sampdoria e Juventus le avversarie) e, comunque, molto più complicato di quello di tutte le sue dirette concorrenti.

Vediamo, quindi, come Italiano manderà in campo la sua squadra a San Siro contro la prima della classe, il Milan targato Stefano Pioli, avversario mai ostile della Viola, squadra che ama da quando ne era calciatore.

In porta Terracciano, in difesa Venuti (Odriozola è di nuovo out per noie muscolari, come troppo spesso è accaduto nell’ultimo mese e mezzo di stagione) e poi i tre titolari (ma, attenzione, che per la prima volta il tecnico nato in Germania potrebbe spostare Milenkovic o Martinez Quarta come terzini per contrastare la prorompenza di Theo Hernandez e Leao).

Centrocampo con Maleh e Duncan favoriti sull’ancora poco in forma Bonaventura, che arriva da uno stop di oltre un mese e male ha fatto mercoledì scorso (al rientro) contro il team guidato dal fiorentino Cioffi (l’Udinese).

In attacco torna Cabral titolare, nonostante la voglia di rete dell’ex Piatek; confermatissimo Nico Gonzalez, con Ikoné riportato a giocare più avanti in ballottaggio con Saponara e Sottil.

Riassumendo questa dovrebbe essere la formazione della Fiorentina anti Diavolo: Terracciano; Venuti (Milenkovic-Martinez Quarta), Milenkovic (Martinez Quarta), Igor, Biraghi; Duncan, Torreira, Maleh; Nico Gonzalez, Cabral, Saponara (Ikoné-Sottil).

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in La nostra prima pagina