Procede spedita la trattativa che porterebbe Jesús Suso al Siviglia. Lo spagnolo, infatti, è ad un passo dal ritorno in patria, come riportato dall’esperto di mercato Nicolò Schira. Con il club andaluso, infatti, l’esterno ha già trovato l’accordo per un contratto fino al 2024 che, salvo colpi di scena, saluterà la squadra di Pioli in questo finale di calciomercato. Con i rossoneri, invece, si tratta per un prestito di 18 mesi con obbligo di riscatto. Proprio sulla modalità del riscatto, però, nasce il disaccordo tra le due società: il Milan vorrebbe che sia obbligatorio, mentre Monchi spinge per un diritto di riscatto. Tuttavia, incontrarsi a metà strada sembra la soluzione più ragionevole, ed è proprio su questo che i club stanno trattando.

Sulle cifre l’accordo c’è: 25 milioni di euro per il riscatto, ma il Milan vuole l’obbligo. Ecco allora che il Siviglia sta ragionando su un diritto di riscatto, che diventerebbe obbligo allo scattare della quindicesima presenza dello spagnolo nella squadra di Lopetegui. I rossoneri, però, vorrebbero rendere questo vincolo più semplice da raggiungere, chiedendo che l’obbligo scatti sotto la decima presenza. Ore caldissime, quindi, in quel di Milano, con Boban Maldini che vogliono chiudere il prima possibile, per sbloccare il calciomercato in entrata.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram di Jesús Suso