Connect with us

Flash News

Milan, Elliott dice addio ai tifosi: la lettera

Pubblicato

:

Milan

A seguito della notizia ufficiale del passaggio delle quote di maggioranza del Milan da Elliot a RedBird, non si sono fatte attendere le parole degli ormai ex proprietari. Elliot ha, infatti, pubblicato un comunicato rivolto ai tifosi, sul sito ufficiale della squadra. In primo luogo, l’attenzione si è focalizzata sul campionato appena concluso, evidenziandone il successo:

“Un campionato davvero unico si è appena concluso con la tanto desiderata gioia della vittoria della Serie A, come tutti ci auguravamo. È stato un risultato conquistato con duro lavoro, sacrificio e grande spirito di squadra”.

La lettera prosegue con il ricordo delle sensazioni e delle promesse, all’arrivo di Elliot in società:

“La nostra gestione è iniziata nel 2018, in un momento in cui in pochi si sarebbero aspettati una rivoluzione così netta, All’epoca, abbiamo promesso stabilità finanziaria, una solida gestione e successi in campo per il Milan: un modello sostenibile focalizzato sui fondamentali”.

Nella seconda parte i proprietari uscenti presentano il nuovo fondo, rassicurando i tifosi sulla bontà del nuovo progetto:

RedBird vede nel Milan le stesse opportunità che abbiamo visto noi. Nel passare il testimone abbiamo sottolineato tre valori fondamentali: stessi traguardi, continuità di intenti e solidità finanziaria.”.

Continuità, dunque, è la parola chiave, che si esprime attraverso i concetti di sostenibilità e solidità finanziaria:

RedBird, come noi, crede nello sviluppo di un Club sostenibile e di successo, e manterrà il Milan finanziariamente solido e focalizzato sul futuro”.

Infine, un ringraziamento speciale ed un saluto ai tifosi:

“Non avremmo potuto fare nulla di tutto questo senza la fiducia che ci avete accordato. Vi ringraziamo e riteniamo un privilegio rimanere coinvolti in questa grande istituzione. È stato un onore essere i custodi di questo magnifico Club, ma non ci siamo mai dimenticati che appartiene soprattutto a voi, il Popolo Milanista.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Pellissier: “Osimhen è il più completo, Pioli persona straordinaria”

Pubblicato

:

Osimhen

Vero e proprio simbolo del Chievo che ormai non esiste più, Sergio Pellissier è ripartito dall’ultimo gradino della scala del calcio giocato fondando la Clivense, di cui è presidente e con la quale sogna in grande. Intervenuto a TuttoMercatoWeb News, ha parlato della sua esperienza nel dilettantismo ma è stato anche interpellato su vari aspetti della Serie A, di cui è stato uno dei principali volti fino al suo ritiro. Ecco alcuni estratti:

 IL SOGNO DEL PROFESSIONISMO CON LA CLIVENSE

Sognare è bello, ti fa sentire importante, ti fa sentire uomo. Mi piace, sono abituato a farlo e credo che se le cose vengono fatte con passione, voglia e determinazione si può raggiungere l’obiettivo, più o meno a lungo termine. Per qualsiasi squadra che esiste nei dilettanti il professionismo è l’obiettivo, non è facile perché ci sono tantissime squadre, però è bello poterci provare fino alla fine. Questo è il nostro business plan e vogliamo riuscire a raggiungerlo il primo possibile“.

IL NAPOLI E OSIMHEN

Sono sorpreso, non credevo che il Napoli facesse così bene. Spalletti ci ha sempre abituato a partenze straordinarie con risultati utili consecutivi enormi come ha fatto a Roma. Ha dei record importanti, soprattutto all’inizio, poi ha dei cali e quindi più gap riesce a prendere, più ha possibilità di sbagliare dopo.

Finora ha pareggiato stranamente solo con le piccole, ma con le grandi non ha mai sbagliato e questa è la dimostrazione che il Napoli è forte. Ha trovato giocatori che stanno facendo veramente bene e che forse nessuno conosceva e per questo vanno fatti i complimenti al presidente e a Giuntoli.

Sono anni che dico che Osimhen è tra i più completi che ci sono al momento. Quest’anno sta facendo cose straordinarie, fa la differenza ed a Napoli serve, lo ha dimostrato negli ultimi due anni. Lui è quello che sta facendo girare al meglio il Napoli, vedo lui come migliore, anche se ce ne sono altri che stanno facendo bene“.

PIOLI E ITALIANO

Pioli intanto è un grande uomo, è una persona eccezionale, si ricorda dell’ultimo della fila, delle persone che gli hanno dato una mano, di dove è stato ed ha avuto rispetto per gran parte delle persone e dei giocatori. Un calciatore sa se un allenatore lo prende in giro o no. Lui ha sempre detto in faccia quello che pensava, anche se a volte era una cosa brutta, ma il giocatore apprezza l’onestà del tecnico. E poi ascolta i calciatori. La forza di Pioli è proprio quella di dare la possibilità a tutti quelli che hanno esperienza, ma anche forse a qualche giovane che dà qualche consiglio, di cercare di capire se è utile e poi, eventualmente, metterlo in pratica.

Italiano ha il carattere sicuramente, l’esperienza te la conquisti con gli anni. Adesso è solo il terzo anno di Serie A ed indubbiamente non è semplice. Firenze non è una piazza semplice da gestire, il tifoso fiorentino è veramente molto molto appassionato di calcio, ci tiene particolarmente e ama che la società e la squadra diano il massimo e facciano sempre bene. Purtroppo però bisogna adattarsi alla rosa che si ha a disposizione e quella di Italiano è importante, ma molto giovane, per cui gli va dato tempo“.

RASPADORI

Mi piace, lo volevo a tutti i costi al ChievoVerona quando ero direttore, ma purtroppo al Sassuolo erano troppo svegli e sapevano che aveva qualità. Credo che sia un attaccante che può fare molto bene, ma è ancora abbastanza giovane e non vorrei bruciarlo perché deve crescere ed imparare. Sta facendo bene in una squadra dove girano tutti bene, se impara da questi attaccanti le ultime cose può diventare un giocatore importante“.

Continua a leggere

Flash News

Caos in Italia, altre squadre in rapporti sospetti con la Juventus

Pubblicato

:

Caos

Altro capitolo per la vicenda Juventus. Di giorno in giorno emergono nuovi dettagli e retroscena delle vicende che hanno portato il CdA bianconero alle dimissioni, e l’ultima pagine di questa, triste, storia porta alle intercettazioni telefoniche che testimonierebbero rapporti sospetti della Juventus con altre società.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, le società a cui farebbero riferimento gli inquirenti sarebbero Sampdoria, Sassuolo, Atalanta, Empoli e Udinese oltre ad altre di Serie B e C. Un’altra di queste società è stata nominata direttamente da Fabio Paratici, intercettato al telefono con il direttore generale del Pisa Giovanni Corrado: “L’ho fatto da una vita con Genoa, Atalanta e Sassuolo”.

Nessun dirigente delle società sopracitate comunque risulta ad oggi indagato, ma altri sviluppi saranno da aspettare ora dopo ora.

Continua a leggere

Flash News

Juve, nuove intercettazioni di Agnelli con Cherubini e Percassi

Pubblicato

:

Juventus

A 5 giorni dalle dimissioni di tutto il CdA della Juve, spuntano nuove intercettazioni che possono aiutare alla risoluzione del caso. Piove sul bagnato in casa bianconera.

INTERCETTAZIONE AGNELLI-ARRIVABENE

”Non era solo il Covid e questo lo sappiamo bene. Dall’altro abbiamo ingolfato la macchina con ammortamenti e soprattutto la merda… perché è tutta la merda che sta sotto che non si può dire”. Queste le parole di Andrea Agnelli, ex presidente della Juve, al telefono con Maurizio Arrivabene, amministratore delegato dei bianconeri. La conversazione, come riporta Repubblica, risale al 3 settembre 2021. E fa parte di quelle finite agli atti della procura di Torino.

INTERCETTAZIONE AGNELLI-PERCASSI

“Su un numero di elementi che abbiamo, io in questo momento devo stare fermo perché abbiamo Consob, Guardia di Finanza e qualsiasi cosa che ci stan guardando. Allora io vorrei chiudere questa roba qua e poi tornare a mettere a posto, consapevole di quello che abbiamo, le varie situazioni”. Queste le parole dell’ex presidente Agnelli nella telefonata con Luca Percassi, AD dell’Atalanta non indagato, come riporta Il Corriere della Sera.

Continua a leggere

Flash News

Inter-Kessié solo a certe condizioni, dal Mondiale occhi su Preciado

Pubblicato

:

Kessié

Il Corriere dello Sport questa mattina aggiorna la situazione riguardo Franck Kessié e l’Inter: il giocatore sarebbe stato proposto ai nerazzurri che avrebbero aperto al trasferimento, ma solo a determinate condizioni. L’affare dovrebbe essere impostato solamente su un prestito e parte dell’ingaggio dell’ex Milan dovrebbe essere pagato dal Barcellona. Le parti si riaggiorneranno in primavera, per capire quali siano i reali margini della trattativa da imbastire eventualmente in estate.

Sempre secondo il Corriere, l’Inter avrebbe messo gli occhi anche su Angelo Preciado, terzino destro del Genk che ha ben figurato con l’Ecuador al Mondiale mettendosi in mostra come uno dei giocatori migliori della squadra capitanata da Enner Valencia. Il giocatore compirà 25 anni a febbraio, e potrebbe essere la prima chiamata in una big del calcio europeo.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969