Connect with us

La nostra prima pagina

Milan, sono tre le opzioni per sostituire Leao

Pubblicato

:

Leao

Il Milan si appresta ad affrontare il Napoli nella prossima giornata di Serie A. A San Siro contrapporrà i campioni d’Italia saranno contrapposti a uno degli avversari più ostici in circolazione. Gli azzurri, infatti, vengono da una sonora vittoria per 3 a 0 in Champions League contro i Rangers di Glasgow. Serve, dunque, la miglior formazione possibile per fermare la corsa degli uomini di Spalletti.

Pioli e il Milan però, dovranno fare a meno del loro giocatore più “devastante”. Rafael Leao è, infatti, alle prese con un turno di squalifica, dato dal cartellino rosso, conseguito nella trasferta contro la Sampdoria.

Leao a parte, il Milan non potrà contare nè su Rebic nè probabilmente su Origi; il primo dovrebbe restare ai box per un infortunio alla schiena, mentre vanno valutatele condizioni di Origi, già indisponibile contro la Samp.

L’unica certezza dell’attacco del Milan si chiama Olivier Giroud, che ha sempre risposto presente, quando è stato chiamato in causa. Ed è proprio dal numero 9 francese, che riparte quella che si può definire, a tutti gli effetti, la ricostruzione dell’attacco. Ci sono tre soluzioni accreditate.

Secondo Sky Sport, l’ipotesi che più stuzzica Stefano Pioli è quella di un cambio di modulo: il tecnico emiliano potrebbe propendere per un 4-3-2-1, con la presenza di De Ketelaere e Brahim Diaz dietro Giroud. A questa prima ipotesi ne sopraggiunge un’altra: quella di non toccare il 4-2-3-1 e inserire Saelemaekers a sinistra.

Anche l’idea di un 4-3-3 tramonta definitivamente.

Vedremo se Pioli e il Milan sapranno sopperire all’assenza di Rafael Leao, dando garanzia di visione di buon Milan che siamo stati abituati a vedere in queste prime uscite di campionato.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Cremonese, dubbio Carnesecchi-Radu: le ultime sulla scelta del portiere

Pubblicato

:

Cremonese

Si avvicina sempre di più, soprattutto in ottica salvezza, la sfida delicata tra Lecce e Cremonese. In ottica di quella che potrebbe essere la formazione titolare della squadra ospite, calciolecce.it fa il punto della situazione su chi, Alvini, sceglierà dal primo minuto in porta: Carnesecchi o Radu? Al momento c’è molto equilibrio, ma l’ex portiere dell’Atalanta, che ha difeso la porta della Cremonese nell’ultima amichevole contro il Fanfulla, non è ancora al cento percento. Nella conferenza stampa pre-gara, prevista per sabato, Alvini si pronuncerà sicuramente sul tema.

Continua a leggere

Flash News

Cagliari, Mancosu è pronto per il Venezia: le sue parole

Pubblicato

:

Gaston Pereiro

Marco Mancosu, durante un’intervista a Radiolina, ha parlato della sua nuova avventura a Cagliari dopo il ritorno in Sardegna e delle difficoltà legate al campionato di Serie B.

“Se a 18 anni mi avessero detto di fare la carriera che ho fatto, mi sarebbe piaciuto. E mi è piaciuto un sacco, ho fatto un sacco di esperienze anche se da solo è difficile. Questa è la Serie B migliore in cui abbia mai giocato, in cui ogni gara è in bilico e può essere vinta da entrambe le squadre, se riesci a inanellare una serie di risultati puoi volare molto in alto”, prendendo a esempio la partita contro il Bari prima della sosta per le nazionali, “contro il Bari per esempio dovevamo portare a casa un punto senza recriminare e invece è arrivata una sconfitta davvero eccessiva. In queste due settimane abbiamo lavorato su aspetti tattici, ovviamente mancavano dei nazionali e abbiamo lavorato su concetti che il mister sta provando a farci capire da quando è arrivato”.

L’ex Spal ha proseguito poi parlando del suo allenatore e della situazione in casa Venezia:

“Liverani chiede di pensare prima che ti arrivi la palla, devi viverlo ogni allenamento. Se ragioni con il suo modo di pensare poi ti viene più semplice giocare la domenica. Venezia? La gara dello scorso anno l’ho vista in un ristorante a Ferrara e per questo probabilmente la vivo in maniera più distaccata rispetto ai miei compagni che erano in campo. Quando è finita però non riuscivo a credere che fossimo retrocessi, penso che sia stata una sensazione comune a tanti tifosi. Qualche mio compagno ha sentito parecchio il fantasma e la sente come una partita veramente importante. Venezia in difficoltà? In Serie B sono tutte pericolose, siamo all’inizio. Non mi fido veramente di nessuno”. 

Continua a leggere

Calciomercato

Ora della verità per il futuro di Skriniar: l’agente è a Milano

Pubblicato

:

Inter

Molto presto arriveranno decisioni definitive, in un senso o nell’altro, sul futuro di Milan Skriniar all’Inter. Come riportato da calciomercato.com, tra lunedì e martedì, in casa nerazzurra sarà tutto pronto per dare il via a una trattativa che si pone lo scopo di essere breve.

L’obiettivo dell’Inter, con Marotta e Ausilio in primo piano, sarebbe quello di mettere sul tavolo una proposta da ben 6,5 milioni di euro. Ricordiamo che Zhang alzerà l’aumento di capitale, ma tutto ciò non porterebbe mai alla proposta fatta dal PSG: 9 milioni annui. L’ultima parola, quindi, spetterà solamente a Skriniar.

Continua a leggere

Bundesliga

Nagelsmann fa il punto sugli infortunati in casa Bayern Monaco: le sue parole

Pubblicato

:

Bayern

Julian Nagelsmann, attuale allenatore del Bayern Monaco, ha parlato ai microfoni durante la conferenza stampa in vista della sfida contro il Bayer Leverkusen. Il tecnico tedesco, bersagliato dalle critiche nelle ultime settimane, ha fatto anche il punto sulla situazione infortunati e sui possibili rientri in vista delle prossime uscite stagionali. “Infortuni? Lucas Hernandez, Kingsley Coman, Bouna Sarr e Paul Wanner sono ancora out. Gli altri ci saranno. Kingsley rientrerà con la squadra la prossima settimana. Non so se sarà disponibile per Plzeň o Dortmund. Lucas starà fuori ancora a lungo”.

Brutte notizie dunque in casa bavarese, che uniti ai pessimi risultati in campionato, non fanno stare tranquilli Nagelsmann. “Rifletto su cosa posso fare meglio, e il giorno successivo cerco di farlo. Alla fine, voglio vincere la Bundesliga e anche andare lontano in DFB-Pokal e Champions League”. Dichiarazioni che dimostrano come il giovanissimo tecnico ex Red Bull Lipsia sia cosciente della propria situazione precaria sulla panchina del Bayern Monaco. I prossimi impegni saranno fondamentali per il prosieguo del percorso come allenatore della squadra tedesca.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969