Connect with us
Milan-Napoli 1-0, le pagelle: Theo Hernandez regala la vittoria ai rossoneri

La nostra prima pagina

Milan-Napoli 1-0, le pagelle: Theo Hernandez regala la vittoria ai rossoneri

Pubblicato

:

Pagelle Milan-Napoli

PAGELLE  MILAN-NAPOLI – Il Milan vince di misura contro il Napoli a San Siro, decisiva la rete di Theo Hernandez nel primo tempo. Un Napoli con poche idee, che non è mai riuscito ad avere l’occasione giusta per fare veramente male a Maignan.

Il primo tempo inizia con un ritmo molto alto, ma inversamente proporzionale alle occasioni. Il primo squillo è del Napoli, con Kvaratskhelia che salta secco gabbia e trova Simeone, ma non inquadra la porta. Il Milan aspetta e al 25° punisce alla sua prima vera palla gol: assist al bacio di Leao che premia la sovrapposizione di Theo Hernandez, il francese non sbaglia davanti a Gollini.

Mazzarri nel secondo tempo cambia tutto: fuori Ostigard e dentro Politano, con il ritorno del 4-3-3. Il Napoli spinge, ma non ha mai grandi occasioni tra i suoi piedi. Queste capitano al Milan che, però, non riesce a concretizzarle e chiudere il match.

PAGELLE MILAN

Maignan 6: non deve impegnarsi in grandi interventi, mantiene la porta inviolata.

Calabria 6: protagonista di un grande duello con Mazzocchi e Kvara, ma è costretto ad abbandonare il campo al 37° per infortunio. (Dal 37° Florenzi 6,5: gioca un’ottima partita, si rende molto utile in fase di copertura e si sovrappone spesso).

Kjaer 5,5: contiene bene le punte, ma fatica contro l’esplosività di Kvaratskhelia. (Dal 65° Simic 5,5: rischia tantissimo, deviazione sfortunata che manda il pallone sul palo della propria porta).

Gabbia 6: fa dei recuperi importanti, in un momento in cui la difesa di Pioli è in emergenza il suo rientro dal prestito è stato una manna dal cielo.

Theo Hernandez 7: una prestazione che ha ricordato, a tutta la Serie A, il suo peso specifico quando sta bene. Strappi notevoli, letture difensive ottime e quel vizio del gol che non lo abbandona mai.

Adli 6: bene in fase di impostazione, sta crescendo anche in copertura, calzando sempre meglio nel suo ruolo in mediana.

Bennacer 5,5: ritorna titolare, ma non mostra la brillantezza di sempre. Rischia molto nel secondo tempo regalando un pallone pericoloso a Simeone. (Dal 65° Musah 6: poco reattivo nei primi minuti, ma si riprende nel resto della gara).

Pulisic 6: incide meno rispetto al solito, si fa vedere poco e passando pochi palloni dai suoi piedi. (Dall’81° Jimenez: SV)

Loftus-Cheek 5,5: inizia bene dando un grande contributo in fase di spinta, ma perde molta brillantezza nel secondo tempo.

Leao 6,5: realizza l’assist per il gol di Theo Hernandez, con una palla che taglia in due la difesa del Napoli. La sua esplosività è sempre un pericoloso per i partenopei, ma non riesce a chiudere la partita nonostante due grandi occasioni nel secondo tempo.

Giroud 5,5: partita incolore, tocca pochi palloni e le occasioni per far male sono ancora meno. (Dall’80° Jovic: SV)

All. Pioli 6,5: il Milan scende in campo con la mentalità giusta, passa in vantaggio nel primo tempo e resiste agli assalti del Napoli nella seconda frazione, rischiando poco o nulla.

PAGELLE NAPOLI:

Gollini 5,5: sul gol del Milan non ha colpe, ma non trasmette sicurezza nelle uscite e in alcuni interventi.

Ostigard 6: Mazzarri lo toglie a fine primo tempo per passare alla difesa a quattro, i suoi quarantacinque minuti sono sufficienti. (Dal 46° Politano 6,5: entra tra i fischi di San Siro per dare una scossa, quando vede il Milan si infiamma e va vicino al gol con una conclusione a giro da fuori).

Rrahmani 5,5: non è il leader difensivo che servirebbe a questo Napoli, qualche imprecisione di troppo non esalta la sua gara.

Juan Jesus 5: macchia la sua partita con un cartellino giallo, ma non sarebbe stata ugualmente sufficiente.

Di Lorenzo 5,5: soffre la rapidità di Leao e non mostra la solita solidità. In fase offensiva si vede poco, non rischia con le sovrapposizioni.

Anguissa 6: tanta fisicità, in mezzo al campo solo Loftus-Cheek può competere da quel punto di vista. Prova a rendersi pericoloso nel finale, ma non inquadra la porta.

Lobotka 6,5: classica prestazione del metronomo del Napoli, passaggi praticamente perfetti e buone letture difensive.

Zielinski 6: palleggia tanto insieme ai suoi compagni di reparto e sbaglia pochissimo, ma manca il suon contributo in zona gol. (Dal 76° Lindstrom: SV)

Mazzocchi 6,5: gioca in due ruoli diversi, esterno a tutta fascia nel primo tempo e terzino nel secondo. Molto propositivo, spinge tanto e punta sempre l’uomo, buona prestazione. (Dal 76° Olivera: SV)

Kvaratskhelia 6,5: è come un lampo in mezzo al nulla, esplosivo e veloce, tenta sempre la giocata ma il peso offensivo di questo Napoli non lo aiuta. Si spegne gradualmente nel corso del secondo tempo.

Simeone 5,5: ha due occasioni importanti, entrambe nei primi dieci minuti dei due rispettivi tempi, ma non riesce a concretizzarle. Poteva fare di più. (Dal 55° Raspadori 5,5: entra per aumentare il peso offensivo della squadra, ma non riesce a farsi spazio nella retroguardia di Pioli).

All. Mazzarri 5: il Napoli scende in campo con la difesa a tre, ma cambia schema ad inizio secondo tempo con l’ingresso di Politano. Baricentro alto e 60% di possesso palla, ma pochissime idee per fare veramente male al Milan.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fantacalcio

I consigli del fantacalcio per la 26ª giornata

Pubblicato

:

I consigli del fantacalcio per la 26ª giornata

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 26ª GIORNATA – Dopo la seconda settimana di fila delle Coppe europee stasera torna subito il campionato con la 26ª giornata. Perciò è il momento del Fantacalcio e dei nostri consigli per questo turno.

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 26ª GIORNATA: PORTIERI

CONSIGLIATI

  • Meret: dopo l’infortunio è rientrato alla grande con due ottime prestazioni contro Genoa e Barcellona. Da schierare soprattutto in ottica modificatore, potrebbe ottenere un altro voto molto alto;
  • Di Gregorio: la Salernitana in casa, dopo i recenti risultati, dovrà esporsi, perciò potrebbe impegnarlo più di una volta. È un tipo di situazione in cui lui potrebbe esaltarsi con le sue grandi parate;
  • Martinez: in casa, in una partita da UNDER, potrebbe subìre poco o nulla e magari metterci i guantoni in qualche circostanza.

SCONSIGLIATI

  • Turati: il Frosinone nell’ultimo periodo sta subendo tanti gol e in trasferta in questo campionato ha sempre avuto un rendimento negativo. Anche contro una Juventus in crisi il passivo potrebbe essere pesante;
  • Scuffet: un discorso simile vale anche per il Cagliari, che fatica tanto dietro. È vero che gioca in casa contro un Napoli in difficoltà e reduce pure dalla Champions, ma potrebbe arrivare più di un gol subìto;
  • Maignan: la fase difensiva è stata un problema anche per il Milan recentemente e contro questa Atalanta è difficile uscirne indenni.

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 26ª GIORNATA: DIFENSORI

CONSIGLIATI

  • Bellanova: ha fatto una partita straripante anche ieri nel recupero contro la Lazio. È in un periodo di forma formidabile, potrebbe fare molto bene pure contro una big come la Roma;
  • Kristiansen: due assist nelle ultime quattro partite sono il segnale di un bel momento. In casa, contro il Verona, va schierato, anche solo per un buon voto in ottima modificatore;
  • Cambiaso: ultimamente, come tutta la Juventus, è stato meno pericoloso di qualche settimana fa. Lui però è un giocatore chiave nel gioco dei bianconeri, contro il Frosinone potrebbe tornare a brillare. 

SCONSIGLIATI

  • Dossena: ultimamente anche lui ha sofferto in difesa e contro un Napoli che potrebbe tenere il baricentro alto potrebbe vedersela brutta;
  • Thiaw: il rientro a Monza è stato tutt’altro che positivo e anche la gara con l’Atalanta non è di quelle facili dal punto di vista difensivo;
  • Marusic: potrebbe soffrire la verve degli esterni della Fiorentina, la viola punta tanto sulle fasce.

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 26ª GIORNATA: CENTROCAMPISTI

CONSIGLIATI

  • Frattesi: contro l’Atletico, con la pressione nell’azione del 1-0, ha dato un segnale importante, ovvero che vuole dare fortemente il suo contributo. Contro il Lecce, partendo dal 1′, può tornare a incidere;
  • De Ketelaere: dopo due partite da ex in cui è rimasto a secco ora potrebbe arrivare il momento del gol perchè è in grande fiducia, aspetto determinante per un giocatore come lui;
  • V. Carboni: nel festival del gol contro il Milan non è riuscito a mettere il suo nome nel tabellino, nonostante una bella prestazione. La Salernitana dietro concede, il +3 potrebbe trovarlo dunque all’Arechi.

SCONSIGLIATI

  • Bonaventura: periodo poco brillante per lui e la partita a cui è attesa la Fiorentina è anche delicata e difficile, meglio lasciarlo fuori;
  • Harroui: recentemente ha ottenuto voti negativi e contro una Juventus che potrebbe ritrovare la sua usuale compattezza rischia di faticare in zona offensiva;
  • Castillejo: per qualità ed esperienza è uno di quelli che potrebbe fare la differenza nello scontro diretto con l’Empoli ma nelle ultime uscite è rimasto per 90′ in panchina. È un’incognita

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 26ª GIORNATA: ATTACCANTI

CONSIGLIATI

  • Chiesa: gli spazi che tende a lasciare il Frosinone dietro sono invitanti per un giocatore come lui. Quella contro i ciociari sembra la partita giusta per ritrovare il gol;
  • Zapata: va assolutamente schierato perchè sta segnando con una buona continuità e la Roma dopo i 120′ in Europa League potrebbe faticare a contenere l’impeto del Toro;
  • Dia: dopo Milano è stato protagonista dell’ennesimo caso, ma con il Monza ci si attende una partita aggressiva della Salernitana, potrebbe tornare a mostrare le sue grandi qualità offensive.

SCONSIGLIATI

  • Cerri: non era partito male a Empoli. Poi, complice il buon momento di Niang, ha visto il minutaggio ridursi e non ha fatto delle buone prestazioni. Con il Sassuolo potrebbe proseguire sulla scia di questo momento;
  • Swiderski: il Bologna difende molto bene, potrebbe andare incontro ad una partita con pochissimi palloni giocabili;
  • Kaio Jorge: viene da un paio di partite in cui non è stato preciso in zona gol e la “sua” Juventus potrebbe concedergli anche pochissime occasioni.

Continua a leggere

Flash News

Liverani pre Salernitana-Monza: “Nessuno recuperato ma obbligatorio vincere”

Pubblicato

:

salernitana

Un Fabio Liverani senza paura prima di Salernitana-Monza. Il mister si è soffermato su diversi punti e ha fatto un riassunto di quelli che sono riusciti a recuperare e quelli che invece dovranno stare ancora ai box per ancora qualche giorno. Domani alle 18, sarà il Monza la squadra da affrontare all’Arechi. A Salerno parrebbe sia pronto un altro sold-out da parte del pubblico casalingo che nonostante l’ultimo posto ci crede!

LE PAROLE DI LIVERANI PRE SALERNITANA-MONZA 

SITUAZIONE ATTUALE – “Abbiamo ancora delle incognite sui ruoli, non abbiamo recuperato nessuno anche se siamo sulla buona strada. Qualcuno è sulla buona strada. Dal primo giorno che sono arrivato ho detto che era il giorno zero, quindi tutti hanno l’opportunità. Boateng ha dovuto giocare senza allenarsi. Anche oggi ci troviamo nella stessa condizione. Quando sei in emergenza hai la necessità di condizioni diverse. Io credo sia giusto concentrarsi sulla fame. Pian piano ci stiamo mettendo dentro dei concetti tecnico-tattici”.

SUL MONZA – “Oggi siamo nella condizione in cui dobbiamo pensare che Monza sia l’unica partita che abbiamo, non si può  pensare alle classifiche. Si deve solo pensare alle condizioni per vincerle. Le gare che mancano possono sembrare poche, per me sono un terzo del campionato”.

INCARICO ACCETTATO SENZA TIMORE – “Forse quasi nessuno avrebbe accettato questo incarico con un esordio a Milano dopo quattro giorni. Quello che volevo è far conoscere ai giocatori che persona sono, arrivare a loro prima di arrivare al calciatore. Tifosi? Dal primo giorno in cui sono arrivato ho percepito il loro amore, a maggior ragione se domani saranno 20mila”.

 

Continua a leggere

Flash News

Palladino prima di Salernitana-Monza: “Vogliamo vincere, espulsione sacrosanta per Jovic”

Pubblicato

:

Palladino

Si è appena conclusa la conferenza stampa di Raffaele Palladino in vista di Salernitana –Monza in diretta dall’Arechi, domani alle 18. Il mister dei brianzoli ha parlato del suo passato da giocatore a Salerno ed è tornato a parlare anche dell’espulsione di Jovic, condannando il gesto e ritenendola giusta. Di seguito le parole di Palladino prima di Salernitana-Monza.

SALERNITANA-MONZA: PARLA PALLADINO

PASSATO GRANATA – “Salerno è un posto dove sono stato benissimo, una città meravigliosa dove sono stato amato e ho sempre cercato di dare il massimo per quella maglia. Allo stadio ci sarà tutta la mia famiglia presente e voglio regalare una soddisfazione ai miei cari.

Conosco bene tutto l’ambiente, lì i tifosi vivono per il calcio e provano un amore sconfinato per la maglia. Troveremo un ambiente molto complicato e la Salernitana è una squadra ancora viva”.

SUI TALENTI DEL MONZA: “Al Monza ci sono tanti giocatori di talento: da Maldini a Vignato per non parlare di Valentin Carboni. Siamo molto ricchi in quella zona di campo e più giocatori di qualità abbiamo e più sono contento. Per la crescita dei singoli sono felice perché vedo una grande crescita da parte di tutti: dai più giovani passando per i calciatori più esperti”.

TORNANDO AL ROSSO DI JOVIC: “Dal campo avevo avuto la sensazione che Jovic avesse colpito Izzo, è la reazione che va condannata e proprio per questo per me l’espulsione è giustissima”.

Continua a leggere

Flash News

Lecce, Baschirotto in dubbio contro l’Inter

Pubblicato

:

Baschirotto

Il Lecce guidato da Roberto D’Aversa si prepara per una sfida importantissima contro l’Inter. I salentini vogliono provare a trovare punti importanti per la salvezza ma davanti a loro si presenterà un’Inter praticamente imbattibile. Il Lecce ha abituato il proprio pubblico a grandi imprese proprio quando meno ce lo si aspettava. D’Aversa avrà a disposizione praticamente tutta la rosa e rimane da sciogliere il dubbio su Baschirotto.

LECCE-INTER: DUBBIO BASCHIROTTO 

Si tratta di uno stato influenzale, quello che ha lasciato ai box nella giornata di oggi il difensore del Lecce. Baschirotto proverà a recuperare in vista della partita con l’Inter e della rifinitura di domani, dove D’Aversa scioglierà gli ultimi dubbi prima di una delle partite più importanti della stagione leccese. La rifinitura sarà aperta al pubblico dalle 16.45 al Via Del Mare nella giornata di sabato. Di seguito le probabili formazioni per la sfida di domenica pomeriggio:

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Touba, Gallo; Kaba, Ramadani, Rafia; Almqvist, Krstovic, Banda. All: Roberto D’Aversa.

INTER (3-5-2): Audero; Bisseck, De Vrij, Carlos Augusto; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Frattesi, Dimarco; Arnautovic, Lautaro Martinez. All: Simone Inzaghi

Al momento il Lecce si trova tredicesimo ma solo a +4 punti dalla zona salvezza, il match contro i milanesi potrebbe pesare parecchio su tutta la stagione.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969