Connect with us

Flash News

Milan, quali acquisti in caso di Champions?

Pubblicato

:

In casa Milan l’entusiasmo è alle stelle e non può essere altrimenti dopo la grande prova di forza messa in mostra all’Allianz Stadium. Lo 0-3 in casa della Juventus apre al diavolo le porte della Champions League; vincendo con Torino e Cagliari infatti i rossoneri sarebbero qualificati alla prossima edizione della massima competizione europea dopo 7 anni di assenza. Dalla riuscita di questo traguardo dipenderanno anche le mosse per il mercato estivo. L’accesso alla Champions garantirebbe liquidità al club rossonero che potrebbe permettere di muoversi più liberamente nella prossima campagna acquisti.

POSSIBILI ACQUISTI: DAL RISCATTO DI TOMORI AL SOGNO VLAHOVIC

Uno degli obbiettivi principali del mercato del Milan sarà il riscatto di Fikayo Tomori. Il difensore inglese, di proprietà del Chelsea, si è rivelato uno dei giocatori chiave della squadra di Pioli dal suo arrivo in squadra a Gennaio. Trattenerlo a Milano è l’obbiettivo numero uno della dirigenza rossonera. Il suo cartellino è di 30 milioni e la qualificazione in Champions è di vitale importanza per completare l’operazione. Sicuramente va rinforzato anche il reparto offensivo dove andrà acquistato un vice Ibrahimovic. Lo Svedese, alla soglia dei 40 anni, non può garantire continuità dal punto di vista fisico e anche l’infortunio di ieri sera ha evidenziato questo problema. L’obbiettivo numero uno dei rossoneri è Dusan Vlahovic. Il serbo sta facendo faville alla Fiorentina ma Commisso ha alzato il prezzo del suo cartellino che ora si aggira sui 60 milioni. L’alternativa corrisponde al nome di Andrea Belotti, ma anche qui serve che Cairo venga incontro alle possibili offerte dei rossoneri. Ovviamente queste operazioni potrebbero diventare realtà per il Milan solo in caso di Champions, altrimenti si virerà su profili più bassi.

Il difensore inglese Fikayo Tomori (pic by: profilo IG acmilan)

RINNOVI CALHANOGLU E DONNARUMMA, A CHE PUNTO SIAMO?

La qualificazione alla Champions sarà importante anche per risolvere due questioni importanti a Milanello ovvero quelle legate ai rinnovi di Calhanoglu e Donnarumma. Entrambi i contratti sono in scadenza a Giugno prossimo e il Milan non vuole perdere entrambi i giocatori a zero. Il trequartista turco chiede 5 milioni a stagione mentre il Milan per ora si ferma a quattro. Per quanto riguarda il portiere invece sarà fondamentale il ruolo del suo procuratore Mino Raiola e ovviamente il 4° posto affinchè Gigio resti a Milano. Insomma la qualificazione in Champions modificherà radicalmente le ambizioni di mercato del diavolo

Calhanoglu e Donnarumma (Pic by: calcio style)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Pastore sull’Argentina: “Messi e Maradona sono diversi”

Pubblicato

:

Mondiale

Javier Pastore ha parlato ai microfoni di Sky Sport del confronto tra Messi e Maradona: “Sono diversi nel modo di trasmettere la leadership. Sono diversi, ma il messaggio è sempre lo stesso, quello di chi vuole vincere sempre e ti fa migliorare sempre. È gente che non ti fa passare un errore, in allenamento come in partita. Hanno la stessa cosa, è diversa la maniera in cui lo comunicano ma il messaggio è sempre quello, di chi vuole essere il migliore al mondo”.

Nella seconda parte dell’intervista, gli è stato chiesto di un possibile ritorno a Palermo e Pastore ha risposto così: “Non lo so, la verità è che adesso ho lasciato l’Elche, abbiamo deciso di salutarci. Ho giocato poco finora e non era una cosa positiva né per me per il club. Ho bisogno di giocare, non si sa mai. Il Palermo per fortuna è risalito in Serie B, la squadra si sta riprendendo molto bene e sono felice per loro. Ho passato lì due anni magnifici della mia carriera, il desiderio è augurar sempre il meglio per loro, per la città e per i tifosi. Mi hanno sempre dimostrato amore”.

Continua a leggere

Flash News

Senegal, l’analisi di Koulibaly: “Abbiamo iniziato bene, il nostro futuro sarà importante”

Pubblicato

:

Koulibaly

Kalidou Koulibaly ha parlato ai microfoni della Rai dopo la sconfitta contro l’Inghilterra, che ha sancito l’uscita dal Mondiale del suo Senegal:  “Abbiamo giocato contro una grande squadra e iniziato bene, ma loro sulla prima azione hanno fatto gol e questo ci ha un po’ destabilizzato. Abbiamo subito poi il 2-0 in ripartenza poco prima dell’intervallo. Siamo rientrati nella ripresa con la voglia di fare il gol che ci avrebbe rimesso in gioco, ma abbiamo subito il 3-0 ed è diventato ancora più difficile. Siamo comunque orgogliosi del nostro cammino e dei giovani che si sono messi in mostra. Il nostro Mondiale si ferma qua, ma siamo sicuri che il futuro sarà importante per quello che abbiamo fatto vedere in Qatar”.

Continua a leggere

Flash News

Arturo Vidal fissa gli obiettivi: Mondiale 2026 e panchina del Cile

Pubblicato

:

Vidal serie a getty

Arturo Vidal, attualmente in forza al Flamengo, ha fissato dei paletti che scandiscono i prossimi avvenimenti del suo futuro. Nel mirino non solo il prossimo Mondiale ma anche un futuro da allenatore.

LE DICHIARAZIONI DI VIDAL

A Prensa Futbol il cileno ha parlato del suo futuro:

Mondiale del 2026? Se Dio vuole, punto ad esserci. L’importante è avere cura di sé, ma mi sento bene, ho 35 anni, un buon contratto con la squadra più forte del Sudamerica. Continuerò a lottare per esserci, se qualcuno vuole prendere il mio posto deve giocare in una squadra più forte di me. Futuro? Vorrei diventare ct del Cile. Voglio finire la mia carriera, prendere il patentino da allenatore e poi allenare la Nazionale”.

Continua a leggere

Flash News

Di Cesare: “Meritavamo noi oggi. Arbitraggio? Se facessi una lista…”

Pubblicato

:

Bari

La sua presenza contro il Como si è fatta sentire. Oggi, però, è tornato e la sua presenza si è fatta sentire al centro della difesa. Valerio Di Cesare è stato protagonista di una prestazione da leader assoluto quest’oggi. Questa prestazione, però, non ha permesso al Bari di vincere contro il Pisa. L’ansia di una vittoria che non arriva mai è sempre più attuale tra i galletti, i quali, però vengono presi per mano dal difensore romano. Nella conferenza stampa successiva al fischio finale del match del San Nicola, questi ha analizzato il momento poco brillante dei biancorossi, asserendo, comunque, come il percorso intrapreso sia straordinario. A chiosa di queste considerazioni, Di Cesare viene pizzicato anche sul presunto calcio di rigore per un contatto, rivisitato al VAR, tra Touré e Caprile. Per il numero 6 dei pugliesi l’episodio in sè non avrebbe mai potuto mai essere punito con un rigore. Rigore che è mancato tante volte al Bari in questa stagione. Quelle che seguono sono le sue parole:

Siamo arrabbiati perché meritavamo di vincere oggi. Abbiamo colto due traverse, abbiamo costruito tante occasioni da gol senza concedere nulla a una squadra importante come il Pisa. Siamo terzi e, probabilmente, ci si scorda da dove arriviamo. È vero che ci manca la vittoria, ma io sono contento. Sicuramente non stiamo giocando in maniera sbarazzina come facevamo in precedenza, ma credo che un piccolo calo sia anche nella natura delle cose. Contatto Touré-Caprile? Non voglio esprimere alcun commento, non parlo di arbitri. Netto? Non scherziamo: se facessi l’elenco di quello che è accaduto a noi e basta, mi fermo qua…

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969