Connect with us
Milan-Roma 2-2, le pagelle del match: Bennacer padrone del centrocampo, Abraham regala il pareggio alla Roma

Flash News

Milan-Roma 2-2, le pagelle del match: Bennacer padrone del centrocampo, Abraham regala il pareggio alla Roma

Pubblicato

:

Il Milan perde terreno nei confronti del Napoli (diventato campione d’inverno) pareggiando 2-2 contro la Roma, che, grazie ad Abraham, trova quasi allo scadere un pari in rimonta, che sa di beffa per i rossoneri e di vittoria per i giallorossi. Dopo il doppio vantaggio firmato da Kalulu al 30′ del primo tempo e Pobega nella ripresa, sul finale Ibanez sugli sviluppi di un calcio d’angolo riapre la gara, permettendo l’assalto finale ai suoi compagni.

MILAN

Tatarusanu 6: Il portiere rossonero non può fare nulla sui due gol. Gioca bene con i piedi, mentre fa venire un piccolo brivido a tutto lo stadio quando nel primo tempo accenna un’uscita, restando però a metà strada.

Calabria 6.5: Il capitano del Milan conferma l’ottima prova vista a Salerno. Ottimo in fase difensiva, contenendo bene Zalewski, non si nasconde quando c’è da proporsi in avanti.

Kalulu 7: Realizza il gol dell’1-0 che regala il vantaggio rossonero, facendo esplodere San Siro. In fase difensiva è pulito ed è preciso in fase d’impostazione.

Tomori 5.5: Gioca un ottimo primo tempo, come tutto il Milan. Tuttavia, si perde Abraham – che bene aveva contenuto nella prima frazione – sul gol del 2-2.

Theo Hernandez 6.5: Spinge molto sulla fascia, mettendo in grossa difficoltà Celik. Le sue scorribande sono sempre una spina nel fianco per i giocatori della Roma. Fa ammonire ben tre giocatori: Celik, Zaniolo e Ibanez.

Bennacer 7: Padrone del centrocampo rossonero. Dà sempre l’impressione di essere in ogni zona del campo, recuperando e smistando tutti i palloni che gli arrivano. (Dal 74′ Vranckx 6: Pioli gli chiede di mettere fisico e quantità in mezzo al campo e lui risponde presente)

Tonali 6.5: Come il compagno di reparto gioca un’ottima partita in fase offensiva e difensiva. Diffidato, rimedia un giallo che gli farà saltare la trasferta di Lecce.

Saelemaekers 6: Meno vivace rispetto alla sfida contro la Salernitana. Tuttavia, garantisce sempre per quell’equilibrio utile alla squadra rossonera. Quando esce lui, la squadra di Pioli si disunisce. (Dall’85’ Gabbia s.v.)

Brahim Diaz 6: Lo spagnolo si fa trovare spesso tra le linee, “galleggiando” tra la posizione di trequartista e mezzala, non riuscendo – tuttavia – a trovare sempre la giocata giusta. Arriva bene due volte al tiro ma è poco preciso. (Dal 70′ Pobega 6.5: l’ex Torino trova il raddoppio dopo un ottimo contropiede del Milan, dimostrandosi freddo di fronte a Rui Patricio).

Leao 6: È come le luci di Natale, si accende ad intermittenza. Devastante quando parte sulla fascia, ma rispetto alle ultime uscite è molto impreciso. Confeziona comunque l’assist per Pobega.

Giroud 5.5: Il francese perde il duello con Smalling, con l’inglese che lo anticipa spesso e volentieri. Qualche sponda ma nulla più. Necessita visibilmente di un meritato riposo. (Dall’85’ De Ketelaere s.v.)

ROMA

Rui Patricio 5.5: Il portiere giallorosso è bravo su Brahim Diaz a metà primo tempo ma, un minuto dopo, sul gol di Kalulu è da rivedere. Non può nulla sul 2-0 di Pobega.

Mancini 5.5: Dalle sue parti c’è Leao, non un cliente da poco. Il difensore ex Atalanta lo contiene per quel che può, togliendo spesso la gamba per l’ammonizione rimediata ad inizio partita. (Dal 89′ Belotti s.v.)

Smalling 6.5: È il migliore dei tre centrali. Vince il duello con Giroud, trovando spesso l’anticipo. Bene anche in fase d’impostazione.

Ibanez 6: Si guadagna la sufficienza per il gol del momentaneo 2-1 che riapre la partita, permettendo alla Roma l’assalto finale.

Celik 5.5: La gara dell’esterno turco è condizionata sin da subito, visto il giallo rimediato al 9′ per fallo su Theo Hernandez. Foti lo toglie per evitare danni più gravi. (Dal 78′ El Shaarawy 6: Dà vivacità all’attacco giallorosso, trovando spesso ottime giocate).

Cristante 5.5: Il mediano giallorosso soffre i movimenti di Brahim Diaz, che lo prende alle sue spalle. Poco incisivo anche quando c’è da amministrare palloni. (Dal 65′ Matic 5.5: prova incolore per il centrocampista giallorosso).

Pellegrini 6: Gara a due facce del capitano romanista. Nel primo tempo soffre come tutta la squadra, mentre nella ripresa – avanzato da trequartista – trova giocate e l’assist per Ibanez da angolo.

Zalewski 5.5: Si fa vedere con un tiro sulla fine del primo tempo, ma fatica e non poco in fase offensiva, dov’è contenuto bene da Calabria.

Dybala 6: È la luce della Roma. Quando si accende lui, tutta la squadra gira. Ottimi movimenti sulla trequarti e giocate sempre pericolose.

Zaniolo 5: Serata storta per il giovane attaccante italiano. Fatica a trovare la posizione, a tratti nervoso, non riuscendo mai ad incidere. (Dal 65′ Tahirovic 6: Buon ingresso del giovane centrocampista).

Abraham 6: Nel primo tempo è bloccato dalla morsa Kalulu-Tomori. Nel finale trova il guizzo vincente che vale il pareggio romanista e un punto d’oro per la squadra di Mourinho.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Pier Silvio Berlusconi spende parole di elogio sul Monza: “Erano anni che non tifavo come nelle ultime gare”

Pubblicato

:

Monza

Il Monza, alla prima storica partecipazione in Serie A, dopo un avvio di stagione tutt’altro che convincente, sta disputando adesso un ottimo campionato. L’obiettivo salvezza è sempre più vicino, e le due vittorie nel doppio confronto contro la Juventus (l’ultima è avvenuta domenica scorsa all’Allianz Stadium) non hanno fatto altro che impreziosire il lavoro svolto sin qui dal tecnico Palladino e dalla società. Berlusconi, dunque, può dirsi soddisfatto e i tifosi sono sempre più orgogliosi dei risultati ottenuti fino a questo momento dalla propria squadra.

Adesso, però, il club brianzolo può contare su un nuovo tifoso. Si tratta di Pier Silvio Berlusconi, il quale, a margine della presentazione dell’Area Digital di Mediaset, ha speso parole di elogio riguardo il club biancorosso. Queste le sue parole:

Erano anni che non tifavo come nelle ultime partite, sono veramente felice per l’incredibile lavoro svolto da mio padre e da Adriano Galliani. Il successo contro la Juventus è stato divertente, però per Mediaset spero che i bianconeri proseguano il loro cammino in Coppa Italia. Monza-Milan? Sarò in difficolta. Qualsiasi risultato sarò buono, mi gusterò la partita”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Eterno Miura: a 55 anni torna a giocare in Europa!

Pubblicato

:

Miura

Ha del clamoroso la notizia che è uscita pochi minuti fa attraverso il sito online di Sky Sport. L’attaccante giapponese Kazuyoshi Miura, all’età di 55 anni, ha firmato un nuovo contratto con l’Oliveirense, una squadra che milita nella seconda divisione portoghese. Il nipponico arriva in Portogallo in prestito per sei mesi.

Il trasferimento, in realtà, era nell’aria da diversi giorni; ma oggi è finalmente arrivata l’ufficialità anche da parte della nuova squadra, che ha voluto pubblicizzare il tutto attraverso i propri profili social.

Per il classe ’67 si tratta di un ritorno in Europa, visto che ha già militato nelle fila del Genoa e della Dinamo Zagabria. Dopo una carriera in giro per il mondo adesso, dunque, per il Kazu inizia una nuova avventura.

Continua a leggere

Flash News

Stop agli aumenti di capitale in casa Juventus fino al 2025: la notizia!

Pubblicato

:

Juventus

Come riportato da Calcio&Finanza, nel futuro prossimo della Juventus non sono in programma aumenti di capitale. Ad annunciarlo è lo stesso club bianconero che, all’interno del verbale dell’assemblea dei soci risalente allo scorso 18 gennaio, sottolinea come fino al 2025 non sia prevista l’implementazione di aumenti di capitale. La conferma è arrivata dal club dopo una domanda di un socio, alla quale la Juventus ha così risposto: “La domanda non è pertinente agli argomenti all’ordine del giorno ed è inoltre posta a candidati che non hanno ancora assunto il ruolo di amministratori nel Consiglio di Amministrazione della Società. La Società segnala in ogni caso che il Piano Triennale per gli esercizi 2022/23 2024/25, approvato dalla Società nel giugno 2022, non prevede l’implementazione di aumenti di capitale”.

Inoltre, in merito alle due indagini in corso riguardo le plusvalenze e la manovra stipendi, la Juventus ha dichiarato:

“La Società sottolinea di rimanere convinta, anche tenuto conto degli approfondimenti di natura legale e contabile svolti dalla Società sulla base di pareri rilasciati da esperti indipendenti, di aver operato nel rispetto delle leggi e delle norme che disciplinano la redazione delle relazioni finanziarie, in conformità agli applicabili principi contabili e relativi criteri di applicazione e in linea con la prassi internazionale della football industry”.

Continua a leggere

Flash News

Nainggolan si presenta: “Qui per De Rossi. Cagliari? Mai sentito nessuno”

Pubblicato

:

Nainggolan

È da poco iniziata l’avventura di Radja Nainggolan con la maglia della SPAL. Il centrocampista belga, svincolatosi dall’Anversa, ritrova il suo ex compagno, Daniele De Rossi, ai tempi della Roma. Di seguito, riportiamo la conferenza stampa di presentazione.

IL RAPPORTO CON DE ROSSI –Daniele, un mese e mezzo fa, ha iniziato a stuzzicarmi per farmi venire qui alla SPAL: voleva che gli dessi una grossa mano. Erano solamente discorsi e mai avrei pensato di trovarmi, oggi, qui. Questa cosa mi è rimasta in testa ed è per questo che ho scelto Ferrara. Sono molto felice di lavorare nuovamente con De Rossi: a lui piace ispirarsi e praticare il gioco di Spalletti“.

DISPONIBILITÀ PER LA SQUADRA –Io sono nato pronto, ma decide il mister quando impiegarmi. Il nostro obiettivo è arrivare ai playoff e diminuire il gap di 9 punti, che ci separa da quella zona.

PERSONALITÀ –Io non ho mai messo paura a nessuno, e posso non piacere. Ho la mia personalità, ma non sono mai stato uno spacca spogliatoio

CALCIOMERCATO –Non ho mai sentito nessuno per ciò che concerne un mio ritorno a Cagliari. A Ferrara c’è tranquillità e io sono certo di fare bene. Siamo un gruppo coeso e aiuterò i giovani a crescere.

SERIE B –Il livello del campionato si è abbassato rispetto a quando militavo nel Piacenza. Ora è un torneo più giovane, ma c’è tanto agonismo. 

GLI ULTIMI ANNI DI CARRIERA – “Sono qua perchè ho vissuto momenti in cui ero stufo: si è data troppa importanza a certe cose. Io credo che posso fare quello che esegue una persona normale fuori dal campo.” 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969