Dove trovarci

ESCLUSIVA – Tiziano Crudeli: “Con Elliott abbiamo più credibilità. Bonucci sarebbe una grande perdita”

Tiziano Crudeli, storico giornalista e telecronista rossonero, che con le sue telecronache riesce a emozionare anche chi non è un tifoso milanista, ha voluto discutere con noi su qualche tema di attualità in casa Milan.

Lo abbiamo intervistato per farci un’idea del suo pensiero sulla sentenza del TAS che arriverà a breve e il suo parere sulla campagna acquisti del Diavolo.

L’INTERVISTA

Oggi, dopo giorni di grande attesa, arriverà la sentenza del TAS di Losanna, che potrebbe riammettere il Milan in Europa League. Secondo lei i tifosi rossoneri possono sperare?

“Sperare non costa niente, ma certezze sicuramente non ne abbiamo. Con l’arrivo della nuova proprietà, molto più solida, la società Milan avrà sicuramente più sicurezza e credibilità; speriamo che tutti questi fattori possano consentire una revisione da parte della corte di Losanna, almeno momentanea, e poi aspetteremo quella definitiva”

Una possibile riammissione del Milan in Europa League potrebbe cambiare gli scenari del mercato rossonero, anche in uscita.
Stamattina, per esempio, la Gazzetta dello Sport titola “Bonucci vendesi”. Lei che dice a riguardo?

“Delle necessità bisogna fare virtù.Il Milan, anche per questione di contabilità e indipendentemente dalla società che ha alle spalle deve stare attento ad alcuni parametri: per poter fare degli acquisti ora come ora devi necessariamente vendere qualche pezzo da novanta. Ovviamente mi dispiace perchè Bonucci, pur non avendo fatto un grande campionato ma che comunque nel girone di ritorno, quando Gattuso ha preso le redini della squadra in modo totale, ha aiutato la squadra ha subire solo 15 gol. È un giocatore molto esperto e che sa fare bene se è una squadra ben organizzata come abbiamo visto nella seconda metà del campionato. Sarebbe una grande perdita”

Invece in entrata lei cosa si aspetta dal mercato? Su che ruoli deve saper investire il Milan? 

“Mi aspetto una punta, una punta da 20 gol a stagione. Cutrone è sicuramente un giovane interessantissimo, un giocatore emergente che l’anno scorso ha segnato ben 10 gol in campionato, ma da solo non può tenere in piedi l’attacco rossonero. Può avere un grande futuro, ma dobbiamo avere certezze. In questo momento servirebbe un bomber, ma nessuno dei nomi fatti fin qui mi convince del tutto. Anche Morata, che è al momento uno dei più chiacchierati, non ti da la certezza assoluta di fare 20 gol all’anno. Mi piacerebbe vedere anche un centrocampista, possibilmente una mezz’ala, che si alterni con Bonaventura o che lo sostituisca definitivamente”

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in ESCLUSIVE