Sono tanti i club che seguono con forte interesse la Ligue 2, vera e propria fucina di giovani talenti ancora da sgrezzare. Uno dei giocatori che maggiormente sta attirando l’attenzione delle principali compagini europee è indubbiamente Pape Gueye. Tra i giovani che si stanno mettendo in mostra in questa stagione pochi posseggono la leadership del francese: dote riconosciutagli anche dallo spogliatoio della sua squadra, l’Havre AC, che gli ha affidato a soli ventun anni la fascia di capitano.

Nato a Montreuil il 24 gennaio 1999, Gueye è un centrocampista che dispone di grande intelligenza tattica, visione di gioco e abilità nel palleggio, oltre che di una notevole forza fisica. Sono queste le caratteristiche che hanno abbagliato gli scouts giunti da tutto il “Vecchio Continente” per osservarlo da vicino.

Tra i tanti club che hanno palesato un forte interesse verso il ragazzo di origine senegalese spiccano Olympique Lione, il Siviglia di Monchi e l’Arsenal, da sempre molto attento alla Ligue 2, come dimostra l’acquisto di Guendouzi dal Lorient nel 2018.

Anche il mercato italiano pare muoversi verso Gueye. Secondo quanto raccolto in esclusiva dalla nostra redazione, il Milan, alla ricerca di un prospetto dalla notevole prorompenza fisica e dalle importanti doti in cabina di regia, sta fortemente sondandone il profilo. Estremamente vigile anche la famiglia Pozzo, da sempre all’avanguardia nello scouting e nella valorizzazione dei talenti per Watford e Udinese.

Probabilmente il giovane capitano dei normanni lascerà il club a fine anno. Il suo allenatore, Paul Le Guen, spera di salutarlo dopo aver conquistato la promozione in Ligue 1.

Chi si aggiudicherà questa vera e propria asta?