Arrivò alla Fiorentina dal Partizan in punta di piedi nel luglio del 2017, a soli 19 anni, per 5 milioni di euro. Stiamo parlando ovviamente del balcanico Nikola Milenkovic. Proprio lui, quel difensore duttile che sin dal suo arrivo in Italia mostrò grandi cose, adattandosi nelle prime due stagioni spesso e volentieri come terzino destro e facendo, nel giro di un anno e mezzo, “settuplicare” il proprio valore di mercato, arrivando alla cifra di ben 35 milioni di euro nel dicembre 2018 (dati Transfermarkt). Ora Nikola di anni ne ha quasi 24 e il suo ruolo si è attestato fermamente al centro della difesa, e nonostante le pessime annate della sua Fiorentina, è riuscito durante queste stagioni, seppur in maniera altalenante, a mettere in mostra grande duttilità, un’ottima agilità, un’enorme prestanza fisica e già parecchia esperienza, nonostante la giovane età. Ora però sembra che il matrimonio tra il serbo e la squadra viola sia destinato a interrompersi dopo 4 stagioni insieme.

Milenkovic

IL MANCATO RINNOVO E I CLUB INTERESSATI

“Rinnovo? Qui sto bene, ne parleremo a fine stagione”, le sue parole a gennaio. Ora invece, a distanza di 3 mesi, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, tra la Fiorentina e il classe ’97 non vi sarà nessun rinnovo di contratto, che è quindi destinato a scadere nel 2022. Voglia di una nuova esperienza? Stufo di disputare stagioni in una squadra che non lotta per il vertice? Queste potrebbero essere le ragioni dietro a questo addio annunciato. La cosa certa è che Rocco Commisso quasi sicuramente dovrà vendere il proprio gioiello quest’estate, per non vederlo partire a parametro zero la prossima. Prima, il magnate italo-americano parlava di cessione a 40 milioni di euro, ma con un solo anno di contratto rimanente le sue pretese si sarebbero abbassate a “soli” 25 milioni. In passato lo cercarono anche la Juventus e il Napoli, ma ora i club che sembrano fare più sul serio per accaparrarsi il serbo sembrano essere Milan e Inter, che lo vorrebbero in rosa per rinforzare i già collaudati reparti difensivi, oltre alle sirene provenienti dalle due di Manchester. Quale sarà la destinazione di Milenkovic quest’estate? Nikola is waiting.