Connect with us
Milik, l'uomo in più della Juventus di Allegri

Calciomercato

Milik, l’uomo in più della Juventus di Allegri

Pubblicato

:

Juventus

In questi giorni si parla tanto di Memphis Depay, attaccante del Barcellona che non trova spazio nella formazione blaugrana per via dei tanti talento e di uno dei numeri nove più forti al mondo come Robert Lewandowski. Per questo, si è parlato già di un possibile approdo nel nostro campionato o di altre big europee dove l’olandese potrebbe far comodo. Ma in realtà, il nome di Depay al campionato italiano è stato accostato durante il calciomercato estivo quando la Juventus era in cerca di un altro nome per completare il reparto offensivo. Sembrava in un certo senso fatta, fino a quando le richieste dell’attaccante del Barcellona non si sono fatte troppo alte. Per questo la dirigenza bianconera ha deciso di puntare su una vecchia conoscenza della Serie A, già con esperienza ma con ancora qualcosa da dimostrare in Italia: il suo nome ovviamente è quello di Arkadiusz Milik.

UN RITORNO SILENZIOSO

Milik arriva dunque alla Juventus senza troppo rumore, quasi passando per un acquisto di poco conto. Il polacco ha appena lasciato la Ligue 1 dove con il Marsiglia oltre ad un buon inizio dove colleziona 9 gol in 15 presenze nel campionato francese, non riesce a lasciare il segno e col passare del tempo il rapporto tra club e giocatore va a logorarsi. Così ecco che si presenta una grande occasione di rilancio.

La Juventus lo preleva a titolo temporaneo ma con l’opportunità di acquistarlo definitivamente versando oltre a circa un milione di prestito altri sette milioni più eventuali bonus legato alle prestazioni.

“Sono molto emozionato, è un bellissimo giorno per me. Ho firmato con un grande club, una grande squadra, uno dei club più grandi che esistano. Sono molto contento e molto felice anche di essere tornato in Italia.”

In tanti pensano che l’acquisto dell’attaccante numero 14 non sia rilevante per via del numero 9 della Juventus Dusan Vlahovic, posto come giocatore al centro del progetto bianconero dopo il mancato rinnovo di Dybala e nuova stella nascente del calcio europeo e mondiale. Ma per Milik le cose iniziano bene. Alla seconda presenza in campionato sigla la sua prima rete in bianconero contro lo Spezia, così come alla quarta giornata al Franchi di Firenze nel pareggio in trasferta contro la Fiorentina.

Inoltre Milik segna il gol poi annullato contro la Salernitana allo scadere del recupero che avrebbe garantito la vittoria ai bianconeri, ma il fuorigioco segnalato dal Var ferma l’esultanza del polacco, che viene anche espulso dal match per doppia ammonizione.

DECISIVO

E ancora il gol in Champions League nella seconda giornata contro il Benfica, il gran gol contro il Bologna. Poi il periodo no che lo vede poco utilizzato o poco sostenuto vista la emergenza per infortuni tra centrocampo e attacco. Spesso infatti diventa l’unica punta a disposizione di Allegri per via degli infortuni di Vlahovic (out per 2 mesi) e con un centrocampo poco producente per concludere a rete. Possiamo definire più Milik come un giocatore tecnico e non di sponda, che preferisce agire quindi vicino ad un altro attaccante più fisico come appunto Vlahovic o lo stesso Kean, che per caratteristiche preferisce agire dentro l’area nonostante le buoni doti in progressione.

“In quasi tutte le partite che ho giocato qui a Torino avevo un altro attaccante al mio fianco, penso che così sia più semplice perché hai più soluzioni”.

Poi ecco il ritorno al gol nella sfida contro la Lazio per il 3-0 e l’importantissima punizione segnata allo scadere contro la Cremonese per la ripresa della Serie A dopo la pausa mondiale. Di punizioni ne aveva segnate anche al Napoli, grazie al suo mancino potente e preciso. Con i partenopei ha realizzato proprio una punizione allo scadere contro il Cagliari durante la stagione 2018/2019.

Le sue prestazioni col tempo hanno convinto tifosi e probabilmente anche la dirigenza bianconera, che dovrà valutare il possibile riscatto nei confronti del Marsiglia per vederlo definitivamente in bianconero. Da possibile vice-Vlahovic il giocatore classe 1993 è passato in pochi mesi ad un elemento su cui puntare quando la partita conta. Questo Allegri lo sa bene ed il giocatore sente anche la fiducia dell’ambiente. Toccherà quindi ad Arkadiusz convincere in questi mesi i suoi dirigenti per un futuro a tinte bianco e nere.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

van Nistelrooy: “Siamo in trattative per estendere il contratto di Xavi Simons”

Pubblicato

:

Xavi Simons

Ruud van Nistelrooy, tecnico del PSV,  ha confermato la trattativa per il prolungamento del contratto del talento Xavi Simons. Queste le sue parole rilasciate al giornalista Rik Elfrink:

Siamo in trattative per estendere il contratto di Xavi Simons, lo vediamo come un giocatore chiave nella costruzione del PSV per il futuro”. 

Secondo Fabrizio Romano, il club olandese e l’entourage del calciatore sono al lavoro per rimuovere l’opzione di acquisto di 12 milioni di euro valida per il PSG, ex squadra di Xavi Simons.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Zaniolo va in Turchia: nel pomeriggio firma con il Galatasaray

Pubblicato

:

Zaniolo

È ormai giunta ai titoli di coda la trattativa per il passaggio di Nicolò Zaniolo al Galatasaray. L’esterno classe ’99, come riportato da Nicolò Schira, nel pomeriggio atterrerà in Turchia per mettere nero su bianco con il club giallorosso di Istanbul.

La società turca pagherà alla Roma 15 milioni di euro più 5 di bonus, mentre il nazionale azzurro firmerà un contratto con durata fino al 2027.

Zaniolo avrà la possibilità di giocarsi il titolo in Turchia – il Galatasaray con una gara in più è 1° con 9 punti di vantaggio sul Fenerbahce – ma per i prossimi 6 mesi non potrà esibirsi su palcoscenici europei perchè il club di Istanbul è fuori dalle Coppe.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Chelsea ha puntato Amrabat l’ultimo giorno di mercato: il retroscena

Pubblicato

:

Sofyan Amrabat è stato vicino a lasciare la Fiorentina proprio nell’ultimo giorno del mercato di gennaio. Come svelato da Fabrizio Romano sui suoi canali social, il centrocampista marocchino era diventato un obiettivo del Chelsea, viste le difficoltà incontrate per sbloccare l’affare Enzo Fernández con il Benfica.

Ad ogni modo, nonostante le avances dei Blues, i viola hanno deciso di non lasciarlo partire in prestito, nonostante fossero pervenute offerte allettanti, soprattutto dal punto di vista economico.

Non è escluso, però, che con l’apertura della sessione estiva di calciomercato nuove pretendenti bussino alla porta del patron Rocco Commisso. A tal proposito, diversi top club europei hanno manifestato interesse.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Napoli avrebbe rifiutato un’offerta per Osimhen già a gennaio: l’indiscrezione

Pubblicato

:

Napoli

Se il Napoli in questa prima parte di stagione è risultato così devastante, parte del merito va a Victor Osimhen, vero mattatore di questa Serie A, con 17 gol messi a referto in 21 giornate di campionato. Grandi prestazioni che, per forza di cose, fanno attirare l’attenzione dei più grandi e ricchi club europei. Come riportato da “Il Mattino“, la proprietà azzurra ha dovuto far muro già a gennaio ad un’offerta proveniente dal Manchester United di circa 100 milioni per il bomber nigeriano.

I red devils nell’ultima sessione di mercato erano alla disperata ricerca di un attaccante, in seguito all’addio di CR7, ripiegando su Weghorst. Tuttavia, già nella prossima sessione di mercato potrebbero di nuovo bussare alla porta di Aurelio De Laurentiis per cercare di convincerlo a lasciar partire Osimhen.

L’offerta estiva potrebbe essere ben più alta di 100 milioni, e in tal caso, starà alla dirigenza e alla proprietà decidere il da farsi. Per ora, Napoli si coccola il suo bomber, che potrebbe entrare nella storia del calcio partenopeo a fine stagione.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969