Connect with us

Flash News

Milik a sorpresa: “È stato sempre il mio sogno giocare per la Juve”

Pubblicato

:

Juventus-Maccabi Haifa

Diversi giocatori negli ultimi 10 giorni sono stati impegnati con le rispettive nazionali, rilasciando delle dichiarazioni alle emittenti locali. Tra questi c’è Milik, che ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Meczyki, rivelando qualche dettaglio sul suo trasferimento alla Juventus ed altro ancora.

LE PAROLE DI MILIK

L’attaccante polacco arrivato nel corso dell’ultima sessione di calciomercato alla Juventus, ha rilasciato delle dichiarazioni, fitte di aneddoti anche del suo passato. Innanzitutto Milik ha dichiarato: “Devo ammetterlo: mi sento bene con la maglia della Juve”, questo a dimostrare quanto realmente Milik abbia voluto fortemente approdare alla Juventus.

Perché hai scelto proprio la Juve?

“La scelta di andare alla Juve è stata rapida. E’ stato sempre il mio sogno quello di giocare per un grande club come la Juve. Da quando ero piccolo volevo giocare per una grande squadra. Possiamo contare il numero di grandi club sulle dita di due mani. Mi ha fatto piacere avere questa occasione e ho colto l’opportunità. Non avevo niente da perdere”.

Cosa hai pensato del possibile interessamento della Juventus su Depay?

“Non sono mai stato interessato alla situazione del trasferimento di Depay. Sapevo che c’era un’interesse per lui, ma niente altro. Non ci ho pensato. Se qualcuno mi vuole e ci sono offerte concrete, al mio agente dico di chiamarmi. Ma se non c’è niente di concreto io semplicemente penso a giocare a calcio. Cosa è successo prima del mio trasferimento? Cosa voleva la Juve? Perché Depay non è arrivato? Non me lo sono chiesto perché non avevo abbastanza informazioni”.

In passato si era già parlato di un tuo probabile arrivo alla Juve, ci racconti come andò quella volta?

“Sì, ero vicino ad andare alla Juve già in passato ma poi i due club devono trovare l’accordo. L’accordo all’epoca non si trovò e quindi non andai alla Juve. Il Napoli rifiutò una proposta dalla Roma che offriva più soldi. E’ stata una loro decisione e io l’ho rispettata. Un giocatore può non essere d’accordo coi termini del contratto se qualcosa non gli piace. Sono contento che tutto ha funzionato e ho avuto la chance di andare alla Juve. E’ un grande onore giocare per un club così grande”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Calciomercato Juve, il Tottenham interessato anche McKennie

Pubblicato

:

Juventus Estupinan

Dopo gli acquisti di Kulusevski e Bentancur nella scorsa sessione di mercato invernale, il Tottenham sembra ancora intenzionato a bussare alla Juventus per rafforzare la sua squadra: come riporta l’edizione odierna del Sunday Express, la squadra di Antonio Conte sarebbe alla ricerca di un centrocampista dinamico e avrebbe individuato nello statunitense il profilo ideale.

La sensazione è che la trattativa possa andare in porto, dal momento che la Juventus non considera assolutamente incedibile McKennie (soprattutto dopo l’esplosione di Fagioli e Miretti) e con un’offerta di 20-25 milioni di euro metterebbe a bilancio una buonissima plusvalenza.

Continua a leggere

Flash News

Agnelli coccola Fagioli e Miretti: “Sono risparmi”

Pubblicato

:

Juventus

Intervenuto all’interno della tavola rotonda sul tema delle seconde squadre organizzata all’Allianz Stadium prima della partita della Juventus Next Gen contro il Mantova, Andrea Agnelli ha commentato l’esperienza della sua squadra: 

“Il progetto seconde squadre aiuta anche un club nella sostenibilità. Si parla sempre di Fagioli e Miretti (di cui sono orgoglioso) che hanno esordito in Nazionale maggiore, ma bisogna soffermarsi anche dei ragazzi della Juventus in pianta stabile in Under 20, perché da lì c’è la base. Grande merito del progetto va a Billy Costacurta, perché ha spinto molto per realizzarlo. Il primo anno era stranissimo perché i giovani non capivano dove fossero, ma dopo 4/5 sconfitte sono andato al campo a parlargli per ricordargli che sono alla Juventus“.

Il presidente della Juventus ha ricordato il percorso che devono compiere i ragazzi:

“Non conta la categoria, tutti sono la Juve. Sapevamo che ci sarebbero voluti anni per vedere i frutti: Miretti l’anno scorso ha giocato in Primavera, in Under 23 e in Prima squadra. A lui non interessava dove giocasse, perché è da noi da tempo. Il problema è quando si prende un giocatore da fuori in Under 17, lui va accompagnato per fargli capire di che cosa fa parte”.

Agnelli rimane orgoglioso del progetto intrapreso, consapevole che se ben organizzato porterà a un risparmio non indifferente:

“Con le seconde squadre si tengono i migliori giocatori e si coltivano. Se la nostra squadra però dovesse retrocedere, sciogliamo nell’acido il progetto, perché i costi sono paragonabili a quando hai 50 prestiti. Il tema però non è quello, ma il fatto che il costo della prima squadra si è abbassato: Fagioli e Miretti sono risparmi”.

Continua a leggere

Flash News

Germania verso l’eliminazione: ecco cosa serve per scongiurarla

Pubblicato

:

Flick

La Germania ora non può più sbagliare. Dopo la clamorosa sconfitta per 2-1 contro il Giappone all’esordio mondiale, la formazione guidata da Hansi Flick non può permettersi un altro passo falso contro la Spagna. Una sconfitta stasera costringerebbe i Campioni del Mondo del 2014 a dire addio anzitempo alla competizione, per la seconda edizione consecutiva. Dal canto suo, però, la Roja giocherà per vincere dopo lo strabiliante 7-0 alla Costa Rica. Se la Spagna questa sera dovesse vincere, si qualificherebbe agli ottavi dei Mondiali con un turno di anticipo.

In caso di vittoria della Spagna, dunque, la Germania sarebbe matematicamente fuori dai Mondiali se il Giappone dovesse fare punti contro la Costa Rica.

Se la Germania dovesse pareggiare contro la Roja, potrebbe ancora conquistare la qualificazione all’ultima giornata, ma solo con una vittoria contro la Costa Rica.

Se la Germania dovesse perdere contro la Spagna e Giappone-Costa Rica finisce in parità, i ragazzi di mister Flick rimarrebbero a 0 punti e sarebbero eliminati perché non potrebbero più raggiungere né Spagna né Costa Rica.

Se la Germania dovesse perdere con la Spagna, ma la Costa Rica batte il Giappone, si potrebbe ancora qualificare. In questo caso, però, dovrebbe battere la Costa Rica all’ultima giornata e sperare in una vittoria della Spagna contro il Giappone.

L’imperativo per la Germania, dunque, è uno solo. Vincere stasera contro la Spagna per sperare in una qualificazione agli ottavi che, ora più che mai, sembrerebbe compromessa.

Continua a leggere

Calciomercato

Bivio Zaniolo, dal rinnovo con la Roma alla tentazione Juventus

Pubblicato

:

Dove vedere Roma-Lazio in tv e streaming

Continua il corteggiamento della Juventus nei confronti di Nicolò Zaniolo. La telenovela con i bianconeri prosegue da qualche sessione di mercato, quando il calciatore della Roma appariva vacillare su una sua permanenza nella Capitale.

Si è sempre concluso con un nulla di fatto anche se questa volta Zaniolo è veramente ad un bivio: accettare il contratto di rinnovo della Roma, a cifre migliorate, oppure un serio pensiero di approdo a Torino. Di concreto, comunque, c’è il fatto che la Juventus si metterà a tavolino per discutere del classe ’99 non prima di gennaio, quando giallorossi e calciatore avranno deciso sul da farsi. Lo riporta Tuttosport, che sottolinea anche come quello di Zaniolo rimanga un profilo primario per la Juventus.

Zaniolo, dal 2018 con la Roma, ha il contratto in scadenza nel 2024.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969