Connect with us
Il mister X che ha incastrato Donnarumma

La nostra prima pagina

Il mister X che ha incastrato Donnarumma

Pubblicato

:

Donnarumma

Sul caso Donnarumma si sono elaborate, negli ultimi giorni, le chiavi di interpretazioni più varie. Chi crede che sia tutta farina del sacco di Mino Raiola, chi dà le colpe al giocatore per un mancato senso di riconoscenza. Ma la verità è solo una. E ha le sue radici in una figura chiave del Milan degli ultimi trent’anni, Adriano Galliani.

IL LEGAME CON (I) RAIOLA

Donnarumma con Enzo Raiola a Montecarlo

Partiamo però da un presupposto. Il legame con Raiola, o per meglio dire “i Raiola”, non è solo un legame procuratore-assistito. Ma molto di più. Enzo Raiola, cugino di Mino, è stato una figura particolarmente rilevante nell’iter calcistico di Donnarumma. Sin da quando è stato prelevato dalla scuola calcio Club Napoli, all’età di 14 anni, Enzo ha accompagnato il ragazzo per tutto il suo percorso nelle giovanili rossonere. Fino al successo in Serie A. E col passare degli anni, è naturale come tra i due si sia consolidato un rapporto di grande fiducia e stima reciproca. I buoni rapporti (anche se non idilliaci) dei Raiola con la famiglia Donnarumma hanno ulteriormente contribuito a creare una sorta di nucleo familiare allargato. Un nucleo da cui, come si può ben capire immedesimandosi nella mente di un ragazzo di 18 anni, è difficile separarsi.

L’ASSE CON GALLIANI

Estate 2010: Galliani insieme a Raiola e Ibra, in procinto di unirsi ai rossoneri in arrivo dal Barcellona

Ma ecco che entra il gioco il “Mister X” (per usare un’espressione ricorrente) della situazione, Adriano Galliani. Il rapporto tra Raiola e l’ex ad del Milan è stato una delle colonne portanti dei rossoneri degli ultimi anni. Per la serie di affari compiuti con il club, Raiola si potrebbe tranquillamente considerare come un terzo amministratore delegato. Grazie a lui, nell’estate 2010, sono arrivati i protagonisti dell’ultimo scudetto rossonero Ibrahimovic, Van Bommel e Robinho. E nel gennaio 2013, si è concretizzato il colpo Balotelli. Proprio in virtù del buon rapporto creatosi grazie a queste operazioni, il Milan ha visto passare per Via Turati (e Via Aldo Rossi poi) anche altri assistiti di Raiola. Non certo di altrettanto spessore, per non dire delle vere e proprie fregature. Ad esempio Didac Vilà, terzino sinistro spagnolo approdato in rossonero a gennaio 2011 per 4 milioni di euro. Una presenza nei primi sei mesi, poi una serie di prestiti in Spagna. Ora gioca in Grecia, nell’AEK Atene. Altro giocatore di passaggio è stato Bartosz Salamon, acquistato dal Milan a gennaio 2013 per 3,5 milioni di euro. In rossonero non ha accumulato nemmeno un minuto. Ancora più curiosa la vicenda del difensore italo-brasiliano Rodrigo Ely. Dopo aver giocato due anni nella Primavera del Milan, il giocatore ha trascorso due anni in prestito alla Reggina e al Varese, per poi essere ceduto a titolo gratuito all’Avellino. La stagione successiva è stato riportato a Milano per ben 8 milioni di euro, ma in un anno e mezzo ha collezionato appena 3 presenze. Nell’ultima sessione invernale di mercato, è stato ceduto in prestito semestrale all’Alavés. Insomma, una serie di “favori” che non possono passare inosservati.

Galliani quest’anno ha lasciato i rossoneri dopo 31 anni. L’addio, avvenuto in una quasi totale indifferenza generale e in una nube di malinconia per un rapporto con società e tifosi incrinato dalle ultime deludenti stagioni, non ha certo lasciato indifferente Mino Raiola, che con l’ex ad mantiene ancora un ottimo rapporto. Anche perché, di contro, con Marco Fassone i rapporti sono incrinati sin dai tempi dell’Inter.

IL CASO DONNARUMMA

Con il mancato rinnovo, il contratto di Donnarumma scade nel 2018

In tutto questo si è trovato in mezzo proprio il giovane portiere del Milan, in un certo senso “complice” di (o dei) Raiola e al contempo stretto nella morsa del suo procuratore. E del rapporto con la sua famiglia. Una vicenda in cui il ragazzo (e non ci stancheremo mai di sottolineare questo termine) ha avuto, in definitiva, poco spazio decisionale.

Cosa spetta ora a Gigio? Molto probabilmente, una stagione intera in tribuna. L’intero apparato dirigenziale, e il ds Mirabelli in particolare, non ha chiaramente digerito la vicenda e propende per questa decisione come una sorta di punizione per la condotta dei due diretti interessati. A meno di offerte irrinunciabili (intorno ai 40-50 milioni) per un giocatore che, ricordiamo, essere comunque in scadenza, Donnarumma non partirà.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Deiola carica il Cagliari: “Ripartiremo da questa vittoria”

Pubblicato

:

Il Cagliari di Ranieri ha portato a casa tre punti importantissimi nella sfida salvezza contro l’Empoli, grazie alla rete realizzata da Jankto. Nel post partita Alessandro Deiola, centrocampista del Cagliari, ha parlato ai microfoni del canale ufficiale della squadra concentrandosi sulla vittoria di Empoli, identificandola come possibile punto di ripartenza.

LE PAROLE DI DEIOLA

VITTORIA IMPORTANTE – “Ripartiamo tutti insieme  da questi punti guadagnati su un campo difficile, dalla prima vittoria esterna che ci deve dare ancora più consapevolezza e carica in vista delle finali che ci aspettano. Era una partita complicata, affrontavamo una squadra dura e tosta. Siamo stati compatti dopo il gol. Dobbiamo continuare a lavorare sempre più forte. Non ci sono gerarchie o giocatori più importanti: tutti lo sono e ognuno è disposto a dare una mano e sacrificarsi l’uno per l’altro”.

La sfida salvezza sta entrando nel vivo: con ben sette squadre in 5 punti nessuno si può dire completamente certo di  giocare in Serie A anche l’anno prossimo. Il Cagliari con questa bella vittoria manda un segnale alle altre, ma servirà dare continuità a questo risultato per provare e raggiungere la salvezza. Per l’Empoli si tratta della prima sconfitta da quando Nicola è arrivato ad allenare al squadra toscana.

Continua a leggere

Flash News

Rocchi su Torino-Fiorentina: “Marchetti ha pagato l’inesperienza”

Pubblicato

:

Rocchi VAR

Anche in questo weekend di Serie A non sono mancate polemiche arbitrali. Alla trasmissione Open VAR, su DAZN, il designatore degli arbitri Gianluca Rocchi è tornato su alcuni episodi, in particolare quelli avvenuti durante Torino-Fiorentina, gara terminata sul risultato di 0-0. Nel match in questione l’arbitro Marchetti non è stato perfetto in più di un’occasione tanto da rischiare due settimane di stop.

LE PAROLE DI ROCCHI

SULL’ARBITRO MARCHETTI – “Per Marchetti penso sia un discorso d’esperienza, ha meno di 30 grade in Serie A. Sul rosso di Ricci poteva gestire meglio la situazione. Secondo me si possono prendere provvedimenti per chi protesta, ma prima bisogna fischiare l’irregolarità. L’offesa non è mai accettata, poi ci sono certe cose in cui puoi gestire e l’esperienza è anche quella. Nella mia carriera da giovane degli errori li ho fatti. Quando dirigi le prime partite grandi ci possono stare degli errori. A Marchetti ho detto che la bravura dell’arbitro deve essere superare l’errore e tornare in campo in maniera positiva”.

SULLA PROTESTA DI RICCI – “Secondo me se l’arbitro va subito ad ammonire Arthur poi si può evitare la protesta di Ricci. Sicuramente stiamo lavorando per ridurre certi episodi”.

SUL GOL ANNULLATO A ZAPATA –Giusta l’On Field Review, anche se si tratta di un episodio che si poteva valutare in campo. Se decidi in campo certe decisioni vengono accettate in maniera migliore”.

Continua a leggere

Flash News

Raspadori dopo Napoli-Juventus: “Questo è il risultato dei primi giorni con Calzona”

Pubblicato

:

Raspadori Napoli

Con il suo tap-in, dopo il rigore parato da Szczesny ad Osimhen, Giacomo Raspadori ha deciso Napoli-Juventus. Nel post partita, l’attaccante azzurro ha commentato questo importante successo soffermandosi anche su questi primi giorni sotto la guida di Calzona. Di seguito le sue parole ai microfoni di Sky Sport.

CALZONA – “Sicuramente è una partita che sapevamo, per come avevamo preparato e approcciato, essere fondamentale. Stiamo migliorando di giorno in giorno e costruendo qualcosa di importante, questo è il risultato dei primi dieci giorni di lavoro con mister Calzona. Siamo contenti perché anche quando eravamo in difficoltà abbiamo tenuto un livello di concentrazione altissimo che ci ha aiutato a fare risultato”.

ASPETTO MENTALE – “Dal punto di vista mentale abbiamo cercato di resettare, eravamo condizionati dall’andamento della stagione. Quando le cose vanno bene è più facile avere la testa. Abbiamo seguito i suoi concetti e cercato fiducia e continuità, ci ha aiutato tanto ma questo non significa che il percorso di miglioramento è finito. Dobbiamo ancora fare risultati importanti, siamo indietro”.

RUOLO – “Come ho detto in altre occasioni mi sento a mio agio in zone più centrali del campo. Questo però non significa non poter giocare da esterno, in quel ruolo ci si può anche accentrare. Il mister mi ha detto che mi avrebbe fatto fare tutti i ruoli davanti e anche io penso di poterlo fare”.

Continua a leggere

La nostra prima pagina

“SIGNORA NO” – La Rassegna del Diez

Pubblicato

:

La rassegna stampa è senza alcun dubbio il miglior modo per iniziare la giornata. Ecco quindi le prime pagine dei principali quotidiani sportivi internazionali per la giornata di oggi.

LA GAZZETTA DELLO SPORTPrima Pagina La Gazzetta dello Sport 04/03/2024

 

CORRIERE DELLO SPORTPrima Pagina Corriere dello Sport 04/03/2024

 

TUTTOSPORTPrima Pagina Tuttosport 04/03/2024

 

 

MARCAPrima Pagina Marca 04/03/2024

 

 

 

 

DAILY EXPRESSPrima Pagina Daily Express SPORT 04/03/2024

 

THE DAILY TELEGRAPHPrima Pagina The Daily Telegraph SPORT 04/03/2024

 

MIRRORPrima Pagina Mirror SPORT 04/03/2024

 

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969