Connect with us
L’ultimo ballo di Luka Modric

Calcio Internazionale

L’ultimo ballo di Luka Modric

Pubblicato

:

Quanti trofei ha vinto Luka Modric in carriera

Qatar 2022, oltre che per tanti altri motivi, passerà sicuramente alla storia per aver segnato la fine di un’era.

Un’era fatta di campioni, che per anni hanno incantato milioni di tifosi e che ormai, sembrano essere giunti all’ultimo Mondiale. Da Messi a Cristiano Ronaldo, ai già eliminati Nuer e Suarez.

Tra i tanti grandi nomi, non può non spiccare quello di Luka Modric. Entrato definitivamente nella leggenda con la conquista del Pallone d’Oro, a 37 anni sta provando a trascinare per un’ultima volta la sua Croazia, dopo aver sfiorato la vittoria nel 2018. Una storia incredibile la sua, che parte dalla guerra nel suo paese fino ai più grandi palcoscenici calcistici del mondo.

UN’INFANZIA DIFFICILE

Tutto ha inizio a Zara, in Croazia, dove Luka Modric nasce il 9 settembre 1995. La sua è un’infanzia difficile, segnata dalla guerra dei Balcani. A soli sei anni infatti vede il nonno assassinato davanti ai suoi occhi. Un episodio che lo segna inevitabilmente e che lo spinge a trovare una via di fuga nel calcio. Proprio in quegli anni comincia ad avvicinarsi al pallone, giocando di continuo nel parcheggio di un hotel della sua città, diventato ritrovo per i rifugiati.

Sono anni tanto difficili quanto significativi per il piccolo Luka, che comincia subito a mettere in mostra il proprio talento. Un talento sopraffino, subito notato dall’NK Zadar dove comincia a giocare. Sono i primi anni ’90 e la guerra non è ancora finita, dunque tra un allenamento e l’altro, con il suono delle sirene, c’è da correre a cercare riparo dalle bombe che cadono sulla cittadina croata.

Intanto Modric comincia a crescere e, come tanti, tifa per l’Hajduk Spalato, per cui farà anche un provino. Purtroppo però viene rifiutato, probabilmente per via del suo fisico troppo esile. Una delusione troppo grande e difficile da digerire, che lo porterà anche a pensare di abbandonare il calcio.

Il destino di Luka Modric però, cambia grazie ad una persona: Tomislav Basic, responsabile delle giovanili dell’NK Zadar. Sarà lui, a convincerlo ad inseguire al suo sogno e Modric non lo dimenticherà. Nel 2014 infatti, gli dedicò la vittoria della prima delle sue quattro Champions League.

LA STRADA DEL SUCCESSO

Dopo le difficoltà iniziali, per Modric arriva la prima grande occasione, quasi come uno scherzo del destino, proprio dalla Dinamo Zagabria, rivale storica dell’Hajduk. Dopo due anni nelle giovanili della Dinamo, nel 2003 viene mandato in prestito allo Zrinjski Mostar, nel campionato bosniaco, per farsi le ossa in uno dei campionati più duri dei Balcani.

Qui comincia a sviluppare la sua intelligenza calcistica, che abbinata alle sue innate doti tecniche, gli consentono di evitare le entrate dei suoi avversari. Dopo un secondo prestito all’Inter Zapresic, riesce finalmente a convincere la Dinamo, con cui vincerà da protagonista 3 campionati croati.

Il suo talento cristallino comincia ad essere notato anche in giro per l’Europa, e nel 2008, il Tottenham lo porta in Premier League per circa 21 milioni di euro, cifra record per il club in quegli anni. Anche con gli Spurs è assoluto protagonista. Resta per 4 anni in Inghilterra prima del grande salto al Real Madrid, dove il resto della storia, ormai, lo conosciamo tutti.

THE LAST DANCE

Oltre che con i club, in particolare al Real Madrid dove ha vinto tutto, ha scritto importanti pagine di storia anche della nazionale croata. Il Mondiale di Russia 2018, sarà per sempre legato al nome di Luka Modric. Quell’anno, si comportò da vero leader oltre che da assoluto fuoriclasse, trascinando la Croazia fino ad un passo dal sogno.

Adesso a 37 anni rieccolo lì in Qatar, numero 10 sulle spalle e fascia da capitano, giunto al suo quarto Mondiale. Anche qui, indiscusso trascinatore, ha incantato nelle prime tre partite. Dopo aver superato la fase a gironi, adesso il primo ostacolo verso quella coppa è rappresentato dal Giappone, in quello che potrebbe essere il palco scenico  dell’ultimo ballo di una vera e propria leggenda del gioco.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

van Nistelrooy: “Siamo in trattative per estendere il contratto di Xavi Simons”

Pubblicato

:

Xavi Simons

Ruud van Nistelrooy, tecnico del PSV,  ha confermato la trattativa per il prolungamento del contratto del talento Xavi Simons. Queste le sue parole rilasciate al giornalista Rik Elfrink:

Siamo in trattative per estendere il contratto di Xavi Simons, lo vediamo come un giocatore chiave nella costruzione del PSV per il futuro”. 

Secondo Fabrizio Romano, il club olandese e l’entourage del calciatore sono al lavoro per rimuovere l’opzione di acquisto di 12 milioni di euro valida per il PSG, ex squadra di Xavi Simons.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Dove vedere Manchester United-Leeds in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Manchester United-Leeds

DOVE VEDERE MANCHESTER UNITED-LEEDS IN TV E STREAMING – Mercoledì 8 febbraio alle ore 21:00 c’è il recupero dell’ottavo turno di Premier League tra Manchester United e Leeds. Il match all’andata è stato annullato per via della morte della Regina Elisabetta II. I Red Devils recuperano la partita in casa, davanti al loro pubblico, per cercare di vincere e strappare i 3 punti.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

Il Manchester United sta attraversando un buon periodo di forma. Dopo la sconfitta con l’Arsenal avvenuta il 22 gennaio, la squadra di Ten Hag ha vinto le successive 4 partite, passando il turno in FA Cup e conquistando la finale di EFL Cup. Rashford è sicuramente l’uomo del momento, in quanto in questa stagione il giovane attaccante inglese sta dimostrando una grande continuità sul piano delle prestazioni: in 21 presenze stagionali in Premier League , di cui 19 da titolare, ha messo a segno 10 gol e 3 assist. Lo United arriva da una grande vittoria casalinga contro il Crystal Palace, in cui il gol vittoria lo ha regalato proprio Rashford.

Il Leeds non sta passando un buon momento in campionato. A pari punti con l’Everton terzultimo in classifica, deve cercare in tutti i modi di fare punti all’Old Trafford. Il Leeds non vince una partita di Premier League dal lontano 5 novembre contro il Bournemouth. Questa è l’occasione giusta per cercare di invertire questo trend negativo, perchè la zona retrocessione è alle spalle.

DOVE VEDERE MANCHESTER UNITED-LEEDS IN TV E STREAMING

Il match tra Manchester United e Leeds sarà trasmesso in diretta tv esclusiva su Sky Sport Calcio. Sarà possibile vedere il match anche in diretta streaming, scaricando l’app oppure accedendo al sito della piattaforma tramite i propri dispositivi mobili (pc, tablet, smartphone). Per gli utenti Sky, disponibile anche Sky Go in streaming.

PROBABILI FORMAZIONI

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Dalot; Varane; Martinez; Shaw; Sabitzer; Fred; Antony; Fernandes; Rashford; Weghorst.

LEEDS (4-3-3): Meslier; Ayling; Koch; Cooper; Wober; Adams; McKennie; Sinisterra; Aaronson; Gnonto; Rutter.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Terremoto in Turchia, l’annuncio del Ghana: “Atsu salvato dalle macerie”

Pubblicato

:

Atsu

Nella mattinata di oggi, la Federazione del Ghana ha fatto chiarezza sul calciatore Christian Atsu attraverso una nota ufficiale.

Il comunicato recita testualmente:

“Abbiamo ricevuto alcune notizie positive, Christian Atsu è stato salvato con successo dalle macerie dell’edificio crollato e sta ricevendo cure. Continuiamo a pregare per Christian.

Grazie alla conferma arrivata una manciata di minuti fa, dunque, l’ex calciatore dei Blues non sarebbe più in pericolo di vita. Atsu, nella giornata di ieri, è rimasto vittima del crollo della sua abitazione situata ad Hatay, nell’antica Antiochia.

Secondo quanto riportato dal giornale portoghese A Bola, il nativo di Accra è stato soccorso ed estratto vivo dalla montagna di macerie che lo aveva temporaneamente sepolto. Avrebbe rimediato qualche ferita addominale e successivamente si sarebbero presentati dei piccoli problemi respiratori: i medici hanno deciso così di ricoverarlo.

La carriera di Atsu è sicuramente di buon livello: la parentesi europea recita decine di presenze con le maglie di Chelsea, Porto, Everton e Newcastle. Ironia della sorte, proprio domenica sera aveva segnato al 97′ il gol vittoria della sua squadra, l’Hatayspor, contro il Kasimpasa.

Numerosi i messaggi di pronta guarigione per il ghanese: su tutti spicca il tweet della compagine londinese dei Blues.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Zaniolo va in Turchia: nel pomeriggio firma con il Galatasaray

Pubblicato

:

Zaniolo

È ormai giunta ai titoli di coda la trattativa per il passaggio di Nicolò Zaniolo al Galatasaray. L’esterno classe ’99, come riportato da Nicolò Schira, nel pomeriggio atterrerà in Turchia per mettere nero su bianco con il club giallorosso di Istanbul.

La società turca pagherà alla Roma 15 milioni di euro più 5 di bonus, mentre il nazionale azzurro firmerà un contratto con durata fino al 2027.

Zaniolo avrà la possibilità di giocarsi il titolo in Turchia – il Galatasaray con una gara in più è 1° con 9 punti di vantaggio sul Fenerbahce – ma per i prossimi 6 mesi non potrà esibirsi su palcoscenici europei perchè il club di Istanbul è fuori dalle Coppe.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969