Dove trovarci
Le Ultime

Mohamed Salah via da Liverpool a giugno?

L’intervista rilasciata da Mohamed Salah al giornale spagnolo Marca lascia non poche perplessità sul futuro dell’attaccante in forza al Liverpool. L’egiziano è legato con il club campione d’Inghilterra in carica fino a giugno 2023. I Reds non avrebbero alcuna intenzione di privarsi della loro punta di diamante, ma le ultime dichiarazioni preoccupano sia la società sia i tifosi.

LE PAROLE DI SALAH SCUOTONO L’AMBIENTE REDS

A pochi giorni dall’andata dei quarti di finale di Champions League contro il Real Madrid, Mohamed Salah decide di parlare apertamente con Marca, il giornale più vicino al mondo dei Blancos. La partita è una rivincita della finale del 2018, quando Salah lasciò anzitempo il campo per un infortunio alla spalla causato da Sergio Ramos. Nel momento in cui gli viene chiesto di analizzare i prossimi avversari in Europa, sono elogi su elogi per la società, l’allenatore ed i giocatori. Il momento topico dell’intervista, però, riguarda il futuro dell’egiziano, con una particolare attenzione sulla Spagna.  Salah risponde così:

Il mio futuro non dipende da me. Vedremo che cosa succederà. Giocare in spagna? Spero di poter giocare ancora per molti anni. Perche no? Nessuno sa cosa potrà accadere in futuro. Magari un giorno.

SALAH IN SPAGNA? I POSSIBILI SCENARI

Non è un segreto che Mohamed Salah sia da tempo un obiettivo del Real Madrid. Non è un segreto neanche il fatto che Marca implicitamente si riferisse proprio ai Galacticos e non ad altre concorrenti spagnole. Ad oggi, con la crisi economica che ha colpito tutti i club europei è difficile pensare al trasferimento di un giocatore che vale 110 milioni di euro (fonte transfermarkt). Certamente un ala destra come l’egiziano risolverebbe molti problemi alle tre migliori squadre nella Liga. A livello prettamente tattico potremmo dire che l’Atletico Madrid è la soluzione più improbabile. La squadra di Simeone cambia spesso il modulo di partenza e difficilmente scende in campo con tre attaccanti. Ma attenzione: Salah è diventato un campione con un allenatore come Klopp in panchina, il più simile al Cholo in Europa. Viene poi il Barcellona di Koeman, il quale per primo ha portato in Catalogna la difesa a tre. Questo assetto non si addice particolarmente alle caratteristiche di Salah che sarebbe costretto a giocare come esterno a tutta fascia o come seconda punta. La squadra che non ha ancora abbandonato il tanto amato 4-3-3 è proprio il Real Madrid. Il tridente offensivo Salah-Benzema-Hazard un sogno per i più romantici.

(fonte immagine in evidenza: Clive Brunskill/Getty Images)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale