Tra poco meno di dieci giorni la Nazionale italiana torna in campo e inizia il suo avvicinamento al mondiale in Qatar del 2022. Gli Azzurri giocheranno la prima partita di qualificazione contro l’Irlanda del Nord al Tardini di Parma con l’obiettivo di tornare a disputare un mondiale che manca da troppo tempo
La Nazionale viene da una striscia estremamente positiva di risultati e l’ultima sconfitta risale al 10 settembre 2018 contro il Portogallo in Nations League. Gli ottimi risultati in Nations League hanno visto l’Italia imbattuta nel suo girone grazie ad una difesa solida.
La concentrazione della Nazionale al momento è tutta sui prossimi impegni di qualificazione. Gli Azzurri dovranno disputare tre partite in dieci giorni, tante in una stagione già ricca di impegni che sta spremendo al massimo i calciatori.  Mancini starebbe pensando ad una lista di 35 giocatori da convocare per dare a tutti la possibilità di scendere in campo e riposare.

I NOMI PIU’ INTERESSANTI

In difesa tra i possibili convocati spicca il nome di Tolói. Il giocatore di origine brasiliana qualche settimana fa ha ricevuto il via libera dalla Fifa per poter essere convocato. Con lui Mancini guadagna in esperienza: il difensore è una presenza stabile dell’Atalanta e in stagione ha giocato praticamente sempre, segnando anche un paio di gol.
Tra i probabili convocati ci sono anche Spinazzola, che finalmente si è messo alle spalle i vari infortuni che hanno rallentato il suo inizio di carriera, e Florenzi. L’esterno in prestito dalla Roma sembra aver trovato la sua dimensione al PSG e porterebbe alla Nazionale l’esperienza estera che a volte è mancata.

A centrocampo potrebbe strappare la convocazione Roberto Soriano. Il giocatore del Bologna sta disputando un’ottima stagione e con 9 gol e 5 assist all’attivo è uno dei volti del Bologna di Mihajlović.
Altro nome interessante è quello di Pessina. Il centrocampista dell’Atalanta ha fatto il salto di qualità questa stagione e da quando Gómez ha lasciato Bergamo, Pessina ha trovato più spazio: con lui in campo l’Atalanta ha perso solo due partite in stagione.  Per Matteo potrebbe arrivare il momento della prima partita ufficiale con la nazionale italiana.

IN RAMPA DI LANCIO

In attacco troverà sicuramente spazio Federico Chiesa. L’ala della Juventus ha sorpreso tutti con un salto di qualità così repentino nella sua crescita e l’arrivo a Torino ha permesso al ragazzo di farsi notare su palcoscenici importanti. Nonostante l’eliminazione contro il Porto in Champions League, Chiesa è stato il migliore in campo e ci ha messo letteralmente la faccia nel post-partita, prendendosi i complimenti di Del Piero.
Altro giovane ad avere una chance potrebbe essere Moise Kean, che sta crescendo al fianco di campioni del calibro di Mbappé e Neymar. In stagione l’attaccante ha già giocato 19 partite di campionato segnando 11 gol. In Champions si è tolto la soddisfazione di segnare il definitivo 4-1 al Barcellona al Camp Nou.

La Nazionale inizia il suo cammino verso il mondiale in Qatar e tra esperienza e gioventù potrebbe regalare qualche gioia ai suoi appassionati. Appuntamento al 25 marzo contro l’Irlanda del Nord.

(Fonte immagine in evidenza: GettyImages)