Connect with us

La nostra prima pagina

Monza-Spezia, le pagelle del match: Carlos Augusto decisivo, 3 su 3 per Palladino!

Pubblicato

:

palladino

La partita Monza-Spezia, match valevole per la nona giornata di campionato di Serie A, la portano a casa i Brianzoli con il risultato di 2-0. Dopo un inizio piuttosto bloccato e privo di emozioni, al 32′ il brasiliano Carlos Augusto è riuscito a sbloccare il risultato su assist di Pessina grazie ad una potente conclusione di mancino. Il Monza è poi successivamente riuscito a chiudere l’incontro grazie alla rete di Pablo Marí al 63′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Terza vittoria in tre partite dunque con Palladino in panchina ed undicesimo posto in classifica conquistato. Di seguito le pagelle del match.

LE PAGELLE DEL MONZA

Di Gregorio 6,5: grande intervento al 70′ sulla conclusione di Maldini. Il portiere si è fatto trovare pronto di fronte all’unico pericolo della sua giornata.

Izzo 6: leader. Chiusura decisiva su Agudelo al 27′ della prima frazione di gioco e tanta grinta che è riuscito a trasmettere a tutta la sua squadra. Qualche imprecisione in fase di impostazione.

Pablo Marí 7: ordinato. Ottimo senso di posizionamento e nessuna sbavatura quest’oggi. La rete del 2-0 è stata la ciliegina sulla torta.

Caldirola 6,5: impeccabile. Sempre preciso negli anticipi e dominante nelle palle aeree.

Ciurria 6: non una partita indimenticabile ma è stato sempre posizionato bene in campo. (Dal 75′ d’Alessandro 6).

Rovella 6,5: personalità. Questo pomeriggio, il centrocampista di proprietà della Juventus, è riuscito sempre a creare una soluzione ai propri compagni toccando un’infinità di palloni. (Dall’84’ Ranocchia s.v.).

Sensi 6,5: tanta qualità palla al piede e, soprattutto, ha svolto le corse giuste anche in fase difensiva. Se sta al top fisicamente fa la differenza. (Dal 56′ Barberis 6,5).

Carlos Augusto 7,5: il migliore in campo. Il brasiliano classe 1999 è stato dominante sia nella fase difensiva che in quella offensiva. Sua la rete del vantaggio del Monza.

Pessina 7: il capitano del Monza quest’oggi, è sempre riuscito a farsi trovare in mezzo alla linea tra i centrocampisti ed i difensori avversari mettendo così in risalto la sua qualità migliore. Suo inoltre l’assist per la rete dell’1-0.

Caprari 6: propositivo. Buoni spunti per il fantasista italiano classe 1993 che in molte occasioni, grazie ai suoi dribbling, è riuscito a creare superiorità numerica.

Gytkjær 6: nonostante non sia riuscito a trovare la via della rete, l’attaccante danese è stato una risorsa preziosa per il Monza grazie ai suoi movimenti senza palla e le sue sponde. (Dal 75′ Birindelli 6).

LE PAGELLE DELLO SPEZIA

Drągowski 6: Incolpevole in entrambe le reti subite.

Ampadu 5: spesso fuori tempo sugli anticipi e distratto in fase di impostazione.

Kiwior 5,5: il migliore della difesa dello Spezia ma comunque insufficiente.

Nikolaou 5,5: prestazione sottotono in fase di marcatura ed atteggiamento. (Dal 69′ Verde 6).

Holm 6: ottime incursioni sulla fascia destra del rettangolo verde di gioco, quest’oggi gli è però mancata lucidità nell’effettuare la scelta migliore una volta arrivato sul fondo. Lo svedese è un giocatore da seguire con attenzione. (Dal 69′ Amian 6).

Agudelo 4,5: spesso in ritardo ed impreciso nelle scelte. Completamente fuori dal match. (Dal 60′ Ekdal 6).

Bourabia 5,5: il centrocampista marocchino è stato la principale causa dei bassi ritmi proposti dallo Spezia quest’oggi. Poche verticalizzazioni e tanto gioco orizzontale. (Dall’ 80′ Egill Ellertsson s.v.).

Kovalenko 6: il migliore della linea mediana della squadra ligure; spesso e volentieri è riuscito a creare soluzioni offensive proponendosi come scarico per le punte. (Dal 60′ Maldini 6).

Bastoni 5,5: prestazione incolore. Da un giocatore con le sue qualità ci si aspetta sempre un’qualcosa in più.

Gyasi 5,5: il capitano dello Spezia ha patito la grande prestazione della retroguardia difensiva del Monza; non è mai riuscito ad incidere.

Nzola 6: qualche spunto di qualità nella prima frazione di gioco. Netto calo nel secondo tempo.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Svizzera, Yakin si gode la qualificazione: “È stato molto emozionante”

Pubblicato

:

Svizzera

Dopo la vittoria nella partita decisiva contro la Serbia, che ha qualificato la sua Svizzera agli ottavi di finale dei Mondiali in Qatar, il commissario tecnico elvetico Murat Yakin ha esternato i suoi sentimenti alla stampa:

È stato molto emozionante. Nei primi minuti siamo stati protagonisti in campo, con un forcing molto organizzato, poi però ci siamo fatti sorprendere e siamo andati addirittura in svantaggio. La squadra però ha reagito e dopo il match ho sentito dentro di me un enorme senso di soddisfazione per quanto fatto dai ragazzi: mi sono seduto nello spogliatoio, mi sono goduto il momento e ho lasciato soli i giocatori“.

Ora gli elvetici, martedì sera, affronteranno il Portogallo di Cristiano Ronaldo per sognare i quarti di finale.

Continua a leggere

Flash News

Il ct della Serbia Stojkovic sul suo futuro: “Certo che resto”

Pubblicato

:

Serbia

Nel post-partita della gara contro la Svizzera, il commissario tecnico della Nazionale della Serbia, Dragan Stojkovic, è intervenuto ai microfoni di Sportal.rs:

“Prima di tutto vorrei congratularmi con la Svizzera per la vittoria, che direi è meritata. Noi non siamo ovviamente soddisfatti del nostro cammino, ma dobbiamo considerare tutti i problemi che abbiamo avuto da quando siamo arrivati ​​qui, tenendo conto della preparazione fisica e dei vari infortuni rimediati dai nostri giocatori chiave. I ragazzi però hanno lottato, hanno dato il massimo, anche se non basta per questo livello”.

In seguito, il selezionatore ha tenuto a sottolineare che proseguirà l’impegno con la Nazionale delle Aquile bianche:

“Certo che resto. A marzo inizieremo le qualificazioni per Euro 2024 e abbiamo una grande voglia di battagliare: sarò molto soddisfatto se i miei giocatori saranno sani e al top della forma in quel momento”. 

Continua a leggere

Flash News

Juve, approvato un nuovo progetto di bilancio: la perdita è di 239 milioni

Pubblicato

:

Chi è Gianluca Ferrero, il prossimo presidente della Juventus

Si aggiungono ulteriori dati che delineano la complicata situazione finanziaria della Juventus: come riportato nel comunicato pubblicato sui canali ufficiali del club, il dimissionario Consiglio d’Amministrazione della società bianconera ha approvato un nuovo progetto di bilancio d’esercizio e un nuovo bilancio consolidato al 30 giugno scorso, in cui emerge una perdita di 239,3 milioni di euro (226,8 al 30 giugno 2021).

Il bilancio d’esercizio sarà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti del 27 dicembre.

Continua a leggere

Flash News

Di Michele avverte l’Avellino: “La Turris vuole portare i tre punti a casa”

Pubblicato

:

Turris

È un momento delicato per la Turris, ma nelle ultime due settimane stanno iniziando a vedersi dei piccoli progressi. Mister Di Michele, con i mezzi a sua disposizione, sta provando a tirare fuori il massimo dai giocatori a sua disposizione, anche perché diversi elementi importanti della rosa sono fermi ai box per infortunio.

Ma l’allenatore dei Corallini, nonostante le difficoltà, ai microfoni e in campo si mostra sempre ottimista circa il futuro della sua squadra.

LA CONFERENZA STAMPA DI DI MICHELE PRE TURRIS-AVELLINO

La Turris si appresta ad affrontare in un derby accesissimo l’Avellino. I giocatori dovranno mettere il doppio delle energie in campo per provare a ottenere la vittoria. Sicuramente sarà un match dalla tensione altissima, complice anche i fischi piovuti verso i Corallini dopo l’ultimo pareggio contro la Fidelis Andria. Di Michele come sempre si è mostrato fiducioso verso la gara di domenica. Queste le sue dichiarazioni in conferenza stampa:

Come sta la squadra dopo due partite intense dal punto di vista fisico?

“La squadra sta bene, anche perché due risultati positivi aiutano ad accantonare un po’ di fatica. Dobbiamo stare attenti, anche perché tre partite in una settimana di tale importanza devono essere gestite. A me comunque interessa l’aspetto mentale perché è la mente che fa andare il fisico, e a livello mentale stiamo bene”.

Continuerà a inserire Manzi come terzino destro e Boccia centrale oppure potranno cambiare ruolo entrambi in alcune situazioni?

“Ho tutti difensori che possono giocare in tutti i ruoli e giocare con qualsiasi modulo. Alla fine la decisione spetta a me, e vedrò soprattutto chi sta bene e chi meno”.

Che avversario sarà l’Avellino per la Turris?

“Sicuramente non mi aspettavo che avessero questa classifica perché i valori sono alti, quindi sicuramente vorranno tirarsi fuori da questa situazione il prima possibile. Ci aspettiamo una squadra che verrà qui per portare a casa i tre punti, ma dall’altra parte troverà una squadra che vorrà rifarsi dopo la non vittoria con l’Andria e vorrà mettere in atto in campo tutto quello che sta provando, per portare a casa i tre punti che darebbero un po’ più di tranquillità”.

Manzi e Leonetti sono in scadenza, ha avuto rassicurazioni dalla società sulle loro situazioni contrattuali?

I rinnovi di contratto sono cose della società. Per adesso posso solo dire che i calciatori mi stanno dando grande disponibilità, al di la che siano con più anni di contratto o in scadenza a giugno. Devono fare il loro lavoro, essere professionisti, ma soprattutto perché se non dovesse esserci un rinnovo con la Turris, cosa che non mi auguro, dovranno mettersi in evidenza per fare bene e dimostrare. Ed è inevitabile che in questo modo ne traiamo tutti in vantaggio. Insomma, sono cose societarie, con i loro procuratori ed entourage troveranno la soluzione migliore per entrambi”.

Quali insidie può nascondere questo Derby?

Come insidia può esserci la stanchezza perché purtroppo abbiamo parecchi infortunati e quindi siamo un po’ corti. Però non ci lamentiamo, anche perché i ragazzi stanno facendo veramente grandissime cose e questo è importantissimo. Sarà una Turris che vorrà vincere la partita, che farà di tutto per portare a casa i tre punti e risalire la china perché non siamo squadra da quella posizione di classifica, possiamo ambire anche ad una posizione più alta”.

È d’accordo con la posizione di alcuni tifosi, che affermano che in questo momento bisogna pensare in primis alla salvezza?

Il primo obiettivo è sempre la salvezza, perché si deve partire sempre dalla posizione più bassa. La tranquillità di una salvezza ti darebbe poi la serenità e soprattutto l’entusiasmo per ambire ai playoff. Oggi dobbiamo essere concentrati e soprattutto veritieri perché in questo momento è facile andare sotto, ma anche facilissimo andare sopra. Perdere una partita ti proietta in zona playout, vincerla in zona playoff, bisogna stare sempre molto attenti”.

Infine è stato fatto un punto da Di Michele sulla situazione infortunati:

“Due o tre possono rientrare nella lista dei convocati. Monitoriamo tutti e speriamo di recuperarne il più possibile per far sì che ci diano una mano anche domenica pomeriggio”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969