Connect with us

Flash News

Morata: “Alla Juventus sono felice. Voglio vincere trofei”

Pubblicato

:

Juventus

Alvaro Morata è sicuramente uno dei calciatori della Juventus più discussi. In seguito ad una prima parte di stagione sottotono, l’attaccante spagnolo è tornato ad alti livelli, risultando decisivo con gol e assist. L’arrivo di Vlahovic a gennaio, ha spostato Morata sulla fascia sinistra, ed i risultati sono migliorati notevolmente.

Nella sua intervista a DAZN ha affrontato vari temi interessanti: dalla tattica all’amore per la Juventus, fino alla voglia di vincere trofei.

“Penso che ci sono stati tanti momenti diversi in questa stagione, soprattutto c’è stata una crescita importante come gruppo. Le valutazioni si faranno a fine stagione; bisogna guardare con positività al futuro.  

Non ci sono rimpianti. L’importante è quello che si sta facendo per il futuro; non serve a niente lamentarsi. Vogliamo conquistare la finale di Coppa Italia, vogliamo vincere la coppa! I trofei contano più di qualsiasi altra cosa. A volte si dà troppo per scontata una Supercoppa o una Coppa Italia; ci sono tanti campioni che non ne hanno mai vinta una. 

Futuro? Tutti i giocatori della Juventus si giocano il futuro in ogni allenamento e in ogni partita. C’è una lista lunghissima di calciatori che desiderano giocare nella Juventus; è normale sentire la pressione. Do tutto per la squadra e i tifosi, mi sento bene alla Juve, il resto non lo dovete chiedere a me. 
Ogni mattina quando arrivo alla Continassa i miei figli mi chiedono di ascoltare l’inno della Juve. Sono felice, ma sarei più felice se quest’anno sarà incorniciato da una coppa. 

Tevez? L’ho ringraziato. Lui mi ha fatto diventare un calciatore migliore. Sono arrivato qua a 21 anni, avevo poca esperienza. Quando tiravo e non gli passavo la palla mi guardava male. Aveva tecnica, qualità, era un lottatore. Ci saranno pochi giocatori come lui nella storia. Era capace di vincere una partita da solo, era in grado di caricarsi autonomamente la squadra. Mi ha detto che è contento di vedermi giocare sulla sinistra. Lui sa che gli sarò grato per sempre. Se ci fosse stato il VAR in quella finale magari ci avrebbero dato il rigore. Sarebbe stato incredibile vincere quella Champions. Quella è la sconfitta che mi fa più male.

L’assist mi regala la stessa emozione del gol. Mi metto a disposizione della squadra: torno e do una mano in difesa, contribuisco a far circolare la palla. Ti assicuro che qualsiasi attaccante che segna 50 gol, senza vincere niente, desidererebbe segnare 15 gol e vincere qualcosa.

Il difensore più forte mai affrontato? Sergio Ramos. Lui, Barzagli, Bonucci e Chiellini sono da clonare. De Ligt può diventare un fenomeno. Anche Laporte è fortissimo. Da bambino i miei idoli erano Raul, Fernando Torres e Morientes, gli attaccanti della mia nazionale”. 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Lukaku ora pensa all’Inter: nessuna vacanza per il belga

Pubblicato

:

Lukaku

Dopo la pessima prestazione offerta ieri da parte di Lukaku, che ha portato all’uscita del Belgio contro la Croazia con molte occasioni sprecate da Romelu, il belga deve tornare nel mondo Inter. Per lui non ci sarà nessuna vacanza. è infatti atteso a Milano per la preparazione alla seconda parte di stagione.

IL RIENTRO DI LUKAKU

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, Lukaku tornerà immediatamente a Milano per allenarsi, non è il momento di fermarsi per il belga. Lukaku è reduce da un brutto infortunio e deve evitare pause che potrebbero rallentare il suo rientro in condizioni ottimali. Ieri Big Rom ha dimostrato la sua scarsa condizione, viste le cinque occasioni sprecate, tra le quali svetta l’ultima a porta sguarnita, dove si nota la scarsa reattività di un calciatore reduce da infortunio.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Belgio, incidenti in strada causati dai festeggiamenti marocchini

Pubblicato

:

Marocco

Come è ormai noto, il Marocco ha battuto il Canada nell’ultimo turno del Gruppo F e si è qualificato come primo agli ottavi di finale di Qatar 2022. All’Al Thumama Stadium di Doha è terminata 2-1 per i nordafricani, grazie alle reti di Ziyech ed En-Nesyri. Con questo risultato la squadra di Regragui chiude a 7 punti in classifica, lasciandosi alle spalle Croazia e Belgio.

È risaputo che in Belgio ci sia una grande percentuale di marocchini, causa emigrazione. E ieri, dopo la la vittoria contro il Canada non hanno potuto fare a meno di scendere a festeggiare per le strade, in particolare quelle di Bruxelles. Come riporta Michele Criscitiello di Sportitalia, nel centro cittadino della capitale belga, sono stati segnalati alcuni piccoli incidenti causati da diverse centinaia di tifosi marocchini che si sono radunati dopo la vittoria contro il Canada.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Liverpool guarda in casa della Fiorentina: interessamento per Amrabat

Pubblicato

:

Amrabat

Il Liverpool di Jurgen Klopp avrebbe messo tra i suoi obiettivi un centrocampista in vista della sessione di mercato di gennaio, e uno dei nomi presi in considerazione sarebbe quello di Sofyan Amrabat.

Secondo il The Sun infatti, le prestazioni sontuose che Amrabat sta mettendo in mostra al Mondiale hanno attirato su di sé le attenzioni dei Reds, che sarebbero disposti a mettere sul piatto un contratto economicamente superiore rispetto a quello attualmente percepito dal marocchino alla Fiorentina.

Resta da capire quanto il Liverpool sarà disposto a mettere sul piatto, e soprattutto se vorrà affondare il colpo già a gennaio o aspettare la prossima estate, quando il contratto di Amrabat sarà arrivato ad un anno dalla scadenza. La Fiorentina in quel caso dovrà valutare se cedere il giocatore o attivare l’opzione per il rinnovo di un altro anno.

Continua a leggere

Flash News

Pjanic sulla Juve: “Stimo molto Agnelli, Chiellini lo vedrei bene. Allegri è un vincente”

Pubblicato

:

Pjanic

È la notizia che più sta tenendo banco dal momento in cui a sorpresa è arrivata, quella delle dimissioni del CdA della Juventus. E ogni giorno si aggiungono dettagli, sfumature e pareri, tra questi anche di chi ha vestito la maglia bianconera durante la presidenza di Andrea Agnelli. Uno di questi è Miralem Pjanic, che intervistato alla Gazzetta dello Sport ha manifestato nuovamente la sua vicinanza all’ormai ex presidente juventino:

Lo stimo molto, per questo mi hanno fatto effetto le dimissioni. Durante il nostro primo incontro, mi disse che dovevamo puntare a vincere tutto. Non a caso è il presidente più titolato nella storia della Juventus. Immagino che la sua scelta sia stata per il bene del club. Sono tanti gli ex che vedrei bene in società, a cominciare da Chiellini: lui conosce diversi aspetti del mondo del calcio. Allegri? Non esiste la persona giusta per queste situazioni. Esistono quelli che ottengono i risultati e Max è uno di questi. Ce la farà anche stavolta, come sempre“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969