Alla stagione d’esordio nel nostro campionato, l’esterno di fascia, di proprietà dell’Udinese, sta dimostrando a tutti il proprio potenziale. L’argentino rappresenta l’ultimo grande affare per i friulani che sembrano aver scovato l’ennesimo talento.

Fonte: gianlucadimarzio.com

ALL’ORIGINE LA BOCA

Nahuel Molina Lucero nasce ad Embalse il 06/04/1998 e cresce calcisticamente nelle giovanili di uno tra i club più importanti di tutto il Sud America: il Boca Juniors. Dopo aver esordito con la prima squadra nel 2016, Molina viene girato in prestito per due stagioni consecutive. Gioca al Defensa y Justicia e al Rosario Central. Si fa notare in particolare nella seconda esperienza disputando un’ottima stagione. Inoltre, nel 2017 partecipa con la selezione under-20 argentina al campionato sudamericano, vinto dall’Uruguay, giocando sei incontri.

Fonte: ilbellodelcalcio.net

 

 DAL SOGNO BOMBONERA ALLO SBARCO AD UDINE

Tornato al Boca sembra tutto pronto per un suo ingresso in pianta stabile con la prima squadra ma a seguito di un cambio ai vertici della dirigenza salta l’accordo che Molina aveva per prolungare il proprio contratto in scadenza a giugno 2020. Viene quindi mandato a giocare con la squadra delle riserve, ed escluso dalla lista per la Copa Libertadores; nonostante la promessa da parte dei nuovi dirigenti di un reinserimento in squadra, una volta trovato l’accordo per il rinnovo, la situazione precipita quando Molina decide di sottoporsi ad un intervento al ginocchio senza il permesso degli Xeneizes. Molina è quindi costretto a lasciare il club di cui fa parte da quando è bambino e il 15/10/2021 firma con l’Udinese a parametro zero.

Fonte: tuttosport.com

 CORSA E SOLIDITA

Molina è un terzino destro ma può giocare anche come esterno di centrocampo a tutta fascia in un 3-5-2. È un giocatore molto solido che fa della corsa e della fisicità i propri punti forti. Non spicca per ciò che concerne le abilità tecniche ma grazie alla notevole spinta che riesce ad apportare in fase offensiva spesso riesce ad arrivare sul fondo e mettere pericolosi palloni a centro area. Un calciatore molto interessante che ha capito in fretta la differenza tra il calcio italiano e quello argentino:

 “Il calcio italiano è molto diverso da quello cui ero abituato a praticare in Argentina, in particolare c’è maggior tatticismo. La palla corre più velocemente e pure l’aspetto fisico ha la sua notevole importanza”.

-Fonte: il Gazzettino

UDINE PORTO SERENO

Dopo un primo periodo di adattamento Molina ha trovato nella città di Udine l’ambiente ideale per poter crescere, libero dalle pressioni che troppo spesso affliggono i giovani calciatori stranieri che approdano nel nostro campionato. L’esordio in serie A, con la maglia dell’Udinese, arriva il 03/10/2020 nella sconfitta interna per 0-1 contro la Roma di Paulo Fonseca.

Dalla prima presenza da titolare, arrivata due giornate dopo l’esordio assoluto in maglia Udinese, Molina non ha saltato un singolo minuto di gioco. Una stagione in crescendo per il 23enne argentino che fin qui ha disputato 25 partite fornendo cinque assist e segnando un gol, arrivato nel corso della scorsa giornata di campionato, nel match vinto dall’Udinese contro il Benevento per 4-2. Ma la miglior prestazione stagionale, che ha notevolmente aumentato l’attenzione intorno al giocatore, è arrivata nella gara contro l’Atalanta dove Molina ha fornito ben due assist.

Fonte: minutidirecupero.it

TRA PRESENTE E FUTURO

L’ottimo campionato disputato ha attirato l’interesse dei grandi club, su tutti Inter, Atletico Madrid e Siviglia, su Molina che ha ancora grandissimi margini di miglioramento ma che rappresenta sicuramente una delle rivelazioni di questo campionato. In un’ intervista rilasciata al Gazzettino ha dichiarato di essere focalizzato al massimo sul presente e alla domanda su una possibile chiamata da parte della nazionale maggiore ha risposto:

“La mia Nazionale in questo momento si chiama Udinese: se voglio sperare di far parte anche di quella argentina, è indubbio che devo far bene in Friuli, applicarmi al meglio e crescere, lanciando segnali importanti al nostro commissario tecnico. La voglia c’è, sono arrivato in Italia proprio per migliorarmi e l’Udinese, tutto l’ambiente bianconero, mi stanno dando questa possibilità. Quindi mi ritengo soddisfatto”.

-Fonte: il Gazzettino

L’ennesimo affare da parte del club di proprietà della famiglia Pozzo che, nel corso degli ultimi anni, ha spesso saputo scovare talenti dal grande potenziale come Nahuel Molina.